LUPIN IIII/ L’avventura italiana, anticipazioni puntata 18 ottobre 2015: Lupin deve restituire una cagnetta

- La Redazione

Lupin III – L’avventura italiana, anticipazioni puntata 18 ottobre 2015: Lupin, Jigen e Goemon cercano di riconsegnare una cagnetta ad una ricca padrona, per ottenere la ricompensa…

lupin_cartone_r439 Lupin III

Stasera, domenica 18 ottobre 2015, torna sul piccolo schermo di Italia 1, in seconda serata, Lupin III – L’avventura italiana con l’episodio dal titolo “Il giorno libero di Lupin”. Ecco qualche anticipazione in merito alla trama: Lupin, Jigen e Goemon sono in possesso di una cagnetta, che una ricca signora ha smarrito mentre si trovava in crociera. La ricompensa per la riconsegna del cane è decisamente alta e, grazie anche all’intervento di Fujiko i tre capiscono che è un modo semplice per fare un po’ di soldi, riportandola alla legittima proprietaria a Messina. Il viaggio, però, riserverà ai tre malviventi diversi imprevisti…

Nell’ultimo episodio di Lupin III andato in onda, dal titolo “Sotto copertura al liceo”, Lupin ammira fra le sue mani la sua ultima conquista, “l’anima di Cleopatra”, un prezioso diamante chiamato che si dice abbia un anima che lo porta a cambiare continuamente padrone. La sua prima proprietaria fu Cleopatra VII, nota per la sua capacità di ammaliare grandi condottieri e di influenzare la politica romana. Jigen crede che il gioiello troverà presto un altro proprietario, e infatti Lupin viene sorpreso dalla vista di Zenigata perdendo l’equilibrio e il diamante. La pietra finisce nello zaino di un ragazzo alla guida del motorino, che il ladro insegue fino all’arrivo della scuola. Lupin decide di presentarsi al preside come il professor Pier e dicendo di sostituire il collega Yuri che in quel momento è tenuto prigioniero da Jigen. Nel laboratorio, invece, il corpo insegnanti sta aspettando il diamante per ultimare la loro bomba ad orologeria ma il vice preside ammette di non aver portato l’oggetto perché la moglie si è rifiutata di darglielo. L’ordigno va ultimato entro mezzanotte, e mentre il gruppo sta discutendo del gioiello, il preside entra annunciando l’arrivo del nuovo professore a cui spiega che la scuola è piena di studenti poco raccomandabili. Il nuovo insegnante viene destinato ad affiancare il professor Mario durante le lezioni in quanto la sua classe è la più problematica e come prima cosa Lupin sottopone gli alunni ad un’ispezione dei loro zaini con la scusa di appurare se siano in possesso di oggetti pericolosi. Solo Ricky si rifiuta di eseguire l’ordine e cerca di allontanarsi dopo aver fatto cadere Mario ma Lupin afferra il suo zaino e con sua grande sorpresa scopre che il diamante non c’è. Il preside si congratula con Lupin per i risultati che ha ottenuto in poco tempo e mentre Mario torna in classe, gli riferisce che Ricky in particolare ha un comportamento sconsiderato e che la sua guida spericolata lo ha fatto finire più volte nei guai. Per questo particolare sulla guida Lupin capisce che Ricky è in possesso del gioiello e decide di raggiungerlo in corridoio, dove affronta altri due alunni. Ricky blocca i compagni, ammirando il coraggio di Lupin e un altro ragazzo gli racconta che invece Mario si era dimostrato codardo in passato lasciando che venissero picchiati. Lupin vuole, tuttavia, il suo diamante e Ricky gli riferisce di aver visto Mario nascondere qualcosa sotto la propria scarpa al momento della caduta. Nel frattempo gli insegnanti ultimano il loro ordigno e Lupin smaschera i loro giochi, nonostante Mario cerchi di far finta di nulla. Il suono della campanella permette ai professori di allontanarsi e poco dopo Lupin invia loro un messaggio avvisandoli che quella stessa sera si riprenderà il diamante. Il gruppo pensa di doverlo fermare ad ogni costo e si mettono d’accordo di presentarsi all’appuntamento con un’arma letale, mentre Mario è convinto che debbano solo fuggire. Quella sera gli insegnanti si armano invece di oggetti inoffensivi e Lupin li raggiunge puntando loro una pistola. Uno dei professori si scaglia contro il ladro brandendo dell’acido solforico ma inciampa facendo cadere la boccetta e anche l’intervento del vice preside si rivela inutile. Il gruppo si arrende e riferisce di aver voluto il diamante per difendersi dalla banda Usurai di Roma che aveva cominciato a ricattarli dopo che Mario aveva accidentalmente rotto un dente ad uno dei suoi componenti. Lupin fa notare loro che la vendita del diamante avrebbe permesso di ricavare più soldi di quelli richiesti e Mario chiede aiuto al ladro che li invita ad elaborare un altro piano. Mentre Lupin si allontana, gli insegnanti decidono di scusarsi con la banda ma i malviventi chiamano il loro membro Ricky ordinandogli di sparare. Tuttavia il ragazzo viene picchiato dopo essersi rifiutato di eseguire l’ordine e Mario interviene difendendolo. Il capo della banda prende allora la mira, ma qualcun altro spara contro l’arma facendola saltare e i malviventi vengono arrestati da Zenigata che era sopraggiunto credendo di trovare Lupin. Intanto il ladro guarda la scena da un tetto e spiega a Jigen di essere convito che il diamante cambi in realtà l’animo di chi la possiede. Mentre Mario torna alle lezioni, Lupin recapita a Fujiko il gioiello grazie all’aiuto di alcuni delfini.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori