CSI – SCENA DEL CRIMINE 14/ Anticipazioni e diretta streaming puntata 20 novembre 2015: la centrale di polizia presa d’assalto da un ragazzino armato

CSI – Scena del crimine 14, anticipazioni ultima puntata 20 novembre 2015: il team è alle prese con quello che sembra un cannibale, la centrale viene presa d’assalto da un ragazzo armato

20.11.2015 - La Redazione
csi-scena-del-crimini_R439
CSI - Scena del Crimine

E’ tutto pronto per l’ultima puntata di “CSI – Scena del crimine 14”, in onda tra pochi minuti su Italia Uno e visibile anche in diretta streaming video effettuando il login sul sito ufficiale del canale Mediaset. Tre gli episodi che vedremo in questo conclusivo appuntamento, rispettivamente intitolati “Attacco al dipartimento”, “Il cannibale” e “25 anni dopo”. Non mancheranno ovviamente i colpi di scena, da Russlee che viene preso in ostaggio da un ragazzo responsabile di sparatoria in una stazione di polizia, fino al caso riguardante un killer che si ciba delle sue vittime e che forse non agisce neanche da solo. Clicca qui per seguire la diretta streaming video della puntata.

Stasera, venerdì 20 novembre 2015, il piccolo schermo di Italia 1 manderà in onda gli ultimi tre episodi di CSI – Scena del Crimine 14, dal titolo “Attacco al dipartimento”, “Cannibale” e “25 anni dopo”. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: una ragazza viene ritrovata in una limousine rubata all’autista durante un concerto e Sara (Jorja Fox) capisce al primo sguardo che il delitto è avvenuto altrove. Robbins (Robert David Hall) rileva sul corpo un tatuaggio dedicato alla band mentre l’autista della limousine riferisce che la vittima era in compagnia di un’amica. Il chitarrista dei Kiss riferisce che il concerto non era della sua band ma che si trattava di un evento de “L’esperienza del successo”. Brass (Paul Guilfoyle) indaga su ogni altra improvvisata rockstar e scopre che Lex Young (Paul Greene) si era allontanato con la vittima la notte dell’omicidio, ma il batterista viene ritrovato morto in un vicolo. La squadra scopre che la ragazza scomparsa è in realtà una prostituta e che circuiva la vittima con l’inganno di un contratto discografico fasullo. Tengerine viene individuata e confessa di essere la figlia di Lex, ma di averlo lasciato vivo.

La squadra analizza le canzoni suonate quella sera e Nick (George Eads) capisce che il vero colpevole è uno degli altri componenti della band di Lex. In seguito, una bambina trova un vagabondo malconcio nella casa dei vicini e il CSI viene coinvolto sul caso perché risulta scomparsa l’intera famiglia dei Connor. Finn (Elisabeth Shue) trova nella cucina alcuni schizzi di sangue che le fanno sospettare la presenza di diversi crimini mentre Nick capisce che qualcuno ha ripulito delle tracce importanti all’esterno. Tutti i vicini affermano che la famiglia manca da diverse settimane e Doug Adamson (Niko Nicotera) riferisce che era stato ospitato dai Conner, ma Brass non crede alla sua versione dei fatti. Finn scopre che un corpo è stato trascinato verso il garage e ricostruisce la posizione esatta di ogni membro della famiglia. Morgan scopre che qualcuno ha minacciato i Conner sgozzando il loro cane mentre Brass viene a sapere che le vessazioni sono state molte di più. La squadra scopre che Adamson ha affittato un deposito e trova all’interno il corpo del capofamiglia. Grazie alla polvere presente sulle sue scarpe, viene ritrovato un altro cadavere, ma Nick scopre che si tratta dell’amante dell’uomo.

Tutto farebbe pensare alla moglie, ma la figlia viene rintracciata in un hotel e dà una svolta al caso. Heather (Nikki Deloach) confessa che la madre ha ucciso la rivale ma che ipotizza solamente che il padre sia stato ucciso dal fratello. La ragazza afferma anche che non sa dove si trovino entrambi i familiari ma Brass crede che la verità sia diversa. Nell’ultimo episodio in onda la settimana scorsa, uno specialista dell’FBI si unisce al CSI per collaborare nelle indagini su un caso di omicidio in cui è coinvolta la moglie del proprietario di un casinò fetish. La squadra scopre che gli assassini sono due e che sono in grado di creare delle trappole difficili da disinnescare. Nel frattempo, Conrad Ecklie si chiede se sia il caso di nominare un nuovo sceriffo.

Nel primo episodio di CSI – Scena del Crimine 14, dal titolo “Attacco al dipartimento”, la centrale di polizia viene presa di mira da un ragazzino armato di pistola e Russ (Ted Danson) viene preso in ostaggio assieme a poliziotti e civili. Il CSI deve agire al più presto per soccorrere i feriti e Greg (Eric Szmanda) si offre volontario per consegnare al superiore un microfono nascosto in una siringa. Nick si occupa intanto di visionare le immagini di sicurezza e scopre che Russ è riuscito a far inquadrare un’impronta del ragazzo. Hodges identifica il sedicenne Mark Powell (Brendan Meyer), ma la madre non capisce come il ragazzo possa aver trovato diverse armi. A seguire, ne “Cannibale”, il CSI viene chiamato ad indagare su alcuni pericolosi crimini e da alcune tracce rilevate sembra che la squadra dovrà avere a che fare con un cannibale. Nick e Greg conducono delle ricerche sul web per trovare indizi importanti e scoprono che il soggetto sembra non essere il solo. Gli agenti dovranno gestire un branco piuttosto affamato…

Infine, in “25 Anni Dopo” il CSI viene interpellato per il cadavere di un uomo che è tornato in cerca di un bottino ottenuto da una rapina in banca avvenuta 25 anni prima. La squadra collabora con l’ex poliziotto Sam Vescovo, che non ha mai cessato di documentare e studiare il caso. Insieme trovano il luogo dove fu sepolto un ragazzo scomparso e ad individuare che la recente arma del delitto è una statua antica di grosso valore. Sull’oggetto viene rilevata un’impronta digitale molto rara e il caso delinea una successione macabra di reati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori