LE REGOLE DEL DELITTO PERFETTO/ Anticipazioni puntata 3 marzo 2015: il flashback sulla morte di Sam, sarà svelata la verità?

- La Redazione

Le regole del delitto perfetto, anticipazioni puntata 3 marzo 2015 dal titolo “Uccidimi, uccidimi, uccidimi”: Rebecca cerca di recuperare una prova che la scagionerebbe dal pc di Sam

le-regole-del-delitto-perfetto_R439
Le Regole del Delitto Perfetto 2 - prima visione Tv su Fox

Per gli amanti della serie tv creata da Shonda Rimes, “Le regole del delitto perfetto“,in onda questa sera su Fox con la nona puntata e dunque quella che fa scoccare l’ora di metà stagione, è arrivato uno dei momenti che aiuteranno a districare tutti i misteri che si celano dietro la morte di Sam, il marito di Annalise. Cosa c’entrano i suoi studenti e come hanno fatto a rimanere coinvolti? Chi ha ucciso Sam in realtà? Queste sono tutte le domande che ci sono frullate in testa a lungo e finalmente, con un flashback, la serie tv oggi risponderà. Rebecca, Laurel, Connor, Michaela e Wes, sebbene non tutti con lo stesso obiettivo, sono proprio a casa di Annalise, ma lei non c’è: i ragazzi incontrano solo Sam e Rebecca, in particolare, è intenzionata a trovare alcune prove che la scagionerebbero dall’omicidio di Liza. Tra di loro nasce un litigio che in poco tempo si trasforma in qualcosa di più e poi… Come sarà andata veramente? 

Stasera, martedì 3 marzo 2015, su Fox va in onda un nuovo episodio de Le regole del delitto perfetto o How to get away with murder., la serie tv creata da Shonda Rimes con Viola Davis. Si tratta della nona puntata, intitolata Uccidimi, uccidimi, uccidimi. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco cosa è successo nella puntata trasmessa settimana scorsa: a differenza di tutti gli altri episodi stavolta non si parte con il falò degli studenti e la festa in spiaggia, ma con la prima vittima della serie, ovvero Lila, distesa grigiastra sul tavolo mortuario. Improvvisamente il suo volto riprende vita, e ci si tuffa in un flashback, che la morta al fianco di Rebecca (Katie Findlay). Le parla di sesso e soprattutto le confida d’aver incontrato qualcuno, che lei chiama Mr.Darcy, un nome chiaramente falso, e le spiega che non può proprio dirle di chi si tratta, perché lui è sposato. Si ritorna poi laddove l’ultima puntata ci aveva lasciati, ovvero con Bonnie (Liza Weil) che dice ad Annalise (Viola Davis) che Lila, al momento della morte, portava in grembo un bambino. Annalise le dice che ora dovrà testimoniare nel caso d’omicidio, anche se Bonnie d’istinto vorrebbe andar via. Annalise la costringe a restare, e dunque la inerisce nella lista dei testimoni. Parla poi con Sam (Tom Verica), al quale chiede perché non le abbia mai detto del bambino. Lui nega tutto. Non sapeva affatto della gravidanza, ma Annalise, ancora indecisa sul credergli o meno, lo guarda senza sentimenti, e gli dice che avrebbe dovuto indossare un preservativo. Ormai non c’è più amore, da tempo, e tutto quello che è Sam ora per lei è un caso in tribunale.

Si ritorna in aula, con la professoressa che introduce un nuovo caso ai suoi studenti, ai quali viene mostrata una prova, ovvero un filmato della sicurezza che mostra una madre qualunque scaricare il corpo della sua babysitter. Il caso sembra semplice ma la donna soffre di una sindrome che la porta a compiere azioni durante il sonno, e tra queste pare rientri anche l’omicidio. Nonostante l’accusa e il difficile caso da dover affrontare, la donna continua ad organizzare il compleanno perfetto di sua figlia. In pratica ignora tutto ciò he ha fatto, e a cosa rischia di andare incontro. Nell’ufficio della Keating Michaela (Aja Naomi King) si lamenta duramente di dover fare tutto il lavoro di Bonnie, ancora una volta, e così non ha più tempo per poter studiare. Proprio in merito allo studio, Connor (Jack Falahee) invita Wes (Alfred Enoch) nel suo appartamento, così da poter organizzare una lunga seduta di studio a base di Adderall, ovvero uno stimolante, così da poter terminare tutti i libri che ancora gli mancano. Annalise chiama Wes e gli rivela che Lila era incita al momento della morte, ma gli chiede allo stesso tempo di non farne parola con nessuno, e soprattutto di non dire a Rebecca che lei gli ha spiegato tutto, perché ciò potrebbe portare a qualcosa di assolutamente negativo per il caso.

Continua il rapporto strano tra i due. Wes non doveva sapere tutto ciò, ma Annalise ha ormai quasi timore nel nascondergli qualcosa. Wes però fa proprio l’opposto, dicendo tutto a Rebecca, che s’incontra con Nate (Billy Brown), e dice anche a lui della gravidanza. Nate a sorpresa le chiede di fare del lavoro sporco al suo posto, ovvero raccogliere un campione dei capelli della Keating dal suo bagno, così da poter dimostrare o meno che lei sia implicata nell’omicidio di Lila. Ancora un flashback tra Lila e Rebecca. La defunta racconta della prima volta e poi riceve la famosa foto del pene di Sam. Rebecca non sa proprio fingere e si presenta a casa della Keating, chiede a Sam di usare il bagno ma si comporta in maniera strana, e lui le chiede di andar via, tornando solo quando sua moglie sarà presente. Nel caso della madre omicida, gli studenti fanno ricerche sulla famiglia, scoprendo che quella notte la donna prese un sonnifero, che la nonna guarda un po’ troppa televisione e che la presunta assassina si eccita quando non è cosciente. Spunta fuori una relazione tra il figlio e la babysitter, ma il ragazzo lo rivela soltanto alla sbarra, sorprendendo tutti. Annalise è furiosa e se la prende con Connor per non aver scoperto della scappatella alle tre del mattino. Bonnie prova a difenderlo, ma ciò non fa che infuriare Annalise. 

La Keating si ritrova di nuovo sola con Sam, e lui si dimostra onestamente pentito e le dice che farà di tutto per poter fare ammenda con lei. Ancora un flashback, con Lila che si lamenta del fatto che Darcy voglia lasciarla, e lei fantastica sul dirlo alla moglie. Connor scopre che la babysitter aveva dato al figlio una malattia venerea, e infine viene fuori che il padre sapeva della malattia del ragazzo, e lui aveva la stessa. Ecco il movente, e così uccide la donna e droga la moglie, sapendo che lei, nel sonno, fa le pulizie, rimuovendo anche un cadavere se necessario, visto solo come un rifiuto. Michaela non vuole firmare il contratto prematrimoniale, ma si ritrova faccia a faccia con la sua futura suocera, che fa molte pressioni a riguardo. Bonnie sapeva tutto, sia della relazione che della gravidanza, ma soprattutto che Sam sapeva a sua volta del bambino. Corre da Annalise per dirglielo, avvertendola del fatto che Sam è un uomo orribile, e che l’ha baciata per farla stare zitta. Wes vede Rebecca e Nate insieme e dà di matto.

Nate però non sta insieme a Rebecca, ma l’ha incontrata soltanto per consegnarle un dispositivo che sia in grado di ottenere delle informazioni in segreto dal cellulare di Sam. Tornando a casa Keating, Annalise parla al telefono con qualcuno, e dice a Sam che si tratta del procuratore generale. Il caso pare essere arrivato a una svolta, e dal momento che Lila era incinta, e questa informazione ormai è di dominio pubblico o quasi, lei richiederà ogni campione di DNA che potrà, analizzando tutti gli uomini facenti parte della vita della defunta, compresi tutti i suoi professori universitari.

Le regole del delitto perfetto, trama puntata 3 marzo 2015 – Rebecca si reca nella casa dei Keating per rubare dal computer di Sam un’informazione che la scagionerebbe: Wes si rende conto di quello che sta facendo e decide di seguirla, insieme anche a Connor e Laurel. Annalise, nel frattempo, ha raggiunto davvero il limite e non riesce più a sopportare l’idea che suo marito sia così coinvolto nella morte di Lila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori