STATE OF PLAY/ Su Iris il film con Russell Crowe. Trailer

- La Redazione

Oggi, domenica 18 ottobre 2015, Iris trasmette in prima serata State of play, un film thriller diretto da Kevin Mecdonald ed interpretato dal celebre Russel Crowe. La trama della pellicola

Iris_Logo_2013_439
Il film in onda su Iris

Iris trasmette oggi alle 21.00 ‘State of play’, una pellicola anglofrancese del 2009 diretta da Kevin Mecdonald ed interpretata da Russel Crowe. Viene trovata morta una giovane donna. Cal McAffey, un affermato giornalista, scopre immediatamente che si tratta della bella assistente di Stephen Collins, un giovane uomo al culmine della propria carriera politica. INcuriosito dalla faccende, decide di seguire l’indagine e farne un clamoroso scoop. Ecco il trailer del film.

State of play, in onda oggi in prima serata su Iris, fu prodotto dalla Andell Entertainment, dalla Universal Pictures e dalla Working Title, con sceneggiatura di Matthew Michael Carnahan, Tony Gilroy e Billy Ray, fotografia di Rodrigo Prieto, montaggio di Justine Wright e musiche di Alex Heffes. Inizialmente era stato scelto, per il ruolo di Cal, nientemeno che Brad Pitt, che ha però abbandonato il progetto perchè non convinto totalmente dalla sceneggiatura. Anche il ruolo di Collins era stato inizialmente affidato ad Edward Norton, poi sostituito da Ben Affleck.

Va in onda oggi su Iris alle 21.00 State of Play, un film del 2009, con Russell Crowe e Ben Affleck, basato sulla miniserie omonima della BBC, creata da Paul Abbott. Frutto di una collaborazione tra USA, Regno Unito e Francia, il lungometraggio vede la regia di Kevin Macdonald, già regista di “La morte sospesa” e de “L’ultimo re di Scozia”

La pellicola presenta un cast di eccezione, capeggiato in primis da Russell Crowe, nei panni di Cal McAffrey e da Ben Affleck, nel ruolo di Stephen Collins. Ad affiancare il duo altre celebrità come Rachel McAdams, Helen Mirren, Robin Wright, Jason Bateman, Jeff Daniels, e molte altre.

La trama. Il thriller inizia a Washington, dove un ladro viene ucciso da un misterioso uomo con una valigetta, che ferisce nel frattempo anche un passante, testimone dell’omicidio. La mattina seguente viene trovata morta anche Sonia Baker, amante e assistente del deputato Stephen Collins, sposato con Anne e a capo di una commissione sulla gestione dei fondi per la difesa nazionale. Collins non crede alla versione della polizia che sostiene l’ipotesi del suicidio e ne parla quindi con un suo vecchio amico del college, Cal McAffrey, giornalista televisivo con la predilezione per investigazione e i pedinamenti pericolosi.

Insieme ad altri due collaboratori, Cal viene a scoprire che la morte di Sonia è avvenuta proprio in uno dei pochi punti ciechi nel sistema delle telecamere. Le indagini portano poi il trio sulle tracce di una ragazza senzatetto, che fornisce loro delle fotografie, rubate dalla valigetta del killer, che mostrano Sonia assieme ad uno strano uomo.

Nel frattempo in ospedale, l’uomo testimone del primo omicidio viene ucciso.

Proseguendo le indagini, Cal trova l’assassino, il quale però riesce a scappare, dopo avere tentato di uccidere il giornalista, mentre Della, la sua collaboratrice, scopre l’identità dell’uomo delle foto. E’ Dominic Foy, il quale confessa che Sonia era stata pagata per spiare Collins e avere informazioni per la PointCorp. Sonia però si era davvero innamorata di Stephen ed era rimasta incinta. E’ proprio alla luce di tali scoperte che Collins decide quindi di confessare e ammettere di avere assoldato un suo vecchio compagno per fare uccidere Sonia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori