THE BLACKLIST 2/ Anticipazioni puntata 13 febbraio 2015: Red conto un ecoterrorista, video promo

- La Redazione

Questa sera, venerdì 13 febbraio 2015, alle 21.00 su Fox Crime va in onda il quinto episodio della seconda stagione della serie “The Blacklist” dal titolo “Il leader”

The_Blacklist_Facebook_Spader_Reddington
The Blacklist 3, in prima visione Tv assoluta su Fox Crime

Nel video promozionale della quinta puntata della seconda stagione di The Blacklist, abbiamo un assaggio di cosa ci attende nella puntata di questa sera 13 febbraio 2015, in onda alle 21.00 su Fox Crime. Beck minaccia di infettare la popolazione mondiale con un virus letale, la peste polmonare. Per questa malattia non c’è cura e un volo pieno di passeggeri infetti sta per rendere la minaccia un pericolo a livello globale. Fondamentale per Red (James Spader) sarà trovare Liz (Megan Boon): clicca qui per vedere il video promo di The Blacklist episodio 2×05 “The front”

Questa sera, venerdì 13 febbraio, alle 21.00 su Fox Crime va in onda il quinto episodio della seconda stagione di “The Blacklist“. Prima di scoprire le anticipazioni di “Il leader”, rivedaimo quanto successo settimana scorsa. Il caso della settimana riguarda il numero ottantadue della speciale lista nera di Reddington (James Spader). Si tratta del dottor Creel. Quest’uomo non è solito sporcarsi le mani direttamente, ma preferisce agire sulle menti più deboli e adatte al suo scopo, ovvero spargere sangue. Ha le capacità mediche per manipolare il subconscio dele persone, e decide di mettere il tutto in pratica su dei criminali, dunque menti già deviate, che possono essere indirizzate verso compiti specifici e bersagli desiderati dal dottore. In pratica tutti loro entrano a far parte di un piccolo esercito di assassini personale. Il fatto che tra i cadaveri recuperati e le mani che hanno compiuto gli omicidi non ci sia un vero e proprio nesso crea delle serie difficoltà in fase d’indagine. Ogni assassino coinvolto infatti non aveva alcun interesse nel compiere un omicidio, neanche economico, e dunque non risulta nient’altro che una macchina vuota pronta a muoversi con dei comandi a distanza. Non sono loro a dover essere analizzati, ma semplicemente fermati prima che compiano qualche altro assassinio. Occorre risalire e studiare la mente, quella del dottore, che però se ne sta in disparte, e dunque non resta che un’opzione per avvicinarlo.

E’ Reddington che fa il suo nome, grazie alle sue tante conoscenze, e pare ormai ovvio che occorra necessariamente andare sotto copertura, così da testare le capacità del dottore e incastrarlo prima che possa mettere a segno un nuovo colpo. Neanche a dirlo sarà Liz (Megan Boone) a fare tutto il lavoro, mettendo alla prova le proprie capacità attoriali. Dovrà divenire una perfetta psicolabile, pronta a sfruttare ogni occasione buona er entrare in possesso della password segreta dei progetti del dottore. Il dottore sceglie accuratamente le proprie vittime attraverso le sedute che tiene con loro come semplici clienti. Liz dunque deve portare una storia drammatica nello studio di Creel, così da dimostrare i propri disturbi. Pare chiaro che peschi a piene mani dalla sua vita vera, e parla di un ex fidanzato, raccontando sentimenti, frustrazioni e profonda rabbia repressa. Un vero e proprio jackpot per il dottore, che ritiene di poterla adoperare per i scuoi scopi, mentre gli agenti che ascoltanto Liz parlare a ruota libera, Navabi (Mozhan Marnò) e Aram (Amir Arison), non possono fare a meno di pensare a Tom (Ryan Eggold), e soprattutto se Liz stia parlando effettivamente di lui, usando la missione come terapia.

Continuano i misteri sul conto di Reddington, e come non potrebbero, con Naomi che non riesce in alcun modo a fidarsi di lui. Ne parla con Keen, dicendogli che Red è un uomo unico, e in senso negativo. E’ un manipolatore nato, e questo aspetto potrebbe mettere in serio pericolo le varie operazioni, l’intera agenzia e le vite degli agenti sotto il suo comando. Al di là dei suoi contatti, della lista e delle operazioni che mette in atto, Red può entrare nella mente delle persone, manipolandole a suo piacimento. Naomi dice, parlando nello specifico del suo rapporto con le donne, e facendo un velato riferimento a Liz, che è unico nel riuscire a far sentire una donna al centro del suo universo. Detto questo va via, insieme con il suo nuovo compagno, Paul, che Naomi non sa aver fatto due chiacchiere amichevoli proprio con Red, che gli ha puntata un coltellaccio alla gola e gli ha strappato con la forza la promessa che si prenderà cura di lei a ogni costo, senza lasciarla mai da sola.

Come volevasi dimostrare, grazie all’analisi di Naomi, l’episodio ci mostra come Liz sia decisamente affascinata dalla figura misteriosa e autoritaria di Reddington. In qualche modo lo ammira, anche se una parte di lei ne è spaventata, ma tutto ciò non fa che stringerle il cappio alla gola, in una relazione che la vede del tutto sottomessa e in balia di Red, come dimostrato sul finire dell’episodio, quando viene scoperto il vicino che continuava a spiarla da tempo ormai, e per la precisione dal giorno in cui l’agente Malik (Parminder Nagra) ha perso la vita. Anche Liz però ha dei segreti, ed è sempre più chiaro che si trovino ben celati alle spalle della porta che non può fare a meno di fissare. Red si ritrova dinanzi a qualcosa che non conosce, e questa è una sensazione strana per lui, fin troppo abituato ad avere tutto sotto controllo. E’ certo che farà di tutto per scoprire cosa Liz stia provando a tenergli nascosto.

Trama puntata 13 febbraio 2015 – Il prossimo nome nella lista di Red è un ecoterrorista che sta cercando di usare un viurs come arma letale. Per risolvere il caso, Liz e il resto del team chidono aiuto a una loro vecchia conoscenza…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori