COLPEVOLE D’INNOCENZA/ Su Rete 4 il film con Ashley Judd e Tommy Lee Jones

- La Redazione

Colpevole d’innocenza è il film che verrà trasmesso stasera, domenica 1 novembre 2015, sul piccolo schermo di Rete 4. È una pellicola con Tommy Lee Jones e Ashley Judd, ecco la trama

Foto-Mediaset
Mediaset

Colpevole d’innocenza è il titolo in italiano del film thriller “Double Jeopardy”, uscito nel 1999 per la regia di Bruce Beresford. Gli attori protagonisti sono Tommy Lee Jones e Ashley Judd: la pellicola viene proposta stasera, domenica 1 novembre 2015, sul piccolo schermo di Rete 4. Vediamo la trama. Nick ed Elizabeth Parsons sono marito e moglie, vivono in una bella casa sul mare e conducono una vita agiata insieme al loro bambino Matthew. Per esaudire un desiderio della moglie, Nick si fa prestare una barca a vela per trascorrere un week end con lei, dopo aver affidato il piccolo Matthew alla loro amica Angela. Durante la prima notte trascorsa in barca Elisabeth si sveglia in una pozza di sangue e Nick non è al suo fianco e, in preda alla paura, va a cercare il marito. Giunge alla prua dell’imbarcazione e trova un coltello. Nello stesso momento la barca viene notata dalla Guardia Costiera e la donna viene portata in salvo. Elisabeth racconta quanto è accaduto ma non viene creduta anzi, viene accusata di aver ucciso il marito e condannata ad una pena detentiva di otto anni.

Prima di andare in carcere, Elisabeth prega Angela di aver cura del piccolo Matthew. Nei prima tempi riceve spesso in carcere la visita del figlio e di Angela poi, improvvisamente, non ne ha più notizie. Per caso scopre che Angela è andata a vivere a San Francisco, trova il suo numero telefonico, la chiama e le chiede spiegazioni. Quando riesce a parlare al telefono con Matthew, sente che il bambino pronuncia la parola “papà” e immediatamente dopo la telefonata viene interrotta. Elisabeth intuisce che il marito è vivo e comprende di essere stata la vittima di un complotto. Chiede consiglio ad una detenuta avvocato che le suggerisce di ricorrere al “quinto emendamento”: se ammette di aver commesso l’omicidio, una volta rimessa in libertà, può ritrovare il marito e ucciderlo davvero, senza temere un’altra condanna. Elisabeth decide di seguire le indicazioni dell’amica avvocato, lascia il carcere e trova una sistemazione presso un ricovero coordinato dall’agente Travis Lehman. Inizia a cercare il marito ma nessuno è disposto ad aiutarla. Entra nella scuola dove lavora Angela, trova il suo indirizzo ma scopre che la casa è abitata da altre persone. Una vicina di casa le racconta che Angela è morta per un incidente domestico.

Per saperne di più, va in biblioteca, consulta i quotidiani locali, trova l’articolo che le interessa e nota che in una foto riportata sul giornale si vede un quadro del pittore prediletto di Nick. Scopre il nome e il recapito della persona che ha acquistato il quadro: si tratta di un certo Jonathan Devereaux, residente a New York. Quando incontra lo sconosciuto acquirente si trova di fronte il marito Nick. Elisabeth lo ricatta: se vuole mantenere la sua nuova identità le deve affidare Matthew. Nick accetta la richiesta di Elisabeth, le dà un appuntamento al cimitero ma la colpisce e la chiude in una cripta. Quando Elisabeth riprende i sensi tenta di liberarsi e ci riesce. Intanto Lehman che conosce la storia di Elisabeth, scopre che Jonathan Devereaux altri non è che Nick Parsons e decide di darle una mano. Contatta Nick, lo ricatta e gli chiede quali siano le sue intenzioni rispetto alla moglie. Nick risponde che Elisabeth non è più un problema, Parsons ancora non sa che la moglie è scappata dal cimitero. La donna gli compare davanti armata di pistola e ordina a Nick di dirle dove è Matthew. Nick spara al poliziotto, ferendolo, Elisabeth interviene e spara a Nick che muore all’istante. Elisabeth può finalmente riabbracciare Matthew.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori