Piero Angela/ Lo storico conduttore ospite alla maratona benefica (Telethon puntata di oggi, 17 Dicembre 2015)

- La Redazione

Venerdì 18 dicembre in prima serata Su Rai Uno andrà in onda all’Auditorium del foro italico in Roma il grande show di Telethon. Tra gli ospiti anche Piero Angela

infophoto_piero_angela_superquark_R439
Piero Angela - Infophoto

Venerdì 18 dicembre in prima serata Su Rai Uno andrà in onda all’Auditorium del foro italico in Roma il grande show di Telethon condotto da Fabrizio Frizzi, Federica Sciarelli e Federico Russo, con la partecipazione di Piero Angela, storico conduttore delle prime edizioni del programma. Nato in Piemonte nel 1928, Piero Angela è un giornalista e conduttore televisivo che, nel corso della sua carriera, si è sempre occupato di divulgazione scientifica ed ha condotto numerosi programmi di approfondimento. Una cosa è certa: il primo amore di Piero Angela non è stata la scienza. Angela, infatti, da giovanissimo era appassionato di musica tanto che, a soli sette anni, ha deciso di prendere lezioni di pianoforte per poi avvicinarsi alla televisione. Senza alcun dubbio, nella sua vita la musica ha avuto un ruolo importante: durante l’adolescenza e la prima maturità, infatti, ha preso parte a gruppi e si è più volte esibito in contesti piuttosto importanti. Come è noto, attualmente Angela ha abbandonato la musica ma ne è comunque rimasto molto appassionato. Nel suo tempo libero, infatti, ha dichiarato di ascoltare la musica jazz.

Il primo approccio con il mondo dei mass media per Piero Angela è stato con la radio. All’epoca, infatti, la televisione ancora non esisteva ed ad Angela fu affidata la conduzione del giornale radio. Nel ’54, però, sbarcò in Italia la televisione e proprio Piero Angela ne fu uno dei pionieri. Inizialmente vestì i panni del corrispondente da alcune delle città più importanti del mondo e, in seguito, passò a condurre il telegiornale. Sul finire degli anni ’60, Angela iniziò a condurre interessanti programmi di approfondimento. Solo negli anni ’70, però, decise di dedicarsi esclusivamente alla divulgazione scientifica e dette forma a contenitori televisivi in cui si dava la possibilità al grande pubblico di approcciarsi in una maniera decisamente innovativa con un mondo quasi del tutto sconosciuto. Fino ad allora, infatti, la televisione era stata pensata per fornire informazioni sui fatti quotidiani e, soprattutto, per divertire. La formula dei programmi di Piero Angela, dunque, era nuova e c’era il rischio che non andasse incontro alle esigenze del pubblico. Senza alcun dubbio, l’idea di Piero Angela riscosse un enorme successo. I suoi format, infatti, vengono trasmessi tutt’oggi e i programmi di divulgazione scientifica nel corso del tempo si sono moltiplicati. A Piero Angela va il merito di essere stato in grado di parlare per la prima volta in TV di scienza. Il suo linguaggio è sempre stato alla portata di tutti ed ha saputo coinvolgere i telespettatori in percorsi di conoscenza decisamente affascinanti. Ogni suo programma era un viaggio nel tempo e nello spazio in cui il pubblico poteva immergersi senza troppa fatica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori