Mr & Mrs Smith, in streaming stasera Rai 3 il film con Brad Pitt e Angelina Jolie. Video trailer

- La Redazione

“Mr & Mrs Smith” è un film del regista Doug Liman approdato nelle sale cinematografiche nel 2005. La pellicola va in onda stasera, 26 febbraio 2015, su Rai 3. Vediamo la trama.

logorai_R439
Il film in onda su Rai 2

Sta per cominciare su Rai Tre il film Mr & Mrs. Smith, con Angelina Jolie e Brad Pitt. Coppia vera nella vita reale, nella pellicola i due attori interpretano John Smith e la moglie Jane, entrambi killer su commissione che lavorano al servizio di due diverse organizzazione. I due coniugi non conoscono i rispettivi segreti e il loro matrimonio entrerà in crisi quando i due riceveranno l’ordine di eliminarsi a vicenda.  Vi ricordiamo che oltre a poter vedere Mr & Mrs. Smith sintonizzandovi su Rai 3, il film sarà visibile in diretta streaming su Rai Tv: cliccando qui  

Stasera su Rai Tre va in onda il film Mr & Mrs. Smith. Protagonista della pellicola la coppia hollywoodiana formata da Brad pitt e Angelina Jolie. In questo film i due interpretano due killer su commissione, John e Jane Smith. I due si innamorano e si sposano, nascondendo al partner il proprio segreto. I problemi inizieranno a sorgere quando le due diverse agenzie per cui lavorano intimeranno loro di eliminarsi a vicenda. La loro storia entrerà in crisi e la coppia dovrà scegliere se far prevalere l’amore o la carriera, una scelta che potrebbe costar loro la vita. Ecco qui il trailer del film.

“Mr & Mrs Smith” è un film del regista Doug Liman approdato nelle sale cinematografiche nel 2005. La pellicola, che va in onda stasera su Rai 3, non ha alcun legame con il film dal titolo omonimo di Alfred Hitchcock uscito nel 1941 né con la serie tv andata in onda negli Stati Uniti nel 1996. Vediamo la trama. I coniugi Smith – John (Brad Pitt) e Jane (Angelina Jolie) – sono sposati da diversi anni e il loro matrimonio sta attraversando un momento di difficoltà, tanto che entrambi non ricordano l’ultima volta in cui hanno fatto sesso. A ciò si aggiungono le difficoltà della vita quotidiana, nella quale i due non sono d’accordo quasi su niente, dal colore delle tende al rapporto con i vicini di casa (che John vorrebbe frequentare, mentre Jane tende ad evitarli). Perciò i due hanno deciso di rivolgersi ad un consulente matrimoniale, che inizia a documentarsi sulla loro relazione. Jane e John si sono conosciuti in Colombia e il loro incontro è stato amore a prima vista, tanto che decisero di sposarsi appena sei settimane più tardi. Entrambi sono all’oscuro del fatto che il partner abbia una doppia vita: sia John che Jane, infatti, sono due killer professionisti che lavorano al soldo di due diverse agenzie. Pur senza conoscere la reale identità dell’altro, i due si raccontano menzogne in continuazione per proteggere quella che è la loro vera attività, il che talvolta mette entrambi in situazioni surreali. Nel corso di una festa di carnevale, i coniugi giocano al tiro al bersaglio e Jane, all’inizio, si finge maldestra e inesperta; John però mostra tutta la sua abilità di tiratore e a quel punto la moglie, punta nell’orgoglio, fa altrettanto. I due giustificano le loro capacità utilizzando la stessa frase: “Fortuna del principiante”. Entrambi tengono la loro attrezzatura ben nascosta in casa: John in cantina, all’interno di una botola chiusa tramite un lucchetto, Jane in cucina e solo lei conosce la via d’accesso agli strumenti del suo mestiere (una combinazione segreta attivabile con le manopole del forno consente di arrivare all’equipaggiamento). Le cose si complicano quando ai due viene affidata dalle rispettive agenzie per cui lavorano la medesima missione, ovvero impedire il trasferimento di un detenuto, Benjamin Danz (Adrien Brody). Soltanto nel corso della loro missione si identificano e ricevono l’ordine dalle agenzie di farsi fuori l’un l’altro. Entrambi sono dei professionisti seri e così ingaggiano una sorta di duello all’ultimo sangue, decisi a condurre in porto l’incarico che è stato loro assegnato, ma sia John che Jane non appaiono molto convinti di voler davvero portare a termine la missione. Dopo aver dato vita ad un interminabile corpo a corpo all’interno della loro abitazione, si accorgono di non essere in grado di uccidersi a vicenda. Il sentimento che nutrono l’uno per l’altra è più forte di qualunque altra cosa e l’esperienza di ritrovarsi a che fare con la medesima missione, ma su opposte sponde, rafforza il loro matrimonio; allo stesso tempo, però, mina profondamente le loro carriere professionali. Tutti e due falliscono le rispettive missioni, e si trovano a dover fare i conti con i sicari che le agenzie per le quali lavoravano hanno ingaggiato per eliminarli. I due, però, mettono sul tavolo l’asso che avevano nella manica per tentare di salvarsi: puntano a concludere la missione originaria che li aveva messi contro, sperando che ciò sia sufficiente ai loro datori di lavoro per perdonarli. Marito e moglie riescono a recuperare, in maniera fortunosa, il giovane detenuto Danz e scoprono a quel punto che dietro le missioni che gli erano state assegnate c’era ben altro: Benjamin confessa sotto interrogatorio che lui era solamente un’esca utilizzata dalle agenzia di Jane e John che avevano scoperto che i due erano sposati. L’obiettivo comune era quello di farli incontrare, perché in tal modo si sarebbero uccisi a vicenda. In quel momento i due si accorgono di essere in trappola: i movimenti di Benjamin sono monitorati da entrambe le agenzie che ora hanno in pugno i due coniugi. Per salvarsi devono affrontare una serie di conflitti a fuoco dai quali, però, riescono ad uscire incolumi: le loro vite sono salve e così pure il loro matrimonio. Al termine di questa avventura, John e Jane si trovano nuovamente nello studio del consulente matrimoniale, ma il loro rapporto ha superato la fase di difficoltà e dunque comunicano al consulente (il quale non appare mai nel corso del film) che la loro relazione è totalmente recuperata e non hanno più bisogno del suo aiuto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori