Iron Man 3/ Su Rai 2 il film in prima tv con Robert Downey Jr. Trailer

- La Redazione

Questa sera, venerdì 2 ottobre 2015, Rai 2 trasmette in prima serata Iron Man 3, il terzo capitolo della saga dedicata al supereroe d’acciaio interpretato da Robert Downey Jr. La trama

Iron-Man-3R439
Iron Man

In prima serata oggi su Rai 2 ‘Iron man’, un film Marvel diretto da Shane Black ed interpretato da Robert Downey Jr. La trama racconta di Tony Stark che si scontra con Aldrich Killian, un malvagio uomo deciso ad attaccare l’Air Force One e a rapire il Presidente degli USA seminando terrore in tutta la città. Tony, momentaneamente privo della sua armatura, dovrà usare tutto il suo ingegno e la sua arguzia per fermare il piano di KIllian. Ecco il trailer del film.

Iron Man 3, film in onda in prima tv questa sera su Rai 2,  è la terza pellicola della saga dedicata al supereroe d’acciaio. Il film ha registrato un incasso di oltre 1.200.000.000 dollari entrando così nella classifica dei film che hanno raggiunto gli introiti più alti in tutta storia del cinema. Il personaggio di Iron Man, interpretato dal celeberrimo Robert Downey Jr., è presente in oolti altri film della Marvel come il fortunato ‘The Avengers’, anch’esso tratto da un fumetto della stessa compagnia.

Iron Man 3, in onda oggi alle 21.15 su Rai 2, è un film di genere azione – fantascienza prodotto nel 2013 per la regia di Shane Black. La storia è improntata sulle vicende di Iron Man, supereroe dei fumetti reso famoso dalla Marvel Comics. Ad interpretare il temerario Tony Stark è l’attore statunitense Robert Downey Jr. Altri attori protagonisti sono Guy Pearce, Gwyneth Paltrow, Ben Kingsley e Don Cheadle.

Vediamo la trama: un terrorista noto come “il Mandarino” è il responsabile di continui attacchi sovversivi. I servizi segreti non hanno alcun indizio e brancolano nel buio. Happy Hogan, che comanda la squadra di Tony Star, rimane ferito proprio durante un’azione terroristica e Stark, furioso, lancia una sfida al temibile Mandarino attraverso una rete televisiva. Le conseguenze delle chiare minacce non si fanno attendere: la villa in cui abita Stark viene distrutta dalle fiamme e Tony decidedi rifugiarsi in una piccola cittadina nei pressi di Memphis. Impossibilitato a rientrare in California, tutti pensano che Stark sia morto. Grazie all’aiuto di Harley, un bimbo di appena dieci anni, Stark fa una scoperta inaspettata: il Mandarino inietta ai suoi soldati il siero che ha inventato nel 1999 una famosa scienziata. Si tratta del siero chiamato Extremis, creato per guarire da malattie invaldanti. Il siero è ancora da perfezionare e, al momento, se iniettato ad una tipologia di persone, causa l’esplosione dei soggetti stessi.

Quindi, attribuendo la colpa delle esplosioni ad azioni terroristiche, si tengono nascosti i difetti del siero. Stark riesce ad individuare nella città di Miami la base operativa del Mandarino e scopre che questi altri non è che Trevor Slattery, un attore completamente estraneo al mondo terroristico. Il Mandarino, quello vero, è lo scienziato Killian, una vecchia conoscenza di Stark che si nasconde dietro l’immagine dell’attore inglese. Killan si è impossessato della formula del siero per curare la sua zoppia e in seguito lo ha utilizzato sui reduci feriti in guerra. Killian cattura Stark e organizza il rapimento della fidanzata di Tony, Pepper Potts. Inietta alla ragazza una dose di Extremis per costringere Stark a collaborare con lui per ottenere in cambio la salvezza di Pepper. Killian convince le intelligence agency americane che il Mandarino è da ricercare in Medio Oriente e intanto ruba l’armatura di Iron Patriot, ovvero James Rhodes. Stark sfugge al controllo di Killian, raggiunge l’amico James Rhodey e, insieme, scoprono che l’intenzione di Killian è di sferrare un attacco all’Air Force One allo scopo di prendere in ostaggio il presidente. L’intervento di Stark salva la vita ai passeggeri ma non basta a proteggere l’incolumità del presidente. Killian porta il presidente Ellis in un cantiere navale allo scopo di ucciderlo.

A prendere il posto del presidente probabilmente sarebbe il suo vice, un uomo che soffre per la disabilità della sua unica figlia. Killian è sicuro che il nuovo presidente potrebbe essere una persona facilmente corruttibile: il siero Extrems potrebbe curare la figlia. Stark e Rhodes raggiungono il cantiere e liberano il presidente e Pepper, per fortuna sopravvissuta al siero. Stark imprigiona Killian in un’armatura programmata per l’autodistruzione ma senza riuscire ad uccidere lo scienziato. Ci riesce al secondo tenativo, con l’aiuto di Pepper. Ora che Killian è morto, sarà Tony a consolidare l’effetto di Extremis ed a liberare dal siero il corpo della sua fidanzata. Stark ritorna dove sorgeva la sua villa, ormai distrutta e si libera della sua armatura lanciandola in mare. Tony sarà sempre Iron Man, anche senza l’energia sprigionata dalla sua armatura.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori