CSI – SCENA DEL CRIMINE 14/ Oggi, venerdì 27 novembre 2015, non va in onda: ecco perché

- La Redazione

CSI – Scena del Crimine 14, oggi – venerdì 27 novembre 2015 – non va in onda: ecco perchè. La serie si è conclusa la settimana scorsa, oggi inizia su Italia 1 Person of Interest IV

csi-scena-del-crimini_R439
CSI - Scena del Crimine

Stasera, venerdì 27 novembre 2015, il piccolo schermo di Italia 1 non manderà in onda una nuova puntata di CSI – Scena del Crimine 14. Gli episodi, infatti, si sono conclusi la settimana scorsa, ma nuovi interessanti delitti attendono il CSI per la stagione successiva. La quindicesima stagione è stata trasmessa nelle reti italiane solo ad aprire di quest’anno in diciotto episodi, e altrettanti casi su cui indagare. In particolare, la sesta puntata dal titolo “Il paradosso dei gemelli” rappresenta un crossover del terzo spin-off della serie CSI Cyber. Patricia Arquette, una delle attrici del penultimo episodio appena trasmesso, è infatti la protagonista della serie e grazie alle sue competenze in psicologia e informatica seguirà il CSI da un punto di vista completamente diverso e tecnologico. Il cast principale della serie viene comunque ribadito per la stagione successiva e solo Elisabeth Shue (Finn) e George Eads (Nick) abbandoneranno il gruppo con la fine dell’ultima puntata. Al suo posto, oggi la rete del Biscione inizierà a mandare in onda la quarta stagione di Person of Interest, con i primi tre episodi dal titolo “Numero nuovo”, “Nautilus” e “Esperto di donne”. Di seguito trovate invece i riassunto degli ultimi episodi di CSI.

Nelle ultime puntate di CSI – Scena del Crimine 14, Owen Linder (Brandon Keener) riferisce di essere stato aggredito da un cannibale che assomiglia a Nick (George Eads) e che è riuscito a fuggire prima di venire divorato. Il CSI crede che si tratti di uno psicopatico ma Albert (Robert David Hall) mostra a Nick che gli è appena stato recapitato un braccio smembrato. L’agente scopre che l’arto appartiene a Dennis Hagel (Sheldon Coolman) mentre Greg (Eric Szmanda) che Owen frequenta dei siti in cui il cannibalismo è vissuto come una pratica feticista. La vittima dice di aver contattato un certo Ethar online ma anche che in rete gira un film snaps girato grazie all’endoscopia. Sara (Jorja Fox) capisce che la donna ripresa ha una lesione interna e grazie al contenuto del suo stomaco risale a Brenda Waring (Heather Ann Davis) ma il CSI trova anche il cadavere di Hagel nel suo appartamento, entrambi orrendamente macellati. Nick e Finn (Elisabeth Shue) accedono ad un finto festino cannibale e Gary Korlov (Steve Valentine) ammette di aver dato l’arma del delitto a Ethar. Intanto, il killer convince Todd Burris (Eric Petersen) a allestire un finto delitto ma la guardia si uccide subito dopo. Lo sceriffo preferisce incolpare Todd Burris (Eric Petersen) per chiudere il caso ma Russ (Ted Danson) sa che la verità è un’altra. Il CSI deve indagare sull’omicidio di Audrey Berman (Diana R. Lupo) e scopre che il delitto è connesso ad altri crimini informatici. Brass (Paul Guilfoyle) crede che il colpevole sia Lee Berman (Gil Bellows) ma l’agente speciale Avery Ryan (Patricia Arquette) sa che la responsabile è invece una donna che ha conosciuto online. La fantomatica Kitty aggancia appositamente degli uomini facoltosi e invia loro un virus per entrare nelle loro case intelligenti. Kitty è un avatar virtuale, ma Ryan sa che la persona che l’ha creata non lo è. L’agente chiede il supporto specifico di Finn per entrare nel pc di Berman e scopre che le vittime vengono riprese tramite la fotocamera. Il CSI trova un video in cui Kitty ricatta Berman e che Kitty aveva ucciso la moglie proprio come aveva promesso. Tempo dopo, la vera Kitty si presenta alla squadra perché Ryan crede che la sua immagine sia stata rubata dal killer. Brass e Nick riescono ad individuare il sospettato, ma Nebula li stava attendendo e fa trovare il video in cui uccide Audrey. Ryan sfrutta la finta Kitty per attirarlo e provoca l’ira di Nebula riuscendo ad arrestarlo seguendo i suoi passi falsi. Roger Mathers (Zeus Mendoza) viene ritrovato vicino ai binari, una vecchia conoscenza dello sceriffo locale. La vittima si era imbattuta anni prima in due rapinatori e lo sceriffo presume che sia tornato per cercare il bottino scomparso. Nel frattempo, Brass viene informato che la figlia ha tentato il suicidio con una forte ingestione di farmaci. Un amico d’infanzia riferisce che Roger era ossessionato da una statuetta antica rubata nella rapina e che pensava di venderla per risolvere i propri problemi economici. Il CSI riapre il caso dei rapinatori Paul e Ben O’Malley (Jonathan Cahill) e Finn trova un’impronta rilevata anche sulla scena dell’ultimo crimine. Sam Bishop (Treat Williams) diventa il principale sospettato ma la squadra scopre che si tratta di un criminalista. Greg e Sara riescono a trovare la fossa in cui era stato sepolto il bambino nell’89 e scoprono che Karen Bishop (Gina Holden) aveva fatto lo scavo con Roger. Bishop analizza il vecchio omicidio e il CSI scopre che il bambino è stato ucciso dai tre amici. Karen confessa di averlo soffocato per paura di essere uccisa dal rapinatore ma anche che ha assassinato Roger per appropriarsi della statuetta. La figlia di Brass si riprende e l’agente capisce che non può fare a meno di lei.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori