CRIMINAL MINDS 10/ Anticipazioni puntate 18 e 11 novembre 2015: i team uniscono le forze

- La Redazione

Criminal Minds 10, anticipazioni puntata 11 novembre 2015: Kate annuncia alla squadra di essere incinta, e in seguito il team si occupa di tre donne strangolate e stuprate nei loro letti

criminalmindsR439
Criminal Minds 11

Il prossimo episodio di Criminal Minds, in onda mercoledì 18 novembre 2015, s’intitola originariamente “Beyond Borders” vedremo una innocente famiglia di quattro persone venire rapita durante una vacanza alle Barbados. Hotch e Cruz si occuperanno del caso insieme a team d’elite dell’FBI specializzato nell’occuparsi di casi internazionbali. La squadra capità di trovarsi in una situazione che ricorda da vicino il caso gestito in Florida. Dopo questa scoperta la BAU  contatterà JacK Garrett, il capo dell’unità con cui stanno lavorando. I due team dovranno infatti mettere insieme le loro abilità con quelle dell’elite di Garrett per avere qualche speranza di salvare la famiglia.

La puntata di oggi di Criminal minds ricorderà a qualcuno “50 sfumature di grigio”. Il killer che la squadra dovrà braccare in questo diciassettesimo episodio della decima stagione ha infatti un modus operandi degno di Christian Grey, solo con preferisce “50 sfumature di dolore”, come ci viene ricordato nel video promo. Quello a cui assisteremo infatti, è un omicidio avvenuto durante un gioco sessuale finito male. Clicca qui per vedere il video promo.

Come qualche mercoledì a questa parte, anche stasera – 11 novembre 2015 – il secondo canale nazionale ospiterà due nuovi episodi della decima stagione di Criminal Minds: si tratta del 17esimo e del 18esimo, intitolati rispettivamente “Asfissia erotica” e “Rock Creek Park”. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: i cadaveri di due donne vengono trovati nelle vicinanze di Los Angeles e l’SI le ha brutalmente seviziate mostrando di creare sofferenza per trarne piacere. Il BAU vola in città per indagare sul caso e Penelope (Kirsten Vangsness) riferisce alla squadra che le due donne avevano vite molto simili mentre Reid (Matthew Gray Gubler) crede che abbiano respinto le avance del killer. La squadra crede che l’SI abbia lasciato i corpi in una zona che conosce, e il coroner nota che il modus operandi evidenzia una crescente violenza. Entrambe le donne avevano un forte bisogno di sicurezza e Derek (Shemar Moore) capisce che il killer individui appositamente delle donne fragili. Greta Thomas (Lisa Brenner) viene rapita e il BAU crede che si stata scelta perché è una madre, oltre che ad essere una vittima di abusi.

Il profilo dell’SI delinea un uomo spinto da un forte odio per la madre e che è costretto a torturare le proprie vittime a causa di un trauma passato. La squadra indaga fra le strutture di accoglienza e Derek capisce che il killer lavora nel settore mentre Kate (Jennifer Love Hewitt) crede che registri le urla delle donne in modo da ascoltarle in un secondo momento. Penelope indaga sulla madre del killer ed individua Karen Holden (Emily Kosloski), morta assieme al marito in un omicidio-suicidio. Il figlio Peter (Brian Poth) ha assistito alla tragedia e l’agente John Folkmore (Martin Kove) risulta intervenuto per le liti domestiche della coppia. Il poliziotto racconta di aver regalato al bambino un registratore a cassette e Kate capisce che Peter ha assunto il cognome dell’agente perché rappresenta un sostituto del padre. Gli agenti riescono a rintracciarlo proprio grazie all’oggetto, e Kate lo uccide prima che colpisca J.J. (A.J. Cook). Nel frattempo, la figlia di Kate e un’amica devono incontrare un misterioso ragazzo, ma la presenza del patrigno mette in fuga l’S.I. Il direttore di un vecchio penitenziario texano chiede l’intervento del BAU per indagare sulla morte di due guardie avvenute in soli due mesi. La squadra dovrà interrogare 2000 detenuti e individuare i sospettati senza il supporto della videosorveglianza. L’ultima vittima è stata ritrovata con una calza in bocca e per la squadra è ovvio che i killer volessero impedire che parlasse. Rossi nota la guardia ha sette dita spezzate, mentre Derek sospetta che gli assassini possano essere delle guardie.

Reid analizza velocemente tutte le schede dei presenti e scopre che uno dei detenuti è scomparso senza che nessuno se ne sia accorto. Il dottore è sicuro che possano risolvere il caso se scopriranno dove si trova Devon White (Marcus T. Thomas) mentre gli SI uccidono un detenuto con lo stesso modus operandi. Un carcerato riferisce che il ragazzo era molto tranquillo, ma Rossi nota che la scheda riporta cose diverse e scopre che le due guardie uccise sono le stesse che avevano sanzionato Devon svariate volte. Hotch (Thomas Gibson) capisce che la loro presenza sta creando nervosismi e il Capitano Dale Shavers (William Ragsdale) uccide il detenuto Patrick Butler (Isaac Keys) durante un’aggressione. Reid vede che la cella riporta la somma del numero sette e Hotch sceglie di iniziare ad interrogare le guardie ottenendo la confessione di Tom Polinsky (Matt Corboy) sull’omicidio di Devon. La guardia racconta che Devon e Patrick erano stati oggetto di una rappresaglia da parte dei complici di Shavers e che era stato obbligato a disfarsi del corpo del detenuto. In quel momento il Capitano apre le celle e i detenuti prendono in ostaggio Derek e Kate, ma vengono salvati da altri detenuti. Shavers si suicida poco dopo impedendo alla squadra di accedere alla sala di controllo mentre la squadra antisommossa entra nella struttura e impedisce altri omicidi.

Nell’episodio numero 17 di Criminal Minds 10, in onda stasera su Rai 2 e intitolato “Asfissia erotica”, Kate annuncia alla squadra di aver appena scoperto di essere incinta, ma Penelope interrompe i festeggiamenti per parlare del prossimo caso. Tre donne sono state stuprate e strangolate nel loro letto e il DNA è lo stesso per tutte le vittime. Hotch crede che l’SI non abbia intenzione di fermarsi ed il BAU deve scoprire la sua identità indagando fra le persone che le donne conoscevano. Penelope scopre che il killer ha instaurato una relazione prima di uccidere le donne e Hotch capisce che le vittime erano a conoscenza dell’arrivo del loro assassino. Il profilo denota un uomo che usa il romanzo “Riverberi nudi” per le sue fantasie erotiche e che sfrutta il gioco di ruolo per dominare le proprie vittime.

In ”Rock Creek Park”, l’episodio numero 18, la moglie di un membro del congresso scompare misteriosamente e il direttore chiede che il BAU si occupi delle indagini. Hotch non si sente ancora di dire che Sophie Troy è stata rapita ma il marito Benjamin pensa che qualcuno possa aver usato la donna per colpire lui. Reid viene inviato ad indagare su due russi implicati nel traffico di armi e che potrebbero gli SI. La squadra scopre presto che l’SI potrebbe trovarsi all’interno della famiglia del politico e che Troy sta cercando di nascondere qualcosa di importante. Il BAU dovrà lottare contro il tempo e trovare Sophie prima che venga uccisa dai suoi rapitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori