Fuori controllo, stasera su Rai 3 il film con Mel Gibson. Video trailer

- La Redazione

Rai 3 stasera propone il film “Fuori controllo”. Vediamo la trama di questa pellicola diretta da Martin Campbell, che vede protagonisti Mel Gibson e Ray Winstone

infophoto_mel_gibson_R439
Mel Gibson
Pubblicità

Questa sera Rai Tre manda in onda il film dal titolo Fuori controllo con Mel Gibson, Ray Winstone, Danny Huston, Denis O’Hare, Shawn Roberts, Bojana Novakovic, Peter Hermann, Wayne Duvall, David Aaron Baker, Frank Grillo, Gbenga Akinnagbe, Jay O. Sanders, Caterina Scorsone per la regia di Martin Campbell. Al centro del film cè un omicidio, viene infatti uccisa da un killer una ragazza, Emma, la figlia di un detective della omicidi del Boston Police Department, Thomas Craven. Lomicidio avviene mentre Emma è al fianco del padre, quindi forse il bersaglio del killer doveva essere proprio il detective. Da qui inizia unindagine che porterà a scoprire che la morte di Emma è solo la parte di un piccolo puzzle. Ecco il trailer del film.

Pubblicità

Thriller mozzafiato stasera su Rai Tre, dove va in onda il film Fuori Controllo uscito nelle sale internazionali nel primo trimestre del 2010. Noto anche con il titolo originale Edge of Darkness, Fuori Controllo presenta molti degli ingredienti tipici del proprio genere, mescolati con sapienza dal regista Martin Campbell con l’aggiunta di qualche piccolo colpo di scena che in questo settore non guasta assolutamente. Fuori Controllo si incentra sulle vicissitudini dell’esperto detective di polizia Thomas Craven (Mel Gibson), della Squadra Omicidi di Boston. L’inizio mostra due avvenimenti apparentemente scollegati fra loro: il ritrovamento di tre cadaveri lungo il corso del fiume Connecticut, e il re-incontro tra il detective Craven e sua figlia Emma (Bojana Novakovic), alla stazione di Boston. Quella che si prospetta per i Craven come una giornata tranquilla viene però presto macchiata dal fatto che la stessa Emma si sente male, tossendo e vomitando ripetutamente già nel tragitto dalla stazione all’abitazione del padre. Mentre lo stesso Thomas sta preparando la cena, le condizioni di Emma peggiorano, portandoli a decidere per il ricovero in ospedale. La situazione precipita immediatamente dopo, quando uno sconosciuto mascherato e armato di fucile spara alla stessa Emma fuori dal portone di casa Craven, uccidendola. L’ipotesi immediatamente presa in considerazione è quella della vendetta trasversale o dell’errore, e che dunque il vero bersaglio (diretto o indiretto) dell’omicida potesse essere proprio Thomas a causa del suo lavoro in polizia. Anche il detective appare convinto di questa ipotesi finchè non scopre per caso, riguardando gli oggetti della figlia, una pistola nel suo comodino. Sorpreso, le sue certezze sull’omicidio della figlia iniziano seriamente a vacillare, fino a prendere in considerazione l’idea che in realtà non ci sia stato alcun errore e che proprio Emma potesse essere l’obiettivo dell’assassino. Le sue idee iniziano a chiarirsi via via di più quando, attraverso i database della polizia, rintraccia il vero proprietario della pistola, David (Shawn Roberts), il fidanzato di Emma. Da quel momento inizia per Thomas una vera e propria odissea che lo porterà a scoprire una sorta di “doppia vita” della figlia, affiliata a un gruppo ambientalista militante che da tempo contesta la compagnia governativa Northmoor, accusata di creare bombe sporche. Il detective, aiutato per quanto possibile dai giovani ambientalisti, dovrà dunque dipanare una complessa matassa di intrighi, doppio gioco e complicità nascoste, ostacolato anche dal “consulente speciale” Darius Jedburgh (Ray Winstone), incaricato di ostacolare (ed eventualmente uccidere…) chiunque si avvicini troppo a verità scomode come quelle di cui Thomas andrà a caccia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori