MATTINO 5/ Anticipazioni: la condanna di Salvatore Parolisi e la prostituzione. Puntata 12 febbraio 2015

- La Redazione

Oggi, giovedì 12 febbraio 20145, alle 8.45 su Canale 5 va in onda un nuovo appuntamento con Mattino 5, il talk condotto da Federica Panicucci e Federico Novella

mattino5
Mattino 5

Oggi, giovedì 12 febbraio 20145, alle 8.45 su Canale 5 va in onda un nuovo appuntamento con Mattino 5, il talk condotto da Federica Panicucci e Federico Novella. In studio si parlerà ancora della condanna di Salvatore Parolisi per l’omicidio della moglie Melania Rea: per la Corte di Cassazione è da eliminare, alla condanna di 30 anni, l’aggravante della crudeltà. Inoltre si tornerà a parlare di prostituzione: è giusto legalizzarla oppure no?

Si incomincia parlando con Fabio Lombardi della notizia arrivata ieri sera per quanto riguarda il processo per lomicidio di Melania Rea con la corte di Cassazione che da un lato ha confermato che lassassino sia il marito Salvatore Parolisi, e dallaltro ha richiesto alla corte di Appello di rivedere la pena che è di trentanni in quanto non è stato più riconosciuto laggravante della crudeltà. In studio viene spiegato come questo possa comportare uno sconto della pena fino ad un terzo il che significa fino ad un massimo di dieci anni per cui la condanna potrebbe abbassarsi a ventanni. Breve passaggio per quanto concerne la situazione di Michele Buoninconti per quanto concerne le indagini relative alluccisione della moglie Elena Ceste. Gli avvocati di Michele stanno preparando una seconda richiesta di scarcerazione al gip che sta seguendo il caso, motivandola con il fatto che non cè la possibilità di reiterazione. In studio viene rimarcato come la motivazione che ha spinto il gip a non accettare la prima richiesta di scarcerazione risiede nel fatto che ci sia la possibilità di reiterazione da parte di Michele nellambito familiare per cui è una sorta di tutela per i figli tantè che è stato previsto divieto assoluto per luomo nel poter vedere i figli. In collegamento da Costigliole dAsti cè linvitata Ilaria Dalle Palle che intervista il signor Sandro, ossia un caro amico di Michele, che sottolinea come egli sia un padre esemplare oltre che una persona a modo. Sandro lancia un appello al gip affinchè scarceri Michele. Inoltre, sottolinea come sia stato costituito un gruppo su Facebook per dare sostegno in questo momento di difficoltà allo stesso Michele. Si cambia completamente argomento parlando della grande contraddizione italiana rispetto alla differenza di trattamento dei politici che possono accedere con pochi anni di lavoro ai loro vitalizi doro mentre i cittadini italiani devono lavorare una vita per accedere ad una pensione da fame.

Gli ospiti del dibattito sono Paolo Cadrobi ex consigliere regionale che attualmente percepisce vitalizio, lesponente di Fratelli dItalia Carlo Fidanza, lesponente di Sel Elisabetta Piccolotti e un pensionato di nome Alberto Palmieri che attualmente percepisce al mese 75 euro per via di una controversia con lInps. Naturalmente il dibattito si focalizza sul fatto che quanti hanno il vitalizio nonostante non sia giusto da un punto di vista etico, continuino non solo a non volerci rinunciare ma anche a presentare ricorsi contro il taglio che il Governo ha richiesto intorno al 10%. Poi vengono elencati alcuni politici che percepiscono lauti vitalizi che vanno da 1700 euro al mese ad oltre 3000 euro per un solo giorno da deputato o amministratore regionale. Si parla delle malattie del cibo ed in particolare della Bulimia, ossia della cosiddetta crisi di abbuffata con il professori Luigi Galli che propone alcuni utili rimedi in merito. Si passa a parlare di terrorismo con la notizia del presunto attentato sventato a Papa Francesco durante la sua visita pastorale nelle Filippine, una notizia che però il Governo locale ha smentito. Per parlare della questione e soprattutto del decreto antiterrorismo, ci sono Maurizio Molinari de La Stampa, il capitano dellesercito Pamela Sabato e laltro capitano sempre dellesercito Roberto Chiabert. Si chiude con il segmento finale interamente dedicato al caso Parolisi con in studio il professor Massimo Picozzi, Alessandra Borgia mentre in collegamento ci sono Emanuela Falcetti, lavvocato Nicodemo Gentile di Parolisi e al telefono la zia di Melania, Teresa Rea Capone. In studio si dibatte su come possa essere possibile non prevista la crudeltà in questo caso e delle altre contraddizioni emerse. Infine la ricetta di Samya che in questa giornata presenta le Cime di rapa fantasia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori