BARBARA D’URSO vs PAOLO ROMANI/ La conduttrice contrattacca: “Io inadeguata? Lui ha inventato Colpo Grosso”

- La Redazione

E’ nata un’accesa polemica tra Paolo Romani e Barbara D’Urso. Il senatore ha definito la conduttrice “inadeguata” e lei ha risposto per le rime ricordandogli la paternità di “Colpo Grosso”

domenica5_barbara-dursoR400
Barbara d'Urso, Domenica Live

Per Barbara D’Urso essere al centro delle polemiche non è una novità, ma forse non si aspettava di essere attaccata da Paolo Romani. Il politico di Forza Italia si èinfatti scagliato contro la conduttrice di Domenica Live e Pomeriggio 5 con un tweet in cui la definiva “inadeguata” ad occuparsi di uno speciale sugli attacchi terroristici di Parigi: “D’Urso inadeguata e insopportabile. Occupati di amori, canti, balli e pettegolezzi, non di problemi seri. Dov’è il direttore di Canale 5?”. Sulle pagine di Dagospia la conduttrice risponde pacatamente, ma senza lasciar cadere le gravi offese nel vuoto e lanciando delle sottili frecciatine mascherate da complimenti: “Rispetto sempre le idee di tutti, quindi anche quelle di Romani. È uno che ne capisce di tv, ha scoperto Maurizia Paradiso, inventato Vizi Privati e Colpo Grosso . Avrebbe potuto alzare il telefono e chiamarmi invece di dirlo all’Ansa, pazienza”. Riguardo alle su sue credenziali, la D’Urso ha voluto ricordare di non essersi mai occupata solo di temi leggeri: “Renzi è venuto da me per annunciare il Bonus bebè. Berlusconi, Pannella, Letta, Franceschini e tanti altri. Ho portato avanti per 8 anni la battaglia contro la violenza sulle donne, gli speciali sull’emergenza terremoto. Non ho bisogno di ricordarmi ogni volta quello che ho fatto per non sentirmi ‘inadatta’”. Anche gli ascolti, secondo Barbara, le danno ragione: “Ho 3 milioni e passa di spettatori che ogni giorno mi dimostrano amore. L’azienda è stata compatta con me, come in tutte le grandi famiglie. Mi hanno chiamato o scritto colleghi e politici di destra e di sinistra: tutti. Io a Mediaset mi sento come una figlia protetta e guai a chi mi tocca. Qui faccio parte delle mura. Le curve di ascolto dimostrano che la concorrenza mi sorpassa di una virgola quando sono in pubblicità. Loro ne hanno molta meno. Lavoro in una tv commerciale e la mia vittoria è portare pubblicità”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori