VALERIO SCANU/ Come sarà il suo Luciano Pavarotti? (Tale e Quale Show, ultima puntata 20 novembre 2015)

- La Redazione

Tale e quale show: per la finalissima del programma di Rai Uno condotto da Carlo Conti, Valerio Scanu dovrà vestire i panni del tenore Luciano Pavarotti

valerioscanuisoladeifamosi
Valerio Scanu

Il personaggio che è stato assegnato a Valerio Scanu per la finalissima di venerdì 20 novembre è davvero assai ingombrante, in tutti i sensi. Si tratta, infatti, di un mito dell’opera lirica, amato e apprezzato in tutto il mondo: Luciano Pavarotti. A otto anni dalla sua scomparsa, il tenore italiano è ancora tra i più apprezzati e amati nel mondo e, quindi, Valerio dovrà vedersela con una figura artistica praticamente intoccabile. Il rischio che il suo omaggio, per quanto riverente e sentito, scivoli nella farsa è sempre dietro l’angolo e dovranno fare molta attenzione, sia lui che i coach, affinché ciò non accada. Sarebbe davvero un peccato, anche perché Valerio Scanu è tra quelli che hanno ottenuto i migliori piazzamenti nelle ultime puntate e allo stato attuale è nei primi posti della classifica generale. Una prova non convincente potrebbe, dunque, farlo drasticamente scivolare verso il basso e ciò dispiacerebbe a tutti i suoi fan, visti la grande dedizione e il duro lavoro con cui ha affrontato, settimana dopo settimana, i vari personaggi che gli sono stati via via assegnati. 

Ultima puntata per Tale e Quale Show questa sera che regalerà altre emozioni con anche Valerio Scanu protagonista. Questo ritwittato un post di Serena Rossi che li vede ritratti insieme con una faccia sconsolata e delusa per la fine della trasmissione. A commentare la foto il seguente post: “Io e Valerio Scanu siamo molto tristi che sia arrivata l’ultima puntata di Tale e Quale Show. Ci vediamo questa sera alle ore 20.35”. Ci aspettano grandi sorprese e soprattutto questo post ci fa capire quanto anche ai concorrenti mancherà questa straordinaria trasmissione. Anche lo stesso Sergio Friscia nell’ultima puntata del Maurizio Costanzo Show ha raccontato come i concorrenti si divertano molto in queste esibizioni. Clicca qui per il tweet di Serena Rossi e la foto con Valerio Scanu.

Penultimo a esibirsi nella puntata di Tale e Quale Show di mercoledì 11 novembre, il cantante Valerio Scanu è stato molto apprezzato dai giudici che lo hanno fatto salire sul podio al terzo posto con 52 voti complessivi, subito dopo Francesco Cicchella che ha ottenuto 73 punti e dietro Bianca Guaccero, arrivata prima in classifica con ben 77 punti. Una buona posizione, visto che il primo concorrente ha vinto l’edizione del 2015 e la seconda è arrivata quarta in quella dell’anno precedente. La escalation di Valerio Scanu è stata lenta ma progressiva in questo torneo che vede in gara i primi sei campioni delle ultime due edizioni. Un cammino che lo ha portato a vincere la puntata precedente, quella del 6 novembre, con la perfetta interpretazione di Koncita Wrust, di cui ha cantato “Rise like a Phoenix”. Così, attualmente, Valerio Scanu è tra le primissime posizioni della classifica generale e crediamo che cercherà di dare del filo da torcere ai suoi colleghi nella finalissima di venerdì prossimo 20 novembre, quando verrà decretato il Campionissimo 2015. Nella puntata dell’11 novembre, il cantante sardo si è guadagnato una standing ovation del pubblico e dei suoi colleghi, con l’imitazione di Alex Baroni, purtroppo morto prematuramente per un incidente diversi anni fa, la cui memoria è rimasta indelebile nel cuore di tanti estimatori e non solo del cantautore milanese.

Interpretando una tra le canzoni più note di Baroni, “Cambiare”, Valerio Scanu ha dato prova di avere ottime capacità vocali, quali già gli si riconoscevano, ma anche una sensibilità interpretativa che ha convinto un po’ tutti. Tra i quattro giudici della serata, il primo a intervenire, Nicola Savino, ha detto che Valerio era stato bravissimo e che aveva cantato con grande trasporto. La sua interpretazione è stata emozionante, ha sottolineato, anche perché il ricordo di Alex Baroni è una ferita ancora aperta nella musica leggera italiana. Affermando che giocava in casa riguardo la vocalità, ha scherzato sulla somiglianza fisica nella quale era proprio impossibile riuscire in pieno. Ci voleva una pialla, ha a sua volta scherzato Valerio, di rimando. Claudio Lippi, intervenendo subito dopo, si è lamentato come sua abitudine del fatto che i concorrenti erano tutti troppo bravi e che, perciò, aveva almeno 8 posti con il massimo dei voti e non sapeva come fare. Ha detto quindi a Valerio che era stato bravissimo e sensibile nella sua prova, e glielo diceva con convinzione, non per pura piaggeria, avendo avuto in passato con lui un momento di fraintendimento. Loretta Goggi ha espresso il suo giudizio positivo rimarcando anche un’ottima somiglianza morfologica con il cantautore scomparso. Poi con voce rotta dall’emozione ha notato che l’interpretazione di Scanu gli aveva ricordato moltissimo Alex Baroni, che aveva avuto il piacere di sentire cantare dal vivo nel corso di un festival della canzone napoletana. In quell’occasione aveva interpretato “Il cielo in una stanza” e l’aveva lasciata a bocca aperta. Risentirlo come se fosse qui, ha sottolineato la Goggi, è stato un piacere enorme e una grande emozione. Infine Gigi Proietti, ricordando che aveva usato poco il suo “Poh!” e denotando che tutti gli altri giudici avevano già espresso a voce quello che avrebbe voluto dire lui, ha usato la sua esclamazione preferita, con un bel “Poh!” di chiusura. Valerio Scanu, prima di andare a sedersi sul divano, accanto ai suoi compagni di percorso, ha voluto dedicare l’esibizione appena fatta alla mamma di Alex Baroni, Marina, che sapeva davanti alla televisione intenta a seguire la trasmissione e l’omaggio al suo sfortunato figlio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori