MATTINO 5/ Anticipazioni: Novità sul caso di Trifone e Teresa, i fidanzati uccisi a Pordenone (Puntata 2 Ottobre)

- La Redazione

Mattino 5, puntata dell’1 ottobre 2015: Federica Panicucci continua a trattare il caso di Trifone e Teresa, i due fidanzati uccisi a Pordenone. Non mancheranno le novità sul Grande Fratello

panicucci_nuova_r439
Federica Panicucci
Pubblicità

Trifone e Teresa sono in attesa di giustizia e la procura sta facendo in questi giorni dei grossi passi avanti. A discapito di quanto si era detto nella giornata di ieri, oggi è venuto fuori che Giosuè Ruotolo resta il solo indagato per l’omicidio. I due ragazzi che vivono con lui, infatti, erano stati iscritti nel registro degli indagati solo in via cautelativa, dato che la casa era sotto sequestro e dunque anche loro avrebbero avuto diritto di nominare un avvocato. Intanto nell’abitazione è stato sequestrato un computer che potrebbe contenere delle informazioni interessanti per gli inquirenti. La procura nel frattempo ha deciso di non esporsi e preferisce non procedere con l’arresto del commilitone di Trifone perché questo passo comporterebbe la condivisione con i suoi avvocati delle prove che attualmente si hanno in mano. Michele e Gabriele erano quest’oggi in collegamento con Federica Panicucci. I due frattelli furono costretti tanti anni fa dalla loro madre ad accusare il padre di violenze e abusi nei loro confronti. Quelle accuse erano false e solo ora i due giovani sono stati creduti. Il padre però è finito in carcere ingiustamente e a lui fu persino imputata un’altra violenza, quella nei confronti di una nipote, cugina di Michele e Gabriele. La donna, che all’epoca dei fatti aveva soltanto 12 anni, è intervenuta questa mattina in diretta per spiegare che in realtà anche nel suo caso non c’era niente di vero e che essendo lei molto giovane non capiva bene cosa le stavano facendo dire. Alba Parietti, in veste di opinionista, ha fatto notare quanto sia grave ciò che ha fatto quella madre, che ha costretto i suoi figli a lanciare accuse così gravi nei confronti del padre e li ha messi in una brutta situazione, anche nei confronti della società esterna.

Pubblicità

Si è parlato a seguire della riforma della Sanità, che ha portato alla riduzione degli esami medici considerati strettamente necessari. Il Ministro della Sanità è intervenuta per spiegare il senso di questa riforma, che vuole andare incontro ai cittadini e non danneggiarli. Spesso in questo Paese si fanno degli sprechi inutili ed è giusto dunque cambiare rotta, ha sottolineato il ministro. La stessa ha dovuto inoltre difendersi anche dall’accusa di aver fatto molte ecografie durante la sua recente gravidanza. Il Ministro ha detto infatti che nonostante fosse a rischio e gemellare, la sua gravidanza non è stata medicalizzata, ma naturale. Lascia sconcertati il fatto che Christian possa aver continuato a condurre una vita assolutamente normale, andando persino al mare con gli amici, dopo aver perso sia sua moglie che sua figlia. Nelle immagini che abbiamo visto in questi giorni egli appare sempre sicuro di sè e nella stessa telefonata fatta al 118 non sembra affatto una persona agitata e sconvolta. Christian aveva detto a una vicina di essere sereno e di non vedere l’ora che arrivassero i Ris perché sarebbe finita finalmente tutta quella storia. Probabilmente egli era davvero convinto di aver ripulito per bene tutto. Pierpaolo, il fratello di Eligia, dice che non si dà pace nel pensare che suo fratello, pur sapendo che tutta la famiglia stava soffrendo per lui, ha comunuqe fatto finta di niente per tutto quel tempo, quando sapeva invece di essere colpevole. Il signor Agatino, papà di Eligia, ha spiegato che stava aspettando che sua figlia partorisse per andare ad affrontare la situazione, dato che avevano capito perfettamente che con Christian iniziavano ad esserci dei problemi.        

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori