ALMOST HUMAN/ Anticipazioni puntata 17 marzo 2015: Kennex e Dorian indagano su un sistema di sicurezza assassino

- La Redazione

Almost Human, anticipazioni puntata 17 marzo 2015 dal titolo “Cyber terrorismo”: Kennex e Dorian indagano sull’omicidio di una coppia ucciso – sembra – dal sistema di sicurezza di casa

Almost_Human_R439
Almost Human
Pubblicità

Stasera, martedì 17 marzo 2015, va in onda un nuovo appuntamento con Almost Human, in seconda serata su Italia 1. Prima di scoprire le anticipazioni dellepisodio che verrà trasmesso, intitolato Cyber Terrorismo, ecco cosa è successo nella puntata di settimana scorsa: nella città di Los Angeles la tranquillità dura ben poco in quanto vengono trovate morte per gli angusti vicoli due giovani ragazze. Sul posto arriva immediatamente la polizia ed in primo luogo John Kennex (Karl Urban) con linseparabile compagno di mille avventure, landroide Dorian (Michael Early). La scientifica analizzando la situazione si rende conto immediatamente di due aspetti molto importanti. Il primo riguarda la causa della morte che è avvenuta per overdose di cocaina. Il secondo aspetto ha a che fare con il passato delle due ragazze che risultano essere delle cromo, ossia delle donne che hanno subito quando erano ancora nel pancione delle rispettivi madri, delle modificazioni dal punto di vista genetico. John e lo stesso Dorian credono che proprio questa possa essere la pista giusta da seguire magari cercando di tenere docchio gli spacciatori che bazzicano nella città per assicurarli alla giustizia.Mentre la polizia cerca di fare delle ipotesi plausibili sullaccaduto cè una terza morte avvenuta per overdose che scuote lopinione pubblica. Anche in questo caso si tratta di una ragazza ma non geneticamente modificata. Inoltre il corpo della ragazza è stato trovato in fondo ad un lago e secondo la scientifica la ragazza seppur fosse in crisi per via delloverdose è morta per annegamento in quanto ancora viva quando finita in acqua.

Pubblicità

Tuttavia i punti di collegamento con il precedente duplice omicidio sono diversi a partire dal fatto che la ragazza fosse grande amica delle altre due ed inoltre che frequentassero la medesima struttura scolastica. John e Dorian insieme agli altri agenti di polizia decidono quindi di porre il focus della propria attenzione soprattutto sulla scuola e questa sembra essere la pista giusta. Infatti, John perquisendo le stanze delle tre ragazze decedute nelle ultime ore, si accorge di come allinterno di una di essa vi fosse nascosto un buon quantitativo di droga. Continuando nellanalisi ci si imbatte nella constatazione che tale genere di droga per caratteristiche e rifinitura sia stata prodotta per mezzo di un dispositivo in grado di crearla senza tanti problemi ossia in una stampante chimica. La polizia capisce che occorre cerca una soluzione allinterno della stessa scuola ed in particolare viene indirizzata lattenzione verso uno studente che pochi giorni era stato espulso per una serie di comportamenti che andavano a ledere quelli che il buon nome dellistituto, non rispettando tutta una serie di regole. John e Dorian riescono ad ottenere un mandato di perquisizione per la casa dove abita il ragazzo in oggetto ed in effetti si riescono a trovare ulteriori conferme sulla bontà delloperato della polizia, in quanto allinterno della casa viene rinvenuta la stampante chimica per mezzo della quale è stata prodotta la cocaina.

Pubblicità

Il ragazzo messo alla strette confessa le proprie responsabilità per quanto concerne la produzione della sostanza stupefacente ma allo stesso modo rimarca di non avere avuto nessuno ruolo nella morte delle tre ragazze ed anzi lancia della accuse piuttosto precise nei riguardi della madre della ragazza trovata annegata, ritenendola lunica colpevole di quanto avvenuto. Si tratta di semplice accuse ma che tuttavia hanno un certo senso logico. Nello specifico il ragazzo riferisce di come a suo dire, la mamma della ragazza morta annegata avrebbe ipotizzato che la morte della figlia sia stata colpa delle altre due e per questo avrebbe assoldato un abile hacker a cui avrebbe affidato il compito di manomettere la stampante chimica in maniera tale che la dose assunta dalle due ragazze potesse rivelarsi mortale. John e Dorian trovano che vi siano alcuni aspetti della vicenda che non chiariscono alcune dinamiche e soprattutto non riescono a capire il perché la donna abbia individuato le due ragazze come responsabili della morte della figlia. 

Gli agenti di polizia prelevano la donna per un interrogatorio nel corso del quale sconfessa ogni accusa e questo basta a non poterla trattenere anche perché non ci sono assolutamente le prove della colpevolezza della donna se non le accuse del ragazzo espulso da scuola che peraltro sono soltanto congetture. Effettuando una nuove perquisizione nella casa del ragazzo, si riesce ad arrivare alla classica chiave di volta ed in particolare si tratta di un video girato dal ragazzo nel quale si vede la ragazza annegata che si intravede caduta in uno stato di profonda depressione che poi lo porterà al suicidio gettandosi nelle acque dove poi annegherà. La depressione in cui la ragazza era caduta, era frutto di un semplice meccanismo chimico che ha fatto in modo che nella sua mente crescesse a dismisura il voler farla finita vedendo situazioni che non trovavano riscontro nella realtà. Queste percezioni distorte della realtà erano state causate da un terribile errore ed in particolare non essendo la ragazza una croma, l’assunzione di quel particolare genere di droga l’aveva portata alla depressione. Il video viene mostrata alla ragazza annegata che rendendosi conto di aver ucciso due persone innocenti, non può fare altro che alleggerirsi la coscienza ammettendo le proprie responsabilità. John deve però mettere subito mettere da parte la propria soddisfazione per aver risolto il caso in quanto, volendo fare maggiore chiarezza rispetto al proprio passato, si rende conto che un vecchio regalo della propria ex compagna sia in realtà una microspia peraltro ancora perfettamente funzionante. Nell’uomo questo fa nascere dei pesanti dubbi rispetto ad alcuni situazioni che lui credeva essere dei punti fermi.

Almost Human, trama puntata 17 marzo 2015 – Marito e moglie perdono la vita, apparentemente uccisi dal sistema di sicurezza installato nella loro abitazione. Indagando, Kennex e Dorian scoprono che esattamente un anno prima lo stesso sistema aveva provocato la morte di un giovane ragazzo di nome Aaron: i due iniziano a sospettare sia della madre della prima vittima, sia di un gruppo di hacker che pianifica un blackout portentoso proprio in memoria di Aaron.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori