ORANGE IS THE NEW BLACK 3/ Anticipazioni puntata 10 dicembre 2015: Boo e Doggett trovano il modo per vendicarsi della violenza di Coates

- La Redazione

Orange is the New Black 3, anticipazioni puntata 10 dicembre 2015: Boo e Doggett trovano il modo per vendicarsi della violenza di Coates, mentre Soso tenta ancora il suicidio

orange_is_the_new_black
Orange is The New Black 4, in prima Tv su Premium Stories

Premium Stories torna oggi, giovedì 10 dicembre 2015, a trasmettere la terza stagione di Orange is the New Black. In particolare, verranno mandati in onda gli ultimi due episodi, dal titolo “Trust No Bitch – Part 1 e 2”. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Daya (Dascha Polanco) entra in travaglio ma non tutte le detenute si dimostrano comprensive. Aleida (Elizabeth Rodriguez) cerca di comportarsi come una brava madre ma la figlia la allontana perché non la vuole vedere. La donna ritorna indietro nel passato e ricorda che aveva cercato di dare a Daya il meglio fin dalla sua infanzia. Intanto, Red (Kate Mulgrew) decide di fare una cena per un numero scelto di detenute e tutte cercano di ottenere un posto alla sua tavola. Piper (Taylor Schilling) è ancora sconvolta di essere stata lasciata da Alex (Laura Prepon), ma crede di non essere ancora pronta per una relazione con Stella (Ruby Rose). Soso (Kimiko Glenn) si accorge di avere un problema ed Healy (Michael Harney) le prescrive una visita da uno specialista per farle assumere degli antidepressivi. Doggett (Taryn Manning) invece è ancora indecisa su cosa fare con Coates (James McMenamin) ma Boo (Lea DeLaria) la convince che la legge del contrappasso potrebbe essere d’aiuto. La detenuta crede che denunciarlo non servirà a nulla e decide di organizzare un piano per violentarlo. Sophia (Laverne Cox) continua a ricevere le angherie delle compagne di cella e due in particolare pretendono di verificare che sia realmente una donna. La detenuta è costretta a difendersi ma viene picchiata brutalmente e la guardia a cui chiede aiuto non reagisce come dovrebbe. Sophia denuncia la cosa a Caputo (Nick Sandow) ma il direttore non vuole fare nulla e lo minaccia quindi di denunciare l’episodio ai giornali. Caputo confida la cosa a Danny (Mike Birbiglia) che chiede invece al padre un consiglio su come agire ma si rifiuta di mettere Sophia in isolamento come gli viene suggerito. Aleida riflette sull’amore che ha sempre provato per la figlia, anche se era incapace di darle affetto. Aleida ricorda in particolare quel giorno in cui la andò a prendere al campo scuola e capì che sua figlia aveva bisogno di un abbraccio che non riusciva a darle. Nel frattempo, Soso fa la sua visita dal terapeuta e approfitta dell’assenza del medico per rubare diversi blister di antidepressivi. Le ragazze di colore rubano invece le pannocchie di Red e provocano una lite con la cuoca ma Taystee (Danielle Brooks.) non vuole guerre e accetta di pulire la cucina per risarcirla. Nella notte, le prigioniere scoprono che Daya ha una forte perdita di sangue e la ragazza viene portata d’urgenza in ospedale. Aleida fa ammenda poco prima e decide di dimostrare alla figlia che la ama. La donna chiama quindi la madre di George (Pablo Schreiber) e le dice che il bambino è nato morto a causa di una complicazione. Daya invece stringe fra le braccia la sua bambina e capisce che la madre le aveva detto la verità. Piper scopre che la guardia vuole tirarsi indietro e pensa che il suo ripensamento sia dovuto alle avance che non aveva mai portato a termine. La detenuta decide quindi di andare fino in fondo ma Stella la interrompe e convince la guardia a continuare la sua collaborazione. Sophia non trova altra via che confidarsi con sorella Jane (Beth Fowler) ma la detenuta non è ben disposta nei suoi confronti. Subito dopo scopre che la donna ha numerose contusioni sul suo volto e decide di darle il suo conforto. Healy si dispiace perché Red non potrà fare più la sua cena e le fa recapitare delle pannocchie in segreto in cucina. Boo e Doggett mettono invece del sonnifero nel caffè di Coates e lo trascinano in un magazzino ma capiscono che non sono in grado di andare avanti. Nello stesso momento, Piper decide di iniziare una relazione con Stella ma scopre che sta per uscire di prigione. Poussey (Samira Wiley) accede alle sue scorte di alcool e trova Soso incosciente sul pavimento. Il giorno dopo, il direttivo ordina che Sophia venga messa in isolamento ma la detenuta cammina a testa alta di fronte alle altre per non dargliela vinta.

Nel 13esimo episodio di Orange is the New Black 3, dal titolo “No Trust Bitch – Part 1”, alla fine Boo e Doggett trovano il modo per vendicarsi della violenza di Coates. Soso invece tenta ancora il suicidio ma le compagne di cella lo tengono nascoste perché temono che finisca in psichiatria. Danny e Caputo decidono di andare dal direttivo e togliere Sophia dall’isolamento. La Flaca chiede scusa a Piper e ottiene di rientrare nel business ma la detenuta scopre che le sono stati rubati tutti i soldi. Black Cindy e’ sempre piu’ convinta che la religione ebraica sia la sua via e il rabbino le dà il permesso di entrare nella comunità. Aleida comunica a Daya di aver ottenuto che la bambina non venga adottata. Nell’ultimo episodio di Orange is the New Black 3, invece, Poussey non si dà pace per il tentato suicidio di Soso, mentre Doggett finge di avere un attacco epilettico per evitare che Coates la violenti ancora una volta. Danny viene allontanato dal direttivo e Caputo riesce a prendere il suo posto, ma il suo staff comincia a detestarlo. Piper scopre che in realtà è stata Stella a rubarle i soldi e che lo ha fatto perché non aveva un sostentamento per uscire. Piper finge di perdonarla ma subito dopo la denuncia per farla rimanere dentro. Vince e Lorna si sposano e Red viene chiamata come testimone. Il carcere dà il via ai lavori di ristrutturazione ma viene tolta una parte di recinzione e le detenute scappano per avere un po’ di libertà al lago.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori