AURORA RAMAZZOTTI / Da “cicciona cinese” a “più brutta della madre”: il prezzo dei privilegi per la brava conduttrice

- La Redazione

Aurora Ramazzotti, da “cicciona cinese” a “più brutta della madre”, il prezzo dei privilegi per la bella figlia di Michelle Hunziker e Eros Ramazzotti. Conduttrice di X Factor si racconta

aurora_ramazzotti
Aurora Ramazzotti

Il privilegio si sa non è visto di buon occhio in tv e nella società in generale, specie se si tratta di persone che non se lo meritano affatto, che non hanno capacità particolari e vengono esaltate in ruoli che non competono. Ma non è il caso di Aurora Ramazzotti, la bella figlia di Michelle Hunziker e ovviamente Eros Ramazzotti, che da quest’anno conduce il daily di X Factor su Sky Uno e che sta avendo un discreto successo. È brava Aurora e si sta districando bene tra polemiche e critiche iniziali che l’avevano investita ad inizio anno alla notizia del suo nuovo ruolo: eppure è brava, anche se privilegiata e alla fine questo è quanto davvero conta. Intervistata in esclusiva da Il Fatto Quotidiano, la Ramazzotti quanto pesino questi privilegi fin da quando era più piccola. «Oggi mi dicono che ho una bellezza particolare, ma quando ero ragazzina mi dicevano che ero una cicciona cinese e che rispetto a mia madre ero molto più brutta». Crisi, pianti e adolescenza difficile, il tutto riscoppiato di nuovo quando X Factor ha assunto come conduttrice del diario giornaliero la bella Aurora. Lo ammette senza problemi, e questo ci piace di lei, che è una privilegiata per via del cognome, sentitela ancora dai colleghi del Fatto: «So benissimo di avere avuto una possibilità che senza il mio cognome non mi sarebbe arrivata o comunque con meno facilità: credo nelle mie capacità ma sono anche certa che là fuori c’è qualcuno molto più bravo di me che questa possibilità non l’ha avuta perché è figlio di gente comunue». Schietta, diretta e in gamba. Brava Aurora.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori