GABRIELE DE BENETTI/ Riuscirà ad avere la meglio? (Bake Off Italia 3, finale, oggi 20 novembre)

Bake Off Italia 3: Gabriele De Benetti, programmatore di Cadoneghe, si è aggiudicato un posto nella finale del talent culinario di Real Time. Sarà lui il vincitore?

20.11.2015 - La Redazione
bakeoff_3_gabriele
Gabriele (Facebook)

Gabriele De Benetti, programmatore di Cadoneghe (in provincia di Padova), è approdato alla finalissima di Bake Off Italia dopo aver dato prova di grandi capacità e passione e guadagnando più di una volta il grembiule azzurro. L’ultimo gli è stato assegnato proprio in occasione dello scorso episodio, dove Gabriele si è nuovamente segnalato come migliore della puntata. Durante la semifinale Gabriele si è cimentato per la prova creativa – dedicata a un dolce della tradizione regionale di ogni concorrente – nella preparazione di un delizioso tiramisù con mousse al mascarpone, biscotto al cacao, bagna al caffè e crumble di sbrisolona: un tiramisù rivisitato, in omaggio alla pasticceria veneta. Già vincitore del grembiule blu nella puntata precedente, Gabriele ha avuto a disposizione un bonus di quindici minuti per portare a termine la prova creativa e ciò ha reso naturalmente molto più alte le aspettative nei suoi confronti da parte dei giudici Ernst Knam e Clelia D’Onofrio. Il tiramisù di Gabriele non ha del tutto soddisfatto l’esigente palato di Knam (che ha però comunque riconosciuto la sua bravura), mentre ha decisamente conquistato Clelia. La prova tecnica si è svolta a sorpresa in una location esterna: la cittadina tedesca di Langenhagen, dove Knam è cresciuto e ha mosso i suoi primi passi nella pasticceria. Ancora una volta i concorrenti hanno dovuto dimostrare la loro abilità nella preparazione di dolci di tradizione tedesca: la torta a puntura d’ape, pasta lievitata con farcitura di crema alla vaniglia e decorazione a base di miele e caramello, più un pane tipico tedesco a forma di treccia. Gabriele è stato lodato dai giudici per la perfezione della cottura e della lievitazione della torta e per la sofficità del pane. Il grembiule azzurro è stato quindi confermato e in automatico Gabriele si è meritatamente piazzato fra i tre finalisti di Bake Off, insieme a Ilaria e a Patrizia.

Gabriele si è da subito messo in evidenza per la sua bravura e precisione: non a caso insieme a Ida si è spesso imposto come il migliore nell’esecuzione delle prove tecniche. La determinazione e la calma nell’eseguire i suoi dolci sono altre virtù che lo hanno guidato fino alla finale. Non sempre Knam e Clelia hanno però apprezzato le sue prove: come succede a tutti i concorrenti, persino a quelli più capaci, anche a Gabriele è capitato di prendere qualche scivolone, ma è normale che capiti quando la tensione è alta e il tempo stringe. Gabriele però, nonostante le difficoltà, ha sempre concluso in tempo la preparazione dei suoi dolci, che appaiono perfettamente decorati e curati fin nel più piccolo dettaglio. Le glasse sono la sua specialità e anche il quasi incontentabile Ernst non ha mancato di accorgersene. Indubbiamente Gabriele ha tutti i numeri per continuare un percorso nella pasticceria a livello professionale: il suo incontro con questo meraviglioso mondo è avvenuto quasi casualmente, quando ha provato a riprodurre i muffin portati in ufficio da una sua collega. Da quel momento fra lui e la pasticceria è stato amore a prima vista e Gabriele si è perfezionato in ricette sempre più complicate, dando così sfogo alla sua precisione e alla sua inesauribile creatività. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori