SOTTO COPERTURA / Fiction Rai 1, anticipazioni e diretta ultima puntata 3 novembre 2015: Iovine viene arrestato

- La Redazione

Sotto Copertura, anticipazioni seconda e ultima puntata 3 novembre 2015 e analisi prima: Iovine verrà arrestato, ma a che prezzo? Emilio rischia grosso e anche Anna non è al sicuro

Sotto_Copertura
Sotto Copertura

Iovine è pronto a tendere un agguato ad Anna. La ragazza riceve intanto la visita di Emilio: i due ritornano quindi insieme. Il 17 novembre 2010 a casa dei genitori di Giuliana sono invitati i Corradi. Dalle intercettazioni Romano e i suoi uomini capiscono che al pranzo ci sarà anche Iovine e così decidono di organizzare un blitz. Al posto del boss si presenta però il suo braccio destro, ma Iovine alla fine decide di guardare per l’ultima volta Anna. I suoi uomini sono pronti a entrare in azione, ma la polizia interviene giusto in tempo per fermarli e può quindi arrestare l’uomo che stava cercando da così tanto tempo. Venuto a sapere dell’arresto di Iovine, Zagaria decide di sparire per un po’, mentre Carlo va nella chiesa di don Diana e fa suonare a festa le campane.

Anna chiarisce a Emilio la situazione, spiegandogli che sarà sua cugina Giuliana a occuparsi di Iovine. Il ragazzo non vuole però avere più a che fare con lei. La nuova situazione non è certo ideale per Romano e i suoi, che hanno perso l’unica pista che li portava verso il boss. I poliziotti decidono di non fermarsi e si mettono sulle tracce della ragazza che ha preso il posto di Anna e capiscono che si tratta di Giuliana. De Luca deve però lasciare l’operazione perché un uomo di Iovine potrebbe riconoscerlo. Emilio si presenta in commissariato e rilascia una deposizione a Romano spiegandogli che è Giuliana la ragazza che si occupa di Iovine. Romano gli fa capire che dovrebbe perdonare Anna. 

Ricci chiede un incontro a Romano. Anna obbedisce a Iovine e mente a Emilio. Il ragazzo ha intanto dei progetti: vuole comprare una fattoria dismessa e la mostra ad Anna dichiarandole il suo amore. La madre della ragazza parla a Iovine sia di Domenico che di Anna, che pare un poco stanca e si offre persino di prendere il suo posto. Il boss intanto fa uccidere Ricci, dato che era stato visto insieme a Romano. Zagaria convince Iovine a liberarsi di Anna. La ragazza, intanto, scossa per la morte dell’amico Ciro, si reca dal boss. Dopo averle fatto un ultimo regalo, Iovine dice ad Anna che è libera e non la chiamerà più. 

Romano è curioso di scoprire come Iovine reagirà alla scelta di Anna, ma si trova ancora a discutere con la procuratrice che vorrebbe fermare l’operazione e con la figlia desiderosa di partire per Edimburgo. Iovine e Zagaria costringono Ricci ad accettare di fingere di bonificare i terreni dai rifiuti tossici per intascare il 50% degli appalti. Il boss fa poi convocare Anna e i suoi genitori. Dalle intercettazioni ambientali, gli uomini di Romano si accorgono che sta succedendo qualcosa di importante e attendono il ritorno dei Corradi. Iovine minaccia Anna e le intima di obbedirgli se non vuole che accada qualcosa a Emilio e ai suoi genitori. Ovviamente le dice di non rivelare nulla al ragazzo. Romano intanto brancola nel buio, dato che gli uomini di Iovine continuano a cambiare il mezzo con cui Anna viene portata dal boss. 

La seconda e ultima puntata di Sotto copertura è cominciata. Emilio vede Anna andare via. La ragazza chiede al padre di tornare a casa e viene accontentata. L’operazione di Romano viene quindi annullata. Iovine chiede allora di vederla il giorno seguente. Anna incontra ancora Emilio e decide di dirgli la verità su suo “zio”. I poliziotti in ascolto capiscono quindi di essere sulla pista giusta. I due ragazzi sembrano sul punto di separarsi ancora. Emilio chiede ad Anna di non vedere più Iovine. E lei accetta. Questo però la porta a litigare coi genitori.

A partire dalle 21:20 Rai Uno trasmette la seconda parte della miniserie “Sotto Copertura”. Michele Romano, commissario a capo della squadra mobile di Napoli è disposto a tutto per rintracciare il latitante camorrista Antonio Iovine, nascosto nel labirinto impenetrabile di Casal di Principe. Per assicurare il boss dei casalesi alla giustizia, Romano, interpretato da Claudio Gioé proverà a sfruttare il lavoro di alcuni collaboratori tanto coraggiosi quanto preparati, analizzando nel dettaglio le mosse del clan e dei suoi affiliati. Clicca qui per seguire la diretta streaming

Guardando il video promo della seconda puntata di Sotto Copertura, che ci aspetta oggi – martedì 3 novembre 2015 – sul piccolo schermo di Rai 1, i telespettatori forse potranno tirare un respiro di sollievo, dal momento che Romano avrà occasione di confrontarsi con Emilio e questo significa che forse gli scagnozzi di Iovine l’hanno risparmiato. Anna sceglierà di tornare indietro da lui, confessargli tutto, non rispettando le indicazioni del Boss dei Casalesi e ponendo anche lei stessa e tutta la sua famiglia in pericolo. Romano dovrà cercare di comprendere come potrebbe reagire Iovine a tutto questo, tenendo anche a bada la Procuratrice che sta cercando di fargli capire in tutti i modi che i fondi per l’indagine sono conclusi. Alla fine, si presenterà il momento propizio: ce la farà Romano, insieme a tutta la sua squadra, a metterlo dietro le sbarre? Clicca qui per vedere il video promo della seconda puntata di Sotto Copertura, disponibile su Rai.tv

È piaciuta e ha convinto la miniserie Sotto Copertura che è andata in scena ieri sera, lunedì 2 novembre 2014, con la prima delle due puntate previste: sono stati parecchi i telespettatori attratti dalla novità e che hanno deciso di lasciare sintonizzato sul primo canale nazionale. Per la precisione, la serie con Claudio Gioè e Guido Caprino ha conquistato la bellezza di 5 milioni e 849 mila telespettatori con il 21.75% di share aggiudicandosi il primo gradino del podio nella battaglia degli ascolti e battendo anche il diretto competitor su Canale 5, Squadra Antimafia, e non di poco. Riuscirà a replicare questo successo anche stasera? Staremo a vedere!

Tutti i telespettatori di Sotto Copertura attenti anche al mondo dei social network avranno notato che sta spopolando anche l’hashtag #metticelafaccia, che riprende il titolo della canzone di Lucariello che fa da sigla alla miniserie in due puntate con Claudio Gioè e Guido Caprino. Un brano che invita a mettersi in gioco proprio quando si ha da temere di più, nel momento in cui si ha paura e si sa che si rischia grosso: mettici ‘a faccia canta l’artista, e vuole sottolineare che tirandosi indietro non si arriva a nulla, c’è bisogno invece di accettare e affrontare la criminalità che purtroppo è presente sia a Casal Di Principe che a Milano, due città che vengono prese come esempio per far capire che tutta l’Italia è coinvolta (clicca qui per ascoltare il brano cantato da Lucariello e seguire il testo). Tanti personaggi del mondo dello spettacolo hanno condiviso una fotografia con l’hashtag #METTICILAFACCIA per sottolineare il messaggio che la fiction vuole dare, e non solo gli attori di Sotto Copertura: sul web, e più in particolare sulla pagina Facebook di Rai 1, si vedono anche le foto di Antonella Clerici, Geppi Cucciari, Elisa Isoardi, Lino Guanciale; Nino Frassica, lo stesso Lucariello e tanti altri…

Ci hanno lasciati proprio sul più bello, con diverse situazioni in sospeso: Sotto Copertura, la mini fiction di Rai 1 torna stasera, martedì 3 novembre 2015, sul piccolo schermo del canale nazione e le anticipazioni – dal momento che la il prodotto televisivo è ispirato ad una storia reale – lasciano intendere che la missione contro Iovine andrà buon fine e porterà la squadra ad arrestarlo, ma a che prezzo? Il boss dei Casalesi ha dato il via libera ai suoi scagnozzi per l’uccisione di Emilio, il giovane ragazzo con cui la sua pupilla, Anna, ha iniziato ad uscire. Proprio lei gli racconterà tutto, e questa mossa darà al team una prova certa sulla strada che stanno percorrendo per la buona riuscita dell’indagine, ma anche Iovine non se ne starà certo con le mani in mano. Anna e la sua famiglia, infatti, entreranno nel mirino: se l’arresto andrà a buon fine, bisogna ora capire chi ci andrà di mezzo pagando con la vita. Romano è in gamba, ma riuscirà a portare in salvo anche i suoi inconsapevoli collaboratori? Anche la storia di Carlo e di Chiara, figlia del commissario, è appesa ad un filo: lei, convinta di voler lasciare Napoli e tutto il marcio che porta con sé, ha incontrato il giovane poliziotto che ha un desiderio sconfinato di fare pulizia. Questo la porterà a ricredersi? Il finale, dunque, è certo: Iovine andrà dietro le sbarre. In che modo verrà scritto il finale della storia, invece, è tutto da scoprire: appuntamento a stasera, su Rai 1, per la seconda e ultima puntata di Sotto Copertura.

La serata di Rai 1 ci ha regalato la nuova mini-serie di due puntate Sotto Copertura. Questa ha raccontato la storia di Antonio Iovine boss del clan dei Casalesi che poi pentito ha collaborato con la giustizia dopo la cattura. Come andrà a finire la serie nel secondo episodio di domani sera? Molto ruoterà, almeno all’inizio, su quello che farà Emilio con Anna e se la ragazza riuscirà a scappare dal boss e dai possibili pericoli che ne conseguono. Ci sarà una lite con i genitori che sicuramente scombinerà i piani anche di chi ha seguito il tutto da lontano. Iovine infatti non rimarrà insensibile dietro alle decisioni della ragazza anzi arriverà anche a minacciarla facendo il temere il peggio per i suoi cari. Domani scopriremo tutto e capiremo come gli sceneggiatori hanno voluto raccontare e concludere questa storia che trae ispirazione dalla realtà.

Emilio è sotto tiro, e i telespettatori l’hanno capito chiaramente. La fiction Sotto Copertura, che torna domani sul piccolo schermo di Rai 1, ha in serbo una puntata conclusiva in cui il ragazzo con cui Anna è uscita sembra davvero rischiare grosso. Il boss Iovine ha dato l’ordine di ucciderlo se dovesse mettersi a seguire la giovane, e su Twitter i telespettatori sono dalla sua parte, nella speranza che il bene trionfi ed esca incolume dalla situazione in cui non immagina neanche di essersi cacciato. “Emilio siamo tutti con te! #SottoCopertura” scrive infatti un utente su Twitter: riuscirà a scamparla o il suo destino è segnato? In generale, la miniserie ha avuto un buon riscontro da parte del pubblico, “Coinvolgente la serie, bravissimo il cast e importante il messaggio. Per me promossa a pieni voti #SottoCopertura”, “Complimento a @LuxVide e RaiFiction per la ricchezza del racconto, la persuasiva interpretazione la forza del messaggio di #SottoCopertura”, “Completamente rapita da #SottoCopertura peccato che sia già finita la prima puntata è volato il tempo” sono solo alcune delle parole che sia leggono infatti sul social: ora non resta che vedere come si concluderà la vicenda per tutti personaggi. Le anticipazioni rivelano che la squadra porterà a termine l’indagine, ma a quale prezzo? La seconda puntata di domani sarà tutte le risposte…

Nella serata di martedì 3 novembre 2015, torna su Rai 1 Sotto Copertura, la miniserie con Claudio Gioè nei panni dell’ispettore Michele Caputo. Le anticipazioni rivelano che Emilio è tenuto sotto tiro, ma decide comunque di lasciare andare Anna. La giovane sta per essere accompagnata a casa dello zio Iovine, ma chiede ai genitori di tornare indietro e confessa ad Emilio come passa in realtà le sue giornate. La squadra, nel frattempo, esulta, perché la sua confessione è la prova che mancava in tutta l’operazione condotta fino ad adesso. La furia del boss sarà inizialmente implacabile, ma poi si farà fredda e vendicativa: mentre Emilio rivelerà alla giovane di voler costruire una vita insieme a lei, Iovine le concederà di lasciare il suo servizio, prendendo al suo posto la cugina Giuliana, ma pensando in segreto di  uccidere tutta la sua famiglia, lei compresa. Aver perso il contatto di Anna a poco dalla conclusione dell’indagine e con il pressare della Procura alle spalle, inoltre, non sarà un bel colpo per la squadra: il team si metterà immediatamente sulle tracce della cugina di Anna. Proprio all’ultimo, quando l’attentato sta per essere portato a termine, la squadra interviene con successo…

Carlo racconta ad Anna che gli è capitato di rubare dei soldi in chiesa e dopo, seguendo le parole di un prete, li ha riportati. È proprio lì che hanno ucciso Don Peppino, è stato proprio il clan dei Casalesi: è per questo che ha voluto unirsi alla squadra. Carlo fa capire a Chiara che fa questo per ripulire la città, e nel frattempo Anna incontra Emilio e il giovane le rinfaccia di aver tenuto il cellulare spento per ben tre giorni. Anna è dispiaciuta, e alla fine i due fanno pace e riprendono la loro relazione. Si arriva di nuovo a sabato e Anna è costretta di nuovo a lasciare Emilio con la scusa dello zio malato: il giovane è convinto che lo stia tradendo e Anna è delusa dalla sua reazione. Emilio le chiede di poter andare insieme a lei, e le dà una sorta di un ultimatum. Anna scende dalla macchina senza dire una parola e si capisce che il loro rapporto è giunto al capolinea: la ragazza, però, si è affezionata e si vede. La squadra si prepara, sa che fa un’ora la giovane sarà da Iovine: si rimettono in ascolto e anche il boss è attento, specialmente ai movimenti di Emilio. Ha paura che provi a seguire Anna e ordina di ucciderlo, se fosse necessario…

Romano vede che sua figlia Chiara è amica di Anna e le consiglia di starle lontano, facendola di nuovo arrabbiare: confessa tutto a Rosanna, la collega, e la scena si sposta di nuovo su Emilio e Anna, che escono a cena e parlano del futuro. La scena si sposta su una cena di famiglia in cui c’è anche Iovine, ma Carlo pensa che non sia importante dalla intercettazioni e la squadra non riesce a capire. Anna confessa a Iovine che ha trovato il fidanzato ma il boss non è convinto e non si fida. Le chiede di andare a vedere un posto di cui gli hanno proposto l’acquisto. Anna ed Emilio escono di nuovo insieme e il giovane le dà un regalo: si tratta di un anello in pietra ma Anna sembra molto contenta lo stesso. I due si scambiano un bacio e lei sembra molto dispiaciuta di non poterlo vedere di sabato. La squadra ascolta e nota l’esitazione di Anna, sono sulla strada buona e cercano di individuare gli spostamenti della giovane. Carlo è sul posto nelle vesti di barbone, e vede che l’auto si nasconde dietro un cassonetto, ma una banda di motociclisti lo prende di mira proprio perché sembra un senzatetto. Lui va avanti, imperterrito, a riferire le sue mosse. La macchina è persa, e anche Salvo conferma: non hanno visto nessuna vettura. Deve correre da Carlo che ancora in balia dei motociclisti. Iovine intanto festeggia, e Carlo intima il collega di non intervenire, nonostante lo stiano picchiano, per non mandare a monte l’operazione. È ridotto male, ma sembra che se la caverà. Romano non è contento che non abbiamo obbedito ai suoi ordini, ma in realtà è fiero e trova il modo di farlo capire abbracciando Carlo. Iovine regala al figlio un orologio per i suoi venti anni, ma comunque lo rimprovera perché non va a trovare la madre in carcere. Salvo ha problemi con la moglie, vorrebbe solo vedere i suoi figli e non è contento della reazione di quella che è stata la sua ex compagna. Arturo torna a casa e vede che la moglie sta tornando a casa, senza capire bene dove sia stata, mentre Emilio non riceve risposta da Anna. La procuratrice conferma che restano solo poche settimane per portare avanti l’indagine, poi i soldi finiranno. Chiara, la figlia di Romano, nel frattempo torna con una scusa per incontrare Carlo e lui decide di portarla fuori.

Iovine chiede ad Anna di trovarsi un fidanzato, dopo aver saputo che cosa è successo nel bar: la giovane ha già in mente qualcuno e gli dà appuntamento. Un bravo ragazzo: il giovane è Emilio, e fin da subito fa sorridere Anna. Salvo e Arturo intanto sono sul luogo, in macchina, mentre il primo discute con la moglie al cellulare: non si fanno vedere, e nel frattempo Anna organizza un nuovo incontro con Emilio. Non ha però intenzione di impegnarsi veramente, e Rosanna lo critica fortemente ma Romano la richiama al dovere. Iovine e Michele si trovano per concludere un affare con un altro uomo, e cercando di convincerlo che la loro offerta è buona. Intanto, la famiglia di Romano è sotto scacco e Iovine ha in mano le foto della figlia e della moglie, stanno rischiano grosso. Carlo ci riprova, e tenta di entrare nel team: mostra a Romano una foto di quando era piccolo, e gli spiega un dettaglio del suo passato che convince Iovine che la sua determinazione è sincera. Carlo entra in squadra. Indagano su Emilio, il giovane che è uscito con Anna. I due fanno una piccola escursione in cima al Vesuvio e Anna si trova ancora a sorridere con lui, starà fingendo?

Vediamo il primo dialogo tra Anna e Iovine: arriva un nuovo regalo, si tratta di un cellulare, ma il boss si raccomanda di non portarlo mai addosso quando va da lui. Romano è a casa, e arriva una busta della figlia da parte dell’Università di Edimburgo, e lui le fa capire che vorrebbe che si iscrivesse a giurisprudenza. Non vorrebbe che lasciasse Napoli, ma la figlia gli confessa che vorrebbe andarsene, perché la città è marcia e la fa paura. Romano vorrebbe che provasse a cambiare le cose. I telespettatori hanno modo di conoscere Carlo, un giovane poliziotto che vorrebbe unirsi alla squadra ma che non viene accolto troppo bene dal commissario: lui vorrebbe unirsi al team, ma Romano non è della stessa idea. Arturo, in borghese, riesce a capire che sabato Anna sarà da Iovine ma è costretto ad intervenire, scoprendo il suo volto, per fermare due ragazzi che litigano per lei. Iovine incontra Michele su uno yacht, e discutono di un affare. Uno dei ragazzi che si sono picchiati per Anna viene ucciso, e il team capisce che la copertura di Arturo è saltata, rischia anche lui dal momento che hanno visto la sua faccia. Romano non è contento. Il cellulare di Anna si spegne di nuovo e la macchina gira in una zona precisa. Anna arriva dal boss, e lui le conferma che vorrebbe uscire.

Rosanna conosce Anna sotto copertura, andando dall’estetista dove la giovane lavora, e attacca bottone grazie all’anello che la giovane porta al sito, che proprio Iovine gli ha regalato. Il suo team ha paura che venga scoperta, e glielo fanno notare. Capiscono che è proprio di Iovine che si tratta, ma non mancano i contrasti che Romano cerca di spegnere sul nascere. Mettono sotto sorveglianza la famiglia, e coinvolgono gli agenti: la macchina del padre di Anna è sotto controllo, e sperano nella cimice che hanno piazzato. Il cellulare si spegne. La famiglia di Anna è in macchina con lei, e Romano capisce che la stanno portando proprio dal boss, perché c’è silenzio, non sentono nessuno parlare sull’autovettura. Si fermano e così la squadra ipotizza che è lì che si nasconde Iovine: Rosanna ricapitola, Anna ha spento il cellulare e in seguito i genitori l’hanno lasciata scendere. Romano ipotizza che sia un’area di scambio, ma che Iovine sia comunque ancora a Casale: per lui è una questione di dignità.

Michele Romano interroga i ragazzi che erano presenti sull’autovettura, e capisce da un cellulare che hanno dei contatti con Iovine: in base ai dati telefonici, sono convinti che il boss si nasconda in una edificio preciso, ma gli agenti trovano l’opposizione del procuratore, che al massimo autorizza un controllo. Nell’edificio che avevano individuato riescono a trovare un’intercapedine, e scendendo le scale finiscono in un seminterrato che sembra alquanto sospetto. I tecnici però, sono costretti a fermarli, per paura di un crollo: a Romano non interessa, e fa procedere con i lavori, cercando di ignorare anche la chiamata della procuratrice. È proprio lei a sottolineargli che non era autorizzato a procedere, e per questo Romano è costretto a cedere. Iovine, in realtà, si nasconde proprio dietro alla parete che stavano cercando di abbattere: per un pelo non sarebbe stato sotto la loro custodia. Rosanna, la collega di Romano, è distrutta dalla morte del suo compagno, uno dei due che guidavano la macchina colpita dalla mafia: anche per il commissario non è facile, e torna a casa dalla famiglia per riabbracciare i suoi affetti. Iovine fa uccidere la ragazza che c’era sulla macchina, Francesca, perché crede che il ragazzo rivelerà dove si trova: Romano riesce a capire che Anna, una ragazza di Casale, è molto vicina al boss. Questo nome può essere fondamentale, dal momento che la giovane è spesso in sua compagnia. La procuratrice gli dà due mesi, e tre agenti: il tempo è limitato e Romano deve scegliere accuratamente i suoi colleghi. Rosanna rifiuta, ma lui non si arrende e prova a convincerla: è la miglior analista sulla piazza. La base è operative, e Arturo è dei suoi insieme ad un ingegnere di Casale. Rosanna, alla fine, li raggiunge e si unisce al team.

Si comincia. La fiction di Rai 1 in due puntate, Sotto Copertura, ha preso il via sul primo canale nazionale. Conosciamo quasi subito il commissario Romano, che riceve una telefonata in cui un collega conferma che hanno fermato tre sospetti. Due giovani ragazzi, e una ragazza che riesce a liberarsi della pistola che le avevano fatto nascondere: vengono portati in commissariato, ma risultano tutti e tre puliti. La macchina sulla quale viaggiano, però, viene colpita da alcuni colpi di proiettile e i poliziotti che li avevano in custodia muoiono sul colpo. I tre ragazzi fermati sono liberi e Romano arriva sul posto per iniziare le indagini…

Poco, davvero poco manca all’inizio di questa nuova fiction Rai, Sotto Copertura, che oggi e domani terrà incollati immaginiamo gli spettatori per una storia di grande interesse nazionale, come la questione sulla criminalità organizzata della Camorra. La storia della cattura di Antonio Iovine, vede la grande interpretazione di Guido Caprino chiamato ad un altro ruolo importante dopo il recente Antonio Di Pietro nella fiction di Sky “1992” sulle vicende, un po’ romanzate, di Tangentopoli. Un cambio repentino, da un magistrato del Pool di Mani Pulite che combatte la criminalità e la corruzione, ad un uno dei malavitosi più pericolosi degli ultimi anni come Iovine, capo del Clan dei Casalesi. cambi repentini ma sempre grande interpretazione per un attore davvero emergente come Caprino che sarà uno dei punti di forza assieme a Claudio Gioè in questa mini fiction di Rai 1. Mancano pochi minuti e potremo vederlo in prima tv e anteprima sulla solita diretta Rai in televisione, oppure per chi non potesse o volesse c’è sempre il servizio gratuito di streaming video che permette si seguire comodamente sui propri device personali la prima puntata di Sotto Copertura, basta collegarsi al sito di Rai.tv cliccando qui

Ben 14 anni di latitanza: questo è il tempo che Iovine, capo clan camorrista di Casal Di Principe, ha passato lontano dalla prigione. La fiction Sotto Copertura, che occuperà le prime serate del 2 e del 3 novembre 2015 su Rai 1, racconta appunto la storia del suo arresto, avvenuta solo scorso 17 ottobre 2010 per mano del commissario Vittorio Pisani. Sarà Claudio Gioè a prendere i panni di Michele Romano, personaggio ispirato appunto al poliziotto: dal video promo rilasciato da Rai.tv che presenta la miniserie si capisce che la determinazione è stata tanta, nonostante il rischio grossissimo che tutta la sua squadra, lui per primo, hanno corso e anche l’impegno che hanno dovuto mettere nell’organizzare l’operazione. In particolare, la clip mostra Romano mentre sottolinea in modo fermo che ormai è il caso che qualcuno riesca ad arrestare Iovine, e in seguito ci viene presentato il team di colleghi che affiancherà l’uomo nella caccia e anche il Boss dei Casalesi: in attesa della messa in onda stasera, clicca qui per vedere il video promo di Sotto Copertura disponibile su Rai.tv.

“È una storia che parla di Sud, di riscatto del Sud”: in questo modo Claudio Gioè, protagonista della fiction Sotto Copertura in onda stasera su Rai 1 con la prima puntata, comincia a descrivere il lavoro in cui è stato impegnato. Gioè interpreta un personaggio ispirato alla figura di Vittorio Pisani, il commissario che aveva condotto l’indagine nei confronti del boss camorrista Iovine, a cui gli autori hanno dato il nome di Michele Romano, e continua affermando “questa è una storia che sicuramente mi tocca da vicino, io vengo da Palermo, da un Sud dimenticato da questo Paese, tenuto in scacco dalla criminalità con la compiacenza della classe politica”. L’attore ha poi dato un giudizio sul ruolo che ha intrapreso all’interno della miniserie e ha sottolineato che per lui, vestire proprio quei panni, “significa contattare un po’ la speranza di un futuro migliore, la speranza di vedere i cittadini di questo paese liberi di esprimersi e di vivere lontani dalla criminalità”. Clicca qui per vedere l’intervista integrale a Cluadio Gioe, disponibile sul sito di Rai.tv.

Guido Caprino, nella fiction Sotto Copertura che prenderà il via stasera, 2 novembre 2015, sul piccolo schermo di Ra 1, veste i panni di Antonio Iovine e nell’intervista rilasciata a Rai.tv racconta che interpretare un uomo che – con lo scopo di mantenere il potere – è costretto a latitare, a vivere nascosto è stato interessante, specialmente perché voleva capire quali fossero le ossessioni, le debolezze e le contraddizioni del personaggio stesso. Ammette che nella sceneggiatura erano diverse e importati le sfaccettature da notare, e ha anche confessato che si è preparato come per ogni altro lavoro, e che non è stato loro obiettivo fare un’imitazione, né tanto meno rendere un cliché di boss, come presente nell’immaginario collettivo. Clicca qui per vedere il video dell’intervista a Guido Caprino, direttamente dal sito di Rai.tv.

Creare una cultura collettività, speriamo che la voglia di legalità e di riscatto possano diventare una voglia di tutti“. Con queste parole Claudio Gioè parla di Sotto Copertura la mini fiction che questa sera e domani andrà in onda su Rai Uno, in prima serata, per raccontare l’operazione che portò all’arresto del capo clan dei Casalesi, Antonio Iovine. Intervistato al Tg 1, Gioè spiega che per la serie si è “lavorato con materiale vivo” ancora non arrivato alla coscienza di molti e per questo spera che possa un pò smuovere le cose e spingere sempre più all’onestà e alla legalità. Un sicuro successo? Noi pensiamo proprio di sì. 

È di nuovo tempo di novità sul primo canale nazionale, che stasera – lunedì 2 novembre 2015 – ospiterà la prima delle due puntate previste di Sotto Copertura: si tratta di una miniserie ispirata all’indagine e all’operazione che a Napoli ha portato all’arresto di Antonio Iovine, capo clan dei Casalesi e latitante da lungo tempo; arresto che ha permesso di spezzare l’organizzazione criminale stessa. Il personaggio principale è Michele Romano, ispirato alla figura di Vittorio Pisani, il vero capo della Squadra Mobile della città partenopea: sarà interpretato da Claudio Gioè. Nel cast, i telespettatori troveranno anche Guido Caprino nei panni di Iovine, Dalila Pasquariello in quelli di Anna Corradi, Filippo Scicchitano in quelli di Emilio e Raffaella Rea in quelli di Rosanna Croce. Ci saranno anche Simone Montedoro (Arturo De Luca), Antonio Gerardi (Salvo Izzo), Antonio Folletto (Carlo Caputo), Antonio Milo (Angelo Corradi), Giovanna Rei (Giuseppina), Simone Bucalo (Mimmo Corradi), Alessio Lapice (Rudy), Clotilde Esposito (Giuliana Simone) e Alessandra Costantini (Chiara Romano). Sotto Copertura è una produzione LuxVide in collaborazione con Rai Fiction ed è prodotta da Luca e Matilde Bernabei: la sceneggiatura è stata curata da Salvatore Basile e Francesco Arlanch, la regia invece è stata affidata a Giulio Manfredonia. 

Nella prima puntata di Sotto Copertura in onda stasera, i telespettatori avranno modo di conoscere Michele Romano, commissario di polizia di Napoli impegnato da tempo nella caccia di Antonio Iovine, boss del clan camorrista di Casal di Principe: si comincia con un’incursione all’interno di un edificio in cui Michele crede si stia nascondendo. L’agente non è da solo: ad accompagnarlo ci sono i colleghi Arturo e Rosanna Croce, ma tutti vengono bloccati dalla procuratrice ad un passo dal successo. Romano non si arrende e, grazie ad una testimonianza, scopre che una ragazza del paese – Anna Corradi – è stata incaricata di accudire il boss nel nascondiglio in cui si trova. Michele avrà al suo fianco una squadra disposta quanto lui a mettere a rischio la propria sicurezza in nome della giustizia: si tratta di Salvo, ma anche Arturo, Rosanna e il giovanissimo Carlo. Iovine suggerirà ad Anna di trovarsi un fidanzato in modo da avere una sorta di copertura, e la giovane penserà immediatamente ad Emilio, che non ha nessun contatto con i camorristi e che riuscirà, però, a stupirla rivelandole un amore sincero. La squadra, intanto, monitorando i suoi movimenti capisce che Iovine potrebbe trovarsi presso Casale, mentre Emilio inizia ad insospettirsi e diventa un bersaglio dei mafiosi…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori