CHICAGO FIRE 3/ Anticipazioni puntata 2 ottobre 2015: Dawson torna alla Caserma 51

- La Redazione

Chicago Fire 3, anticipazioni puntata 2 ottobre 2015: mentre Severide rischia il posto a causa di un brutto affare in cui si è cacciato, Dawson torna tra le fila della Caserma 51

chicago_fire_2_R439
Chicago Fire 4, su Premium Action in prima Tv assoluta
Pubblicità

Stasera, venerdì 2 ottobre 2015, torna sul piccolo schermo di Premium Action la terza stagione di Chicago Fire in prima tv. Verranno trasmesso il terzo e il quarto episodio, intitolati rispettivamente Incrocio maledetto e Scusarsi è pericoloso. Prima di scoprire le anticipazioni, vediamo dove siamo arrivati la settimana scorsa: avevamo lasciato tutta la caserma in una situazione d’allarme, in seguito a una chiama di soccorso andata male. Il gruppo, eccezion fatta per Boden, da poco sposatosi, si è ritrovato in un inferno di fiamme indomabile, col dubbio che qualcuno possa lasciarci le penne per davvero stavolta. Vediamo ancora Boden che tenta di mettersi in contatto con i membri della sua squadra, ma non arriva nessuna risposta. Intanto sullo schermo vediamo i resti di un’enorme esplosione. Rapidamente tutti i membri della squadra informano gli altri che stanno bene, ma quando Casey (Jesse Spencer) e Severide (Taylor Kinney) chiamano l’ambulanza 61, non arriva nessuna risposta, e dunque sanno per certo che qualcosa dev’essere andato storto.

Pubblicità

A soccombere all’esplosione è stata Shay, con Dawson (Monica Raymund) e Severide che si scagliano sul suo corpo ormai senza battito per tentare un disperato intervento e rianimarla. Le ferite alla testa però sono gravissime, e da lì non c’è modo di tornare indietro. Facciamo un salto temporale di sei settimane e vediamo che i suoi amici hanno ancora gran difficoltà nel gestire la sua perdita. Dawson è rimasta al 51 come paramedico fino a quando non si è presentato un sostituto, nonostante abbia da poco superato il test e sia diventata un pompiere. Boden ritiene sia arrivato il momento di farle fare il trasferimento, mentre il nuovo paramedico, Sylvie, arriva a prendere il suo posto. Dawson però non si fida della nuova arrivata, ma quando, in una situazione complessa, Dawson la vede destreggiarsi alla grande, capisce che sta lasciando la squadra in buone mani. Ovvio però che il vero problema sia un altro. In un flashback la vediamo dare a Shay una lezione sul campo. Le due cambiano il proprio posto ed ecco l’esplosione che uccide la compagna. Lei ovviamente ora si sente in colpa nell’essere sopravvissuta. Avrebbe dovuto morire lei al suo posto, e quella decisione presa le peserà sulla coscienza per molti anni.

Pubblicità

Dall’incidente in poi va a fare terapia, ma non lo ha detto a nessuno. Ad oggi però non ha ancora detto neanche una parola. Alla fine però ammette che è colpa sua se Shay è morta. Casey va a trovare Severade, che trova a tagliare legna, tentando di ignorare ciò che prova. Severide però crede che non tornerà più indietro, ritenendo il 51esimo maledetto. Casey però gli spiega che tutti loro non rischiano la vita per nulla, e se si muore lo si fa per salvare la vita ad altri. Gli mostra allora il documento di Boden che mostra come durante il suo ultimo turno, Shay ha partecipato a salvare la vita di dieci persone. Questo basta per farlo tornare. Anche se, portando via le cose dal suo appartamento, salta fuori un vecchio video fatto dai due. Severide ha fatto finalmente ritorno alla caserma, e agli occhi di tutti sembra essere riuscito a gestire al meglio la morte della sua migliore amica. In realtà fino a pochi giorni prima sopprimeva tutto, come in parte a ancora, sfogando la rabbia tagliando legna nei boschi. La realtà è che spinge tutti via da sé. Pospone un appuntamento con Lindsay perché dice d’avere dei programmi coi ragazzi, ma non è per nulla vero, e infine vediamo Severide da solo a bere. Continua a dire a Casey che sta vendendo molto spesso Lindsay, così da farlo star tranquillo, ma la verità è che sta addirittura iniziando a dormire in caserma. Le cose degenerano quando addirittura si mette a paragonare Sylvie, la nuova recluta tra i paramedici, a Shay, proprio dinanzi a lei.

Ormai Severide ha perso del tutto il controllo di sé. Passano i giorni ed è sempre più facile rendersi conto del suo stato, e così Lindsay si fa avanti e gli parla duramente, facendolo esporre per la prima volta. Dawson intanto si rende conto che Weich è un misogino fin nel midollo, e così pare abbia trovato un candidato migliore per il trasferimento al 105, e lei non ha chance a quanto pare. Dovrà dunque attendere che si liberi un posto in un’altra caserma, il che vuol dire aspettare molto a lungo. Lei non prende affatto la cosa in maniera blanda, andando dritta da Weich a dirgli tutto ciò pensa di lui, faccia a faccia. Intanto, sul fronte personale, lei e Casey hanno ufficializzato il loro fidanzamento. In breve però la tristezza prende il sopravvento, dato che Dawson si rende conto che vorrebbe condividere questa notizia con Shay, ma non può farlo.

Nella prima puntata di Chicago Fire 3 in onda stasera, dal titolo Incrocio maledetto, il camion guidato da Cruz si scontra con un altro mezzo dei Pompieri che si stava recando nello stesso luogo. Ovviamente, le accuse puntano dritte dritte contro il membro della Caserma 51, che potrebbe addirittura trovarsi ad addormentare un processo penale. Mills, nel frattempo, deve fare i conti con un infortunio e Boden e Casey fanno di tutto per riportare Dawson alla 51. Nella seconda puntata, Scusarsi è pericoloso, Miles affronta i suoi primi turni da paramedico, mentre Severide rimane coinvolto in un brutto affare che potrebbe mettere a rischio il suo posto in Caserma. Dawson, infine, riesce ad entrare tra le fila dei pompieri al fianco dei suoi vecchi amici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori