The Walking Dead 5: anticipazioni ultima puntata, il finale di stagione. The Walking Dead 6. Ci sarà la sesta stagione?

- La Redazione

The Walking Dead 5, anticipazioni puntata finale del 30 marzo 2015 dal titolo “Conquer”: mentre il gruppo sembra sempre più emarginato, mentre invece Daryl sembra trovarsi nei guai

the-walking-dead-5_R439
The Walking dead

The Walking Dead ha chiuso il suo quinto ciclo con la puntata andrà in onda questa sera su Fox in cui le perdite e i colpi di scena non sono mancati. Sono tanti i pezzi che abbiamo perso in questa faticosa e difficile stagione ma anche quest volta la serie AMC ne è uscita vincente tanto da ottenere quasi subito (già lo scorso ottobre) l’ordine di nuovi episodi per una sesta stagione, cosa ci aspetta? Rick è riuscito a salvare la pelle anche in questa stagione e a diventare nuovo signore di Alexandria  ma i nuovi nemici non mancheranno a cominciare daii Wolves che abbiamo visto a fine puntata. Nei nuovi episodi, però, tutto cambierà almeno secondo il produttore della serie, che ha annunciato nuovi nemici e non del tutto umani. Gli zombie sono pronti ad una nuova alba?

Il finale di stagione di The Walking Dead, in onda questa sera con una puntata di ben 90 minuti, porterà i personaggi della serie tv alla resa dei conti. Sasha per esempio affronterà Gabriel: il prete cercherà di provocarla e alla fine ci riuscirà. Gabriel le dirà che, a differenza di suo fratello, lei in realtà non merita di essere ad Alexandria e nemmeno di essere viva: “Perché non vuoi morire? Quello che hai fatto non potrà mai essere modificato, i morti non scelgono ma le scelte che hai fatto tu…ti sacrificherei”. Sasha riesce a mantenere la calma pall’inzio ma quando lui poi si mette a parlare del fratello la donna si lasca sopraffarre dall’ira e gli scaglia contro. Clicca qui per vedere la scena

Il finale di The Walking Dead 5 riserverà un duro scontro tra l’ostinata e ormai glaciale Carol e Peter Anderson: la donna si avvicina a casa sua, nonostante sappia bene di non essere assolutamente la benvenuta. Con la scusa di voler capire quali siano le condizioni di Tara, Carol non chiede neanche il permesso ed entra: Pete, di rimando, le intima di uscire immediatamente dalla sua abitazione. La donna, allora, tira fuori un coltello e lo minaccia: “nessuno crederebbe che ti ho ucciso perché non mi piacevi”, sono le parole che usa, “crederebbero che l’ho fatto perché tu hai cercato di farmi del male, si crederebbe proprio quello”. Le debolezze degli altri, in uno scenario di tale devastazione e pericolo, sono i punti focali sui quali far leva per difendersi e intimorire: questo Carol ormai l’ha capito. Clicca qui per vedere la scena di 5×16 “Conquer”. Come andrà a finire tra loro due?

Il gran finale di stagione, finalmente, è arrivato: con l’episodio di The Walking Dead in onda oggi (dal titolo “Conquer”), lunedì 30 marzo 2015, si conclude la quinta stagione della serie. Per l’occasione la puntata durerà ben 90 minuti. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati con la puntata di settimana scorsa: avevamo lasciato Rick Grimes (Andrew Lincoln) e il gruppo dei sopravvissuti da lui capeggiato nell’ennesima situazione di potenziale pericolo innescata dalle parole di padre Gabriel. Il prete, infatti, ormai chiaramente in preda ad una crisi provocata dall’abbandono dei fedeli che si erano affidati a lui, aveva denunciato a Deanna Monroe (Tovah Feldshu), l’ex deputata che guida Alexandria, il gruppo di Rick, affermandone la pericolosità e chiedendo alla donna di allontanarlo dal luogo. Una situazione resa ancora più gravida di conseguenze dal tragico epilogo della spedizione mandata all’esterno per trovare materiale utile per la logistica di Alexandria, in particolare i pezzi di ricambio per il generatore di corrente. Nel corso della spedizione, infatti, aveva trovato la morte Aiden (Daniel Bonjour), il figlio di Deanna e si era innescata una serie di tensioni tra Glenn Rhee (Steven Yeun), Eugene Porter (Josh McDermott) e Nicholas (Michael Traynor), l’unico superstite oltre a loro e Tara Chambler (Alanna Masterson). Proprio Nicholas, infatti, con il suo comportamento sconsiderato, era stato responsabile della tragica fine di Noah (Tyler James Wiliams). Quando il gruppo torna a casa, a Deanna non resta che piangere la morte del figlio e cercare di capire cosa sia realmente successo. Nicholas infatti cerca di tirare acqua al suo mulino, cercando di addossare la colpa agli altri, mentre Glenn fornisce la reale versione dei fatti.

Alla fine Deanna decide che in attesa di tirare le somme, nessuno di loro potrà più uscire all’esterno. Glenn decide quindi di prendere atto delle decisioni assunte, provvedendo allo stesso tempo ad avvertire Nicholas che non dovrà più uscire con nessuno, essendo chiaramente un pericolo per gli altri. Un avvertimento che ha il chiaro sapore della minaccia, di fronte alla quale però, l’uomo sembra non volersi piegare. Intanto, giunge a maturazione la situazione innescata da Pete Anderson (Corey Brill), il chirurgo della cittadina, il quale ormai da tempo picchia la moglie Jessie (Alexandra Breckenridge). Dopo che il figlio Sam (Major Dodson) ha fatto capire cosa stia succedendo all’interno del nucleo familiare, chiedendo a Carol Peletier (Melissa McBride) una pistola al fine di proteggere la madre, Rick decide di farsi carico della cosa, accennandone a Deanna. Dalla reazione della donna, capisce però che lei era già al corrente di quello che stava accadendo e che aveva deciso di soprassedere soltanto per le doti di chirurgo di Pete, l’unico disponibile nel posto. Quando accenna alla possibilità di ucciderlo, unico modo per impedire che questi possa reagire in qualche modo per un eventuale esilio dalla comunità, Deanna gli impone però di non fare nulla.

Rick, a sua volta non demorde e si attiva per cercare di evitare ulteriori maltrattamenti. Dopo aver parlato con Jessie, e averla finalmente convinta a ribellarsi, mostrandole chiaramente i sentimenti che inizia a sentire nei suoi confronti, viene però aggredito da Pete e nel furioso litigio che ne consegue riesce ad avere la meglio sul rivale. Proprio mentre sta contestando il modo di condurre la situazione da parte di Deanna, che secondo lui sta soltanto creando le basi per mettere in pericolo l’intera comunità, interviene però Michonne (Danai Gurira) che lo stordisce. L’altra situazione che caratterizza la puntata è quella riguardante Sasha (Sonequa Martin Green), ancora provata dopo la morte del fratello Tyreese (Chad L. Coleman), che non riesce evidentemente ad accettare. 

Nel corso di ogni notte, infatti, la ragazza esce armata di tutto punto da Alexandria, decisa ad invertire le parti e cacciare gli zombie. Quando Michonne e Rosita Espinosa (Christian Serratos) capiscono cosa sta succedendo, decidono di andarla a cercare. La trovano proprio mentre sta sopraggiungendo un folto gruppo di morti viventi, che ben presto vengono sopraffatti, non senza aver messo in seria difficoltà Sasha, salvata solo dal provvidenziale intervento di Michonne. Anche altri due gruppetti, nel frattempo, sono però usciti da Alexandria. Il primo è quello formato da Carl Grimes (Chandler Riggs) e una ragazza del posto, Enid (Katelyn Nacon), i quali proprio nel corso di questa escursione iniziano a provare attrazione l’uno per l’altro. Il secondo è quello che vede la presenza di Aaron (Ross Marquand), l’uomo che ha condotto il gruppo di Rick ad Alexandria e Daryl Dixon (Norman Reedus), i quali si trovano di fronte ben presto ad un fatto abbastanza sconcertante, ovvero lo sventramento di una ragazza da parte dei morti viventi.

La particolarità del ritrovamento sta però nel fatto che la donna è stata legata ad un albero e che sulla fronte ha la stessa incisione che era già stata notata nel corso di precedenti escursioni all’aperto su alcuni zombie. La puntata si chiude così con alcune situazioni in via di definizione, che dovranno essere sviluppate nel corso della prossima puntata. La prima di esse riguarda appunto l’ormai aperto dissidio non solo tra Rick e Pete, ma anche tra il gruppo dei sopravvissuti e gli occupanti originari di Alexandria. Resta ora da capire se i due gruppi riusciranno a trovare una sintesi o il dissidio si trasformerà in un vero e proprio conflitto dagli esiti imprevedibili.

The Walking Dead 5, trama puntata 30 marzo 2015 – Nella sinossi dell’episodio si legge che Daryl Dixon si troverà in serie difficoltà durante la fuga e che il gruppo di Rick, all’interno delle mura di Alexandria, comincerà a sentirsi sempre più emarginato, proprio mentre una grossa minaccia vi busserà insistente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori