NON CI RESTA CHE PIANGERE / Vittorio Cecchi Gori diffida la Lucky Red: scontro sul film con Massimo Troisi

- La Redazione

Il produttore cinematografico Vittorio Cecchi Gori ha diffidato la casa di distribuzione da Lucky Red dal riportare al cinema “Non ci resta che piangere”, il film con Massimo Troisi

troisi_benigni_non_ci_resta_che_piangere
Massimo Troisi e Roberto Benigni sulla locandina di Non ci resta che piangere

Vittorio Cecchi Gori e Lucky Red ai ferri corti. Il tema del contendere è “Non ci resta che piangere”, il film capolavoro con Massimo Troisi e Roberto Benigni. Attraverso il suo ufficio legale, il produttore cinematografico ha intimato alla casa di distribuzione di non riportare nelle sale cinematografiche il film diretto da Troisi e Benigni nella sua versione restaurata. A 30 anni dal suo esordio al cinema, “Non ci resta che piangere” potrà essere prioettato nei cinema di tutta Italia solo con il consenso di Vittorio Cecchi Gori: “In nome e nell’interesse di Vittorio Cecchi Gori, produttore dell’opera cinematografica ‘Non ci resta che piangerè, si invita e diffida la società in indirizzo -si legge nella diffida inoltrata alla Lucky Red dallo Studio Legale Passalacqua- nonchè tutti i soggetti da questa coinvolti, a procedere con la distribuzione della versione aggiornata dell’opera sopra menzionata in assenza di previa autorizzazione e assenso del produttore, titolare dei diritti, al netto delle intervenute vicende societarie”. Il film avrebbe dovuto essere proiettato, proprio in occasione del trentesimo anniversario, tra il 2 e il 4 marzo in 200 sale cinematografiche italiane. Il film campione d’incassi negli anni ottanta sarebbe tornato al cinema in una versione restaurata e rimasterizzata grazie al contributo di Medusa, Roberto Benigni e Marco Gaudenzi della Film&Video.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori