STRISCIA LA NOTIZIA/ Anticipazioni puntata 12 ottobre 2015 e riassunto di ieri: Ignazio Marino, dopo le dimissioni arriva il tapiro d’oro

Striscia la notizia, anticipazioni puntata 12 ottobre 2015: anche quest’oggi la coppia formata da Michelle Hunziker sarà alla guida del tg satirico. Eccco il riassunto di ieri. 

12.10.2015 - La Redazione
striscia_scrittar_r439
Striscia la notizia

Poteva forse mancare, come da buona tradizione di Striscia la notizia, il tapiro per la persona in questo momento più criticata e appunto, “attapirata” d’Italia come il sindaco di Roma Ignazio Marino? No infatti, e nel giorno delle sue dimissioni ufficializzate arriva immancabile la presenza di Valerio Staffelli, storico inviato di Antonio Ricci, davanti alla casa dell’ormai dimissionario sindaco della Capitale: stava andando in Campidoglio per rassegnare e protocollare le ufficiali dimissioni e Ignazio Marino ovviamente è stato assalito da un numero esorbitante di giornalisti che in questi ultime settimane di caos complete a Roma (polemiche sulla visita dal Papa in Usa, gli scontrini delle cene private e i conti forse truccati) non danno tregua a Marino. Staffelli ha tentato di consegnare l’animalone d’Oro provando anche l’approccio personale con queste parole: «Signor Sindaco, lo prenda il Tapiro, è gratis, non deve neanche presentare lo scontrino», alludendo ovviamente alle note vicende delle cene romane di rappresentanza con implicato proprio il sindaco capitolino. «È riuscito a far arrabbiare tutti, la sinistra, la destra, il Papa, ma come ha fatto?» ha insistito l’inviato principe di Striscia; nessuna risposta e con la macchina sgomma via. Questo e altro ovviamente nella puntata tra breve in onda di Strisca la notizia 2015: insomma, per il Ignazio Marino ancora, non c’è pace.

Anche stasera ritroveremo la coppia formata da Michelle Hunziker e Christian De Sica al timone di Striscia la notizia, il tg satirico ideato da Antonio Ricci. Prima di scoprire cosa vedremo nella puntata di oggi, ripercorriamo insieme quanto andato in onda ieri. Dopo il consueto appuntamento con la nuova rubrica Facce da Ride ed il balletto eseguito dalle veline Irene e Ludovica, ha inizio la trasmissione più irriverente della televisione italiana. Il primo servizio è affidato a Cristian Cocco che ci porta a Sassari per parlare di calcio e precisamente del Pagi calcio, l’unica squadra ad essere regolarmente iscritta ad un campionato federale composta unicamente da profughi africani. Il presidente e la vicepresidente del Pagi Calco parlano di questa iniziativa, della quale vanno orgogliosi, come di un modo per tenere impegnati i richiedenti asilo politico e permettere loro di integrarsi al meglio nella società. Torna questa sera anche il mago più amato della televisione italiana, Antonio Casanova, guidato dal cappello volante fino a Rovigo dove sono stati spesi ventinove milioni di euro per un carcere mai utilizzato. Tutto sembrerebbe pronto, mancano soltanto gli arredi e l’assunzione del personale per una spesa che ammonterebbe a venti milioni di euro. Sono molti a sollevare dubbi sulla reale utilità di questo nuovo carcere. Il sindaco di Rovigo si difende affermando che la colpa è del governo centrale che impone questo tipo di soluzioni senza neanche interpellare le realtà locali. Luca Galtieri invece ci porta a Mercato San Severino, un comune in provincia di Salerno, dove sette famiglie sono state buttate in mezzo alla strada per un errore amministrativo. Una sentenza ha infatti portato al licenziamento di sette vigili del fuoco che ora si trovano senza un lavoro ed una famiglia sulle spalle da sostenere. A loro non resta che appellarsi al Presidente della Repubblica ed al Ministro degli Interni per far sì che questa situazione possa risolversi al più presto. Segue la rubrica Occhio al Futuro curata da Cristina Gabetti che quest’oggi ci porta a Tokyo per parlarci di ricercatori italiani che collaborano con i giapponesi per lo sviluppo della robotica. Una delle più importanti ricerche è nel campo dei robot umanoidi, utilizzati soprattutto per assistere gli anziani e le famiglie. Edoardo Stoppa è invece impegnato in un caso particolare, la prima autodenuncia per maltrattamento di animali. In provincia di Pavia un uomo ha infatti deciso di ricorrere all’autodenuncia perché non sopportava più di vedere i suoi cavalli in fin di vita. L’uomo è sottoposto ad un procedimento di interdizione dal parte del tribunale di Pavia per questo non ha disponibilità del suo patrimonio e gli animali vengono gestiti da un tutore provvisorio che però non sta facendo il proprio dovere. Moreno Morello ci porta a Cosenza nel Palazzo del Governo che ospita da un po’ di anni un autentico gioiellino: l’Enoteca regionale della provincia di Cosenza. Dopo un’inaugurazione pomposa e altisonante, pare che l’enoteca sia stata chiusa al pubblico e chiunque voglia visitarla può farlo soltanto su appuntamento, recando così un danno enorme al turismo in questa regione. Ora è il momento di Moda Caustica, la rubrica che mostra i peggio vestiti della televisione italiana dove al primo posto troviamo Barbara D’Urso, la quale sfodera un vestito con motivi geometrici e con uno strano abbinamento di colori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori