GAME OF THRONES 3/ Anticipazioni puntata 1 aprile 2015: Robb Stark crede che Bran e Rickon siano morti

- La Redazione

Game of Thrones 3 – Il trono di spade 3, anticipazioni puntata 1 aprile 2015: Robb Stark crede che sia Bran che Rickon siano morti, mentre Theon Greyjoy viene torturato perchè dica la verità

Jon_Snow_trono_spade_Thrones
Il trono di spade

Torna oggi, mercoledì 1 aprile 2015, una nuova puntata della terza stagione de Il trono di spade su Rai 4. Si tratta del secondo episodio, intitolato “Ali oscure, oscure parole“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco cosa è successo settimana scorsa: Samwell (John Bradley) è riuscito a mettersi in salvo superando la barriera e soprattutto ha evitato di essere completamente sopraffatto dagli attacchi da parte degli Estranei e degli Spettri, raggiungendo Lord Mormont (Iain Glein). Nel frattempo i Guardiani della Notte rendendosi conto del pericolo che incombe su tutto il regno, prendono la decisione di far ritorno verso la barriera in maniera tale da mettere tutti al corrente di quello che sta succedendo. Re Mance Ryder (Ciaran Hinds) nonostante quanto successo in precedenza, ha intenzione di rinnovare la fiducia Jon Snow (Kit Harrington). A Jon viene quindi risparmiata la vita, ma per lui la vita non sarà delle più agevoli. Cersei si reca presso il proprio fratello Tyron in quanto preoccupata che questultimo possa avere lintenzione di screditarla nellambito del previsto incontro con il principale cavaliere del loro padre Twyn.

Tuttavia i timori della donna si dimostreranno infondati visto che il motivo dellincontro è di tuttaltro genere: Tyron chiede al padre leredità di Castel Granito visto lapprodo di suo fratello Jaime nella Guardia Reale. Viene fatto notare come lo stesso Jaime avesse giurato che una volta entrato nella Guardia Reale avrebbe lasciato la proprietà. Inoltre, Tyron ha una serie di lamentele da presentare al proprio genitore ed in particolare lamenta un mancato interessamento per le proprie condizioni di salute dopo la battaglia e soprattutto un attributo di riconoscimento per il valore dimostrato in battaglia. Twyn però non è daccordo con il figlio ed anzi lo rimprovera facendogli presente come un esponente della loro stirpe non ha bisogno di essere ringraziato per i servigi offerti nel corso delle battaglie. Inoltre, non viene nemmeno accettata la richiesta relativa alla proprietà con il padre che tuttavia può promettergli due cose ed ossia un alloggio degno del suo rango e la mano di una ottima sposa di suo pari lignaggio.

Intanto, Sansa Stark è sempre in attesa di rientrare a casa mentre re Joffrey con lady Margaery stanno facendo ritorno dalla visita al tempio e durante il viaggio di ritorno la donna accorgendosi della presenza lungo il tragitto di un orfanotrofio decide di fermarsi. Il re decide di non scendere dalla carrozza insieme a lei sottolineando come lo stato della zona non sia tale per cui un uomo del suo livello la possa visitare. Lady Margarey comunque, non dando credito alle parole del re, va nellorfanotrofio dove riesce a dare un po di conforti ai bambini donando loro dei giocattoli con i quali riescono ad essere felici. Intanto il cavaliere di sua maestra il Re Stanni, Davos dopo essere stato sconfitto nella battaglia navale, è ancora vivo anche se naufrago su un piccolo scoglio. Tuttavia, ad un certo punto sembra che la fortuna gli sorrida visto che riesce a farsi notare da una nave: si tratta della nave del pirata Saan che dal proprio canto si dimostra abbastanza stupito che il cavaliere sia ancora vivo dopo tutto quello che è successo. 

Una volta fatto salire a bordo, Davos chiede al pirata un grande piacere ed ossia quello di essere portato nei pressi della Roccia del Drago. Desiderio che viene accontentato con i ringraziamenti di Davos nei riguardi del pirata Saan. Una volta tornato sulla terra ferma, Davos si dirige diretto verso il proprio re ma durante il tragitto si rende conto di come siano trattati molto male i prigionieri fatti durante la battaglia. Davos entra nella sala del trono dove incontra Re Stannis e la sua consorte Melisandre. Il Cavaliere non ha nessun timore nel rimproverare i due reali per il modo barbaro e che va conto le leggi, con cui sono trattati i prigionieri. Per tutta risposta la regina lo accusa di essere il principale responsabile della sconfitta nella battaglia navale. Davos ha quindi una reazione piuttosto forte e tenta di uccidere la stessa Melisandre ma viene bloccato, arrestato e rinchiuso nelle segreti carceri.

Stark e Bolton sono arrivati con il loro esercito a Harrenhal ma qui si rendono conto come siano stati massacrati un paio di centinaia dei propri uomini con un solo superstite. In base a quanto successo il Re del Nord prende una decisione abbastanza pesante ossia mettere in carcere la sua stessa madre per avere liberato Jaime. Daenerys e Mormont salpano alla volta di Astaport con l’intento di reclutare un esercito. Qui entrano in trattativa per 8mila uomini che fanno parte dell’esercito degli schiavi degli immacolati. Ad un certo punto entra nella scena una tenera bambina che tuttavia si dimostra essere una spia degli Stregoni di Qarth. La spia tenta di uccidere Daenerys che viene salvata da un misterioso uomo: Barristan. Barristan sottolinea la sua fedeltà a Daenerys aggiungendo come voglia essere al suo fianco in battaglia anche perché lo è stata anche con il suo defunto padre.

Game of Thrones 3, trama puntata 31 marzo 2015 – Bran fa un altro dei suoi sogni stranissimi, nel quale incontra un ragazzo che gli da un consiglio, dimostrandosi molto più conscio di lui di quel che gli sta succedendo. Nel frattempo, Theon Greyjoy è stato catturato e viene torturato per capire che cosa è successo a Grande Inverno. Robb Stark riceve la notizia della possibile morte dei suoi fratellini, Bran stresso e il piccolo Rickon, che in realtà sono riusciti a fuggire. Ad Approdo del Re, la giovane Sansa incontra Margery e la nonna di lei, Lady Olenna: per le tre è un’occasione di confrontarsi rispetto a ciò che pensano di Re Joffrey.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori