MARGHERITA BUY/ L’attrice del film Io e lei folgorata da Expo (Che fuori tempo che fa, oggi 17 ottobre 2015)

- La Redazione

Margherita Buy, Racconta il suo ultimo film ‘Io e lei’ con Sabrina Ferilli e diretto da Maria Sole Tognazzi uscito nelle sale all’inizio del mese (Che fuori tempo che fa, oggi 17 ottobre)

margherita_buy
Margherita Buy

Questa sera nella trasmissione di Fabio Fazio l’attrice Margherita Buy con tutta probabilità parlerà del suo ruolo nel film “Io e lei”, diretto da Maria Sole Tognazzi, anche lei presente in studio. Come noto, gli studi della trasmissione si trovano a Milano. E nella città meneghina la Buy è stata recentemente per visitare l’Expo. Accompagnata dal Commissario unico Giuseppe Sala, l’attrice ha visitato numerosi padiglioni, come quello della Corea del Sud, dell’Austria e del Kuwait. Oltre ovviamente a Palazzo Italia e al Padiglione Zero. Al termine della sua visita la Buy ha confessato che l’Expo le ha dato la sensazione di aver fatto tanti bei viaggi in luoghi magici e di averle fatto venir voglia di viaggiare alla scoperta di posti lontani.

Questa settimana Margherita Buy sarà ospite della fortunata trasmissione Che fuori tempo che fa condotta da Fabio Fazio su Rai Tre. L’attrice, famosa sia per la sua attività teatrale sia per le sue interpretazioni sul grande schermo, è nota al grande pubblico per aver interpretato film come Le fate ignoranti nel 2001, diretto da Ferzan Ozpetek, Manuale d’amore nel 2005 e Saturno contro nel 2007. Ma la filmografia dell’attrice è molto ampia e infatti è ad oggi considerata una delle attrici italiane più apprezzate in tutto il mondo.

La biografia – Margherita Buy nasce a Roma il 15 gennaio del 1962, dopo la maturità decide di intraprendere la carriera di attrice, diplomandosi all’accademia. Dopo vari lavori teatrali, nel 1986 debutta sul grande schermo con il film La seconda notte di nozze, diretto da Nino Bizzarri, grazie al quale ottiene il premio del Globo d’oro come migliore attrice rivelazione, ma è negli anni 90 che la sua carriera decolla, nel 1990 infatti partecipa al film La settimana della sfinge, poco apprezzato dalla critica ma per il quale vince il premio Choncha De Plata per la migliore attrice al Festival di San Sebastian. Successivamente si distingue per la sua interpretazione nel film La stazione, accanto a Sergio Rubino, suo partner anche nella vita, dal quale si è separata nel 1993 per poi divorziare nel 2012. La sua interpretazione non passa inosservata e Carlo Verdone la vuole al suo fianco nel film Maledetto il giorno che t’ho incontrato, commedia di grande successo che le regala la popolarità e la premiazione con il Globo d’oro per la miglior attrice. La sua carriera continua in una escalation di successi fino a quando, nel 1993, vince il terzo Ciack d’oro con Cominciò tutto per caso. Fra i suoi successi ricordiamo Va’ dove ti porta il cuore, Facciamo Paradiso e Fuori dal mondo del 1999 nel quale interpreta il ruolo di una suora combattuta fra la vocazione e il suo desiderio di essere madre, ruolo che le fa vincere il secondo David di Donatello per la migliore attrice protagonista. Nel 2000, la parte della moglie che scopre l’omosessualità del marito dopo la sua morte, nel film Le fate ignoranti di Ozpetek, viene premiato con il Nastro d’argento, il Globo d’oro come migliore attrice e una candidatura al David di Donatello. Nel 2003 vince il David di Donatello come migliore attrice non protagonista per il suo ruolo nel film Caterina va in città, di Paolo Virzì e nel 2005, la sua interpretazione della moglie in crisi assieme al suo ex marito Sergio Rubini in Manuale d’amore, le fa vincere nuovamente il David di Donatello come migliore attrice non protagonista. Nello stesso anno si distingue per il suo ruolo nel film I giorni dell’abbandono di Roberto Faenza e nel 2006 per Il caimano di Nanni Moretti e per la sua partecipazione nel film Saturno contro, per il quale vince il Globo d’oro. Nel 2007 viene premiata dalla critica per la sua interpretazione nel film Giorni e nuvole per il quale vince il quinto David di Donatello, il Nastro D’Argento, il Ciack d’Oro e il Moscow International Film Festival. Una escalation di successi confermata negli anni successivi, infatti grazie alla sua interpretazione nel film Viaggio da sola nel 2013 vince il David di Donatello come attrice protagonista, l’ottavo Ciack D’Oro e una candidatura ai Nastri d’argento. Nel 2015 grazie al film Mia Madre di Nanni Moretti vince il quinto David di Donatello, il sesto Nastro d’argento e il nono Ciack D’oro e nello stesso anno esce nelle sale con Io e lei dove, assieme a Sabrina Ferilli, interpreta una coppia omosessuale. Grazie alle sue ultime pellicole ha fatto molto parlare di sé, infatti è stata eccellente interprete di storie e tematiche molto importanti ed attuali, come la sofferenza causata dalla malattia che uccide e consuma in modi differenti, nel film autobiografico di Nanni Moretti, e la questione legata alle coppie omosessuali in Io e lei, argomento di grande attualità, che tanto ha fatto discutere negli ultimi tempi. L’attrice italiana attualmente detiene il record di vittorie e di candidature ai David di Donatello per la sua carriera artistica e attraverso i suoi film ha seguito la storia italiana degli ultimi trent’anni sviscerando, nei suoi personaggi, situazioni intense e ruoli inattesi che hanno anticipato e accompagnato tematiche e problemi dell’Italia del nostro tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori