A QUALCUNO PIACE CALDO / Diretta streaming del film su Rai 3 con Marilyn Monroe e Jack Lemmon: video trailer con le scene salienti del film in lingua

- La Redazione

Oggi, mercoledì 30 dicembre, Rai 3 trasmette alle ore 21.10 A qualcuno piace caldo è una commedia del 1959 diretta da Billy Wilder con Marilyn Monroe e Tony Curtis. La trama del film

Tony_CurtisR400
Tony Curtis

Rai 3 manderà in onda alle 21.08, dunque fra pochissimo, il film Commedia “A qualcuno piace caldo”, con Marilyn Monroe, Jack Lemmon, Tony Curtis, George Raft, Pat O’Brien. Il film  ‘A qualcuno piace caldo’ (titolo originale Some like it hot) è stato diretto nel 1959 dal regista Billy Wilder con la partecipazione di un cast di assoluto rilievo. Un film molto divertente nel quale vengono raccontate le traversie di due musicisti che loro malgrado sono testimoni di un massacro messo in essere da un gruppo di pericolosi gangster. Per sfuggire ai criminali che ovviamente non vogliono lasciare testimoni, i due musicisti si vestono da donne entrando in una orchestra tutta al femminile. Il trailer mostra i due musicisti nascosti in un garage mentre vedono i gangster uccidere degli uomini. I due se la danno a game levate con i gangster che non riescono ad uccidere e così si travestono da donne, salendo su un treno dove fanno la conoscenza di una splendida showgirl (Marilyn Monroe). Vi ricordiamo che il bel film è disponibile in diretta streaming video con il servizio gratuito del portale Rai, nella pagina dedicata a Rai 3, cliccando semplicemente qui. Ecco il trailer con le scene salienti del film in lingua originale

Il film A qualcuno piace caldo è diventato celebre non solo per le divertenti gag e la trama esilarante, ma anche per alcuni eventi occorsi durante la sua lavorazione. Sono infatti passati alla storia i ripetuti ciak necessari a Marylin per recitare battute apparentemente facili da ricordare e molto brevi, la cui interpretazione ha però richiesto il supporto di lavagnette sparse per la scena per non farle dimenticare le frasi. Per quanto riguarda il casting, le scelte originarie del regista furono Sinatra e Gaynor per i ruoli di Joe e Jerry. Alcuni critici considerano il film un remake di un progetto tedesco del dopoguerra, “Fanfaren der Liebe”, che non includeva nella trama i personaggi della gang mafiosa. Realizzato con un budget di quasi 3 milioni di dollari, la commedia si rivelò un successo mondiale, incassandone ben 25 solamente negli Stati Uniti, sebbene fu condannata da alcune associazioni cattoliche e fu osteggiata dalla MPAA l’organizzazione americana dei produttori cinematografici, per via dei suoi contenuti, considerati equivoci per quei tempi. Tra le incongruenze che si notano nel film, la più evidente riguarda l’albergo fittizio Seminole Ritz di Miami, che in verità è l’Hotel del Coronado di San Diego. Il set della commedia era infatti interamente in California, anche se la storia è ambientata per la maggior parte in Florida.

Questa sera, 30 dicembre 2015, alle ore 21.10 andrà in onda su Rai 3 il film A qualcuno piace caldo (titolo originale: Some like it hot). Questa è una commedia in bianco e nero del 1959 diretta da Billy Wilder, che vede recitare insieme Jack Lemmon, Tony Curtis e Marylin Monroe. Il film, considerato uno dei migliori nel suo genere, è stato premiato con un Oscar ai costumi (più 5 nomination) e con tre Golden Globe, uno dei quali assegnato a Jack Lemmon. L’opera ha una valenza culturale nella storia del cinema per le famose citazioni, l’interpretazione di Marylin Monroe e il brillante accompagnamento musicale. Alcuni critici cinematografici la considerano la commedia perfetta. Il film è ambientato a Chicago e, successivamente, in Florida.

I protagonisti della storia sono Joe (Curtis) e Jerry (Lemmon), due jazzisti spiantati che sbarcano il lunario improvvisando in diverse orchestre della zona. Casualmente sono testimoni della cruenta strage di San Valentino commissionata da Al Capone, dalla quale riescono a scampare, ma sono inseguiti da Ghette Colombo, il sicario del gangster italo-americano. Per sfuggire alla sua gang, si rifugiano presso un’orchestra jazz che cerca proprio un sassofonista ed un contrabbassista per una tournèe di tre settimane in Florida. L’offerta di lavoro è riservata però a performer di sesso femminile, in quanto si tratta di un complesso interamente composto da donne, e quindi i due fuggitivi sono costretti a travestirsi da “Josephine” e “Daphne”, pur di ottenere la parte e sottrarsi alla minaccia dei mafiosi alle loro calcagna. Il loro sotterfugio innesca però una lunga serie di equivoci ed imprevisti: i due fanno la conoscenza della musicista Zucchero Kandinsky (Marylin Monroe, Sugar “Kane” Kowalczyk nella versione americana), ed entrambi vorrebbero corteggiarla, ma ne sono impossibilitati a causa del loro travestimento. Al fine di conquistarla, Joe decide di impersonificare un secondo ruolo, il miliardario Junior, figlio di un petroliere. Nel frattempo, l’intera situazione si complica ancora di più, quando un ricco ospite dell’albergo di Miami dove l’ochestra alloggia si innamora di Jerry/Daphne, e quando i due jazzisti scoprono che nello stesso hotel è in procinto di svolgersi una riunione di mafiosi, tra i quali vi è anche la gang di Ghette Colombo, dalla quale riescono infine a fuggire. Nella scena conclusiva, Joe rivela la sua vera identità a Zucchero, mentre Jerry confida al ricco pretendente di essere un uomo: “nessuno è perfetto!” è il celebre commento finale dell’innamorato in seguito a questa confessione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori