LA PROVA DEL CUOCO/ Puntata 22 ottobre 2015, le ricette delle cuoche Anna Moroni e Alessandra Spisni

- La Redazione

            La prova del cuoco, le ricette del 21 ottobre preparate dalle cuoche Alessandra Spisni e Anna Moroni come sempre con l’aiuto di Antonella Clerici

la-prova-del-cuoco
La prova del cuoco: estrazione di Lotteria Italia

La puntata del 21 ottobre de La prova del cuoco si apre con una ricetta gustosissima: i garganelli speck, radicchio e noci. Alessandra Spisni ci spiega come prepararla: dobbiamo tagliare a fettine sottili lo speck, metterlo in padella in modo che si scaldi e rilasci, per dirlo con la Spisni, “il suo bel grassetto”. Aggiungiamo abbondante burro e lasciamo cuocere. A parte, facciamo delle striscioline di radicchio, le mettiamo in padella con un po’ di olio extravergine, due spicchi di aglio, sale e pepe. Una volta pronte le fettuccine e condite con lo speck e il radicchio, si spolvera il piatto con un trito di noci e grana. La pasta assorbirà l’unto rilasciato dalle noci e sarà buonissima! Per la rubrica “Mr alloro” Sergio Barzetti ci presenta le finte pere al taleggio e mortadella. Un piatto che Barzetti definisce “neoclassico ma divertente”.

Per prima cosa, mettiamo le patate a bollire. Naturalmente, le patate non devono presentare germogli: se capita spesso di trovarle così, significa che le conserviamo nel luogo sbagliato. Barzetti consiglia di conservarle in una cassetta di legno, dentro un sacchettino di juta, vicino alla ventola della cucina.Una volta bollite, le patate vanno schiacciate con l’apposito attrezzo. Meglio procedere quando sono ancora calde perché il vapore che rilasciano è tutta acqua in meno nel composto.Aggiungiamo alle patate schiacciate della noce moscata, del grana, della salvia, del sale, i tuorli d’uovo e il pepe. Amalgamiamo il tutto. Adesso avremo un’ottima base per creare tantissime ricette, come crocchette, gatto di patate, ecc.A parte, tagliamo il taleggio a dadini e lo avvolgiamo nelle fettine di mortadella.Con il composto a base di patata, creiamo delle grosse polpette, in cui andremo a inserire la mortadella con cuore di taleggio.Passiamo queste “polpettone” nella farina di farro, nell’uovo e nel pangrattato. Dopo averle messe nell’uovo, le plasmiamo per dar loro la forma di pere.Mettiamo le nostre “pere” in una teglia e le lasciamo cuocere in forno per circa 15 minuti. Barzetti sceglie di presentare il piatto su un vassoio decorato con foglie, in stile “autunnale”.

Si consiglia di degustare le finte pere insieme a un vino Riesling dall’Oltrepò pavese, che profuma di pera.
Anna Moroni, per la rubrica “Gli sfizi di Anna”, ci mostra come si preparano delle sfiziosissime polpette di merluzzo, un ottimo escamotage per proporre il pesce ai bambini.
Uniamo nel tritatutto i filetti di merluzzo, la cipolla, un uovo intero, sale, pepe, due cucchiai di farina e della fecola. Frulliamo il tutto e mettiamo il composto in frigo per un’oretta. Quando il composto ha raggiunto la giusta consistenza possiamo procedere alla frittura. Formiamo delle palline che passiamo nell’uovo e nel pangrattato e friggiamo in abbondante olio bollente.

Adesso prepariamo la salsa cocktail, con cui andranno servite le polpette. In un contenitore stretto mettiamo un uovo intero più un tuorlo, entrambi a temperatura ambiente, un pizzico di sale e iniziamo a frullare con un minipimer. Visto che dovremo fare una maionese, mentre frulliamo versiamo lentamente l’olio. Antonella Clerici ci prova, ma la maionese, si sa, può anche non riuscire, e infatti questa volta non viene. Niente paura, Anna Moroni ci spiega come recuperarla in poche semplici mosse! Basta prendere un contenitore pulito, metterci un uovo e frullare. Adesso aggiungeremo pian piano la maionese non riuscita e il gioco è fatto!Per creare un’ottima salsa cocktail aggiungiamo alla maionese il ketchup, un po’ di cognac, un pizzico di tabasco, un po’ di worcester. Alcuni ci mettono anche della panna fresca, ma Anna preferisce non aggiungerla. Le polpette andranno servite accanto a questa meravigliosa salsa! Buon appetito!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori