Fantozzi va in pensione/ Su Rete 4 il film con Paolo Villaggio. Trailer e diretta streaming

- La Redazione

Fantozzi va in pensione. Il film comico con Paolo Villaggio in onda su Rete 4 nella prima serata del 20 dicembre 2015 è il sesto della serie fantozziana. Cosa succederà al ragioniere?

Fantozzi_PrimoPianoR439
Fantozzi

È il settimo capitolo della saga più tragicomica della tv e tra pochi secondi sarà visibile in prima serata su Rete 4: ma ovviamente è Fantozzi il protagonista in “Fantozzi va in pensione”, con lo storico cast formato da Paolo Villaggio, Milena Vukotic, Gigi Reder, Plinio Fernando e Anna Mazzamauro. Quello che troverete è leggenda pura, per chi ancora non lo avesse visto (pazzo forse!), Fantozzi va a ritirare la pensione alle poste e incontra il ragionier Filini che gli indica come ritirare il proprio numero d’attesa. All’esterno, anche gli scippatori prendono il numero dei pensionati che stanno per derubare. Fantozzi esce dall’ufficio postale ma viene derubato quando si trova ancora sulla porta. Dopo una vita di fatiche, Fantozzi inizia è finalmente libero ma ha nostalgia del proprio lavoro. Sarà un’occasione per ritrovare i vecchi colleghi, in pensione come lui, e provare a condurre una vita ‘normale’ piena delle sue classiche disavventure. Impossibile resistere alle risate e alla malinconia di fondo che solo Fantozzi può regalare: possibile tutto questo anche in diretta streaming video grazie al servizio gratuito presso il portale online di Mediaset, nella pagina di Rete 4 disponibile cliccando qui. Ecco invece il trailer della pellicola fantozziana.

Stasera il piccolo schermo di Rete 4 manderà in onda il film Fantozzi va in pensione. Durante la scena del ritorno a casa della Pina dal Night in cui lavora si nota sopra un mobile una fotografia risalente alla partecipazione di Fantozzi e Filini alle olimpiadi aziendali, foto che richiama il film “Fantozzi colpisce ancora”. Non è il solo richiamo ai film precedenti: nel corso della cerimonia di saluto per il pensionamento si viene infatti a sapere che Fantozzi è impiegato al dipartimento Ricerche Impiegati Murati Vivi della grandissima ditta. Si tratta di una citazione ripresa dalla scena iniziale del primo film della serie “Fantozzi”.

Stasera, domenica 20 dicembre 2015, Rete4 manderà in onda il film Fantozzi va in pensione, con Paolo Villaggio. Vediamo la trama della pellicola. Raggiunta l’età della pensione il ragionier Fantozzi sogna di poter finalmente fare ciò che vuole, libero dai ferrei doveri dell’ufficio. Purtroppo si accorge fin dal primo giorno quanto l’abitudine sia connaturata in lui, infatti, svegliatosi improvvisamente, si accorge di essere in ritardo e dopo una corsa trafelata arriva in ufficio per timbrare il cartellino, accorgendosi solo allora che è ormai un pensionato. Ma le molte ore passate da solo in casa annoiano terribilmente Fantozzi che si industria, con scarso successo e risultati esilaranti, a partecipare alla gestione della casa insieme alla moglie Pina. Per aiutarlo a passare il tempo, la Pina lo convince a prendersi un cagnolino ma l’enorme San Bernardo che Fantozzi sceglie finisce per prendere il comando in casa e si rende complice di una banda di ladri che gli svaligiano l’appartamento. Seguiranno una serie di tentativi dello sfortunato ragioniere di liberarsi del cane doppiogiochista. Fantozzi continua a provare varie attività per passare il tempo finché si ritrova con la moglie e gli amici di sempre, il ragionier Filini e la signorina Silvani, anche loro in pensione, in un viaggio verso Venezia organizzato dall’INPS, Istituto Neutralizzazione Parassiti Società. Dopo svariate peripezie i nostri eroi riescono a raggiungere Venezia e durante una passeggiata in piazza San Marco, Fantozzi viene aggredito da uno stormo di piccioni cui cercava di distribuire alcuni chicchi di grano. Seguono altre disavventure durante le quali Fantozzi, Filini e gli altri si trovano in situazioni sempre più al limite. Tornato dal viaggio, Fantozzi è sempre più depresso, anche perché non riesce a ritirare la pensione che gli viene sistematicamente scippata. Per aiutarlo la Pina accetta un lavoro in un night club che le porta via moltissimo tempo, costringendola a trascurare la casa e il suo Ugo ma permettendole di guadagnare fino a 700 mila lire in una sola settimana. Tutto ciò, però, smuove la gelosia di Fantozzi che si lancerà in una serie di altre situazioni grottesche nell’intento di smascherare la moglie che lui sospetta lo stia tradendo. Dopo altre peripezie esilaranti Fantozzi decide di tornare al lavoro e riesce ad accordarsi con la megaditta per un’impiego in nero sotto il nome di Ugo Fantocci.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori