WALESA – L’UOMO DELLA SPERANZA/ Su Rai 3 il film di Andrezj Wadzja sul sindacalista polacco

- La Redazione

Questa sera su Rai 3 propone il film “Walesa – Luomo della speranza”. Vediamo la trama di questa pellicola diretta da Andrezj Wadzja dedicata al polacco Lech Walesa

Walesa_uomosperanzaR439
Una scena del film

Walesa Luomo della speranza” è un film girato in Polonia nel 2013 di genere biografico diretto dal regista Andrezj Wadzja. La pellicola è proposta stasera in prima tv da Rai Tre. Nel cast sono presenti Robert Wieckiewicz, Maria Rosaria Omaggio, Miroslaw Baka, Michal Czernecki e Agnieszka Grochowoska. Ecco la trama. Ci troviamo nella Polonia degli anni Settanta, dove la popolazione è alle prese con la scarsa democrazia imposta dal regime comunista fedele alla linea politica dettata dallUnione Sovietica. Tra le categorie in maggiore difficoltà ci sono senza dubbio gli operai delle fabbriche che vedono spesso e volentieri non riconosciuti i propri diritti. Nel 1970, in ragione di questa voglia di libertà e di maggiore considerazione rispetto alle proprie necessità, gli operai decidono di dare vita ad una straordinaria manifestazione di protesta nella quale si trova coinvolto anche un giovane operaio di nome Lech Walesa. Walesa si trova in mezzo a questa grande manifestazione e suo malgrado sarà testimone di una profonda delusione visto che la protesta viene repressa con durezza e violenza dal regime comunista che non esita a mandare in piazza le forze armate contro i poveri operai comunisti che loro malgrado si rendono conto come il tempo del cambiamento non sia ancora arrivato. In ragione della violenza degli scontri e della tolleranza zero imposta dal Governo Polacco, Walesa e tanti altri operai come lui danno vita ad un decennio nel quale si rispettano fedelmente le imposizione del regime, lavorando in condizioni davvero complesse.

Nel dicembre del 1980 succede qualcosa che in pochi avevano potuto immaginare e sperare. Walesa si ritrova a capo di un movimento che prenderà il nome di Solidarnosc, che si oppone alle costrizioni del regime lottando per dare maggiori libertà ad un popolo stanco dei soprusi e delle imposizioni. Il movimento di Walesa nel giro di pochi settimane attecchisce sempre di più fino a diventare un fenomeno di carattere nazionale che mina significativamente lautorità del Governo. Il movimento supera anche i confini nazionali, espandendosi anche in altri Paesi che sono alle prese con lautorità dellUnione Sovietica. Proprio dalla Polonia e dalla forza di volontà del movimento creato da Walesa, si riescono a gettare le basi per mettere in grande difficoltà lUnione Sovietica che nel corso degli anni successivi cadrà, frantumandosi in tantissimi Paesi indipendenti. Walesa dal proprio canto continua nel proprio lavoro di riformare un sistema basato su regole poco democratiche e nel quale non venivano riconosciuti i diritti di nessuna categoria a partire dagli operai. Limpegno politico e sociale di Walesa viene talmente apprezzato che il popolo nel 1990 lo elegge quale proprio Premier. Per Walesa ci saranno così cinque anni di Governo duranti i quali sarà costretto a confrontarsi per rimettere in carreggiata un Paese reso praticamente schiavo del volere dellUnione Sovietica durante gli anni della cosiddetta Guerra Fredda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori