LA VITA IN DIRETTA/ Caso Sarah Scazzi, ospite in studio la criminologa Roberta Bruzzone (puntata 6 marzo 2015)

- La Redazione

La vita in diretta, il riassunto e gli ascolti dell’ultima puntata. Oggi, 6 marzo 2015, Liorni e Cristina Parodi cominceranno ricordando Gabriel Garcia Marquez, che avrebbe compiuto 88 anni

liorni-parodi-vita-in-diretta
Marco Liorni e Cristina Parodi

Tra non molto prenderà il via una nuova puntata de La vita in diretta, il contenitore pomeridiano di Rai 1 condotto da Marco Liorni e Cristina Parodi. Una delle ospiti, come ha annunciato lei stessa sulla sua pagina Twitter ufficiale, sarà Roberta Bruzzone, nota criminologa e psicologa forense. La Bruzzone ha assunto per un periodo il ruolo di consulente di Michele Misseri, accusato inizialmente di aver ucciso la nipote Sarah Scazzi, per poi trovarsi a testimoniare contro di lui in quanto, durante un colloquio in carcere, luomo avrebbe indicato sua figlia Sabrina come responsabile del crimine. I due presentatori torneranno dunque, con il supporto e il prezioso contributo di Roberta Bruzzone, ad occuparsi del delitto di Avetrana? Appuntamento alle 16.00 su Rai 1.

Ultimo appuntamento della settimana con La vita in diretta, il programma di approfondimento e informazione condotto da Marco Liorni e Cristina Parodi su Rai 1: i due conduttori oggi ricorderanno Gabriel Garcìa Màrquez, che avrebbe festeggiato i suoi 88 anni, e che si è spento nellaprile 2014. In attesa di scoprire quali altri argomenti saranno allordine del giorno, ecco che cosa è successo ieri: la puntata si è aperta con un ricordo di Lucio Battisti, che nacque proprio il cinque marzo di 72 anni fa, nel 1943. A ricordarlo c’erano in studio Mario Lavezzi e Dario Salvatori e da Bologna in collegamento Mimma Gaspari, discografica che ebbe modo di conoscere Lucio quando era ancora un ragazzo, momento in cui già si capiva benissimo che sarebbe diventato un grande della canzone italiana. Salvatori ha fatto notare come in Battisti ci fosse un contrasto tra il cantante che aveva voluto diventare famoso e la persona che al contrario non amava la notorietà e preferiva rimanere nell’ombra. Mimma Gaspari invece ha ricordato di quando i Rocks, ai tempi famosissimi, incisero una canzone di Lucio e lui telefonò subito alla mamma per comunicarle la bella notizia. Dopo l’intermezzo del TG la trasmissione ha ripreso con il comico Maurizio Battista, così bravo da essere passato molto velocemente dal cabaret alla televisione e al teatro, dove sta presentando il suo ultimo spettacolo, dal titolo “Ero felice ma non lo sapevo”. Cristina Parodi lo ha intervistato chiedendogli per prima cosa di spiegare la romanità, che lui rappresenta, a una settentrionale come lei. Maurizio ha invitato così tutti a venire a Roma non solo per visitare i monumenti, ma anche e soprattutto per conoscere gli “indigeni”. Poi il comico ha voluto ironizzare sulla coniugale, argomento che spesso si trova al centro dei suoi spettacoli. Dalla comicità alla cronaca, con Marco Liorni si è passati a parlare del caso dell’omicidio di Yara Gambirasio. Le indagini sono state chiuse una settimana fa e si scopre che quattro giorni dopo la scomparsa di Yara il padre inviò un sms alla figlia in cui la invitava a farsi sentire usando il plurale “fatevi sentire”. Ora l’attenzione è concentrata su Massimo Bossetti e sui suoi alibi. A un certo punto pare che egli abbia anche accusato un’altra persona, affermando che un lavoratore di Brembate Sopra ogni volta che arrivava lo Scuolabus si fermava per guardare le ragazzine. Quell’uomo però il giorno dell’omicidio di Yara si trovava in ospedale e quindi non può essere coinvolto in alcun modo. Cristina Parodi si è occupata in seguito del caso di Roberta Ragusa, omicidio per il quale è accusato il marito. Domani ci sarà l’udienza preliminare e probabilmente peserà molto il fatto che non sia stato ancora rinvenuto il corpo di Roberta. Certamente incide sull’inchiesta anche il fatto che Logli non è mai stato collaborativo dopo la scomparsa della moglie. Migliaia di ragazzi si sono liberati dalla droga grazie alla comunità di San Patrigano e una di oro, Roberta, ha raccontato oggi la sua storia a La Vita in diretta. Dopo poco più di tre anni la donna sta per tornare a casa ed è contenta di avercela fatta, convinta di poter ora realizzare il suo sogno di diventare parrucchiera. Con Marco Liorni si è trattato il tema delle pensioni, un argomento in merito al quale sussistono ancora moltissimi dubbi. Insieme agli ospiti in studio, tra cui la signora Iolanda, titolare di una pensione minima, si è discusso in particolare della proposta di anticipare le pensioni, seppure dando meno soldi. Intanto un altro problema molto grave è costituito dalle minacce dell’ISIS, su cui l’ONU continua ad essere diviso. Cristina Parodi se ne è occupata con un breve approfondimento. La puntata di ieri ha guadagnato il 17.55% di share, conquistando la fiducia di 2 milioni e 455 mila telespettatori: come andrà oggi?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori