REPLICA CHI LHA VISTO?/ La scomparsa di Guerrina Piscaglia, riassunto puntata 22 aprile 2015. Come vederla in video streaming

- La Redazione

Per questa nuova puntata di “Chi l’ha visto?” Federica Sciarelli si è concentrata su alcuni dei casi di cui più si sta discutendo in questi giorni. Vediamo il riassunto della puntata. 

chilhavisto_sciarelliR439
Chi l'ha visto?, conduce Federica Sciarelli

Per questa nuova puntata di “Chi l’ha visto?” Federica Sciarelli si è concentrata su alcuni dei casi di cui più si sta discutendo in questi giorni (Clicca qui per la replica video streaming di rai.tv). Si è iniziato dal mistero dei due coniugi uccisi a Cigliano. Lui era alla guida della sua auto, mentre lei era seduta dietro, in posizione centrale. L’ipotesi è che dopo aver compiuto l’esecuzione l’assassino abbia preso i corpi per occultarli e li abbia gettati giù dal dirupo, dove sono stati trovati. Poi avrebbe fatto sparire le chiavi della macchina. Il suo tentativo era quello di simulare una rapina. Perché tutto questo? L’unica ombra sta nell’appartamento che i due dovevano vendere. Era in corso una trattativa difficile che si protraeva da più di un anno, c’era anche una caparra versata ma non si era giunti ad un accordo. Anche i vicini di casa hanno confermato questo. Tutti comunque li descrivono come delle brave persone, che andavano d’accordo tra loro e non erano soliti litigare. Al centro dell’attenzione, anche da parte dei media, cè il giallo della scomparsa di Guerrina Piscaglia, la mamma cinquantenne che manca da Ca’ Raffaello dal primo maggio dello scorso anno. Ca’ Raffaello è un piccolo paese dove molto in fretta corrono le voci e i pettegolezzi. Che tra Guerrina e Padre Graziano ci fosse qualcosa però non lo indicano solo le dicerie ma anche i numerosi sms che i due si scambiavano quotidianamente. I contenuti dei messaggi parlano chiaro e ci dicono che Guerrina non solo era innamorata di Padre Graziano, ma sosteneva anche di aspettare un figlio da lui. Padre Graziano, che ha sempre negato ogni suo coinvolgimento nella vicenda, attende ora di sapere se gli verrà confermato il divieto di espatrio o se, al contrario, a partire da sabato 25 aprile sarà di nuovo libero di lasciare l’Italia. In questo caso cosa deciderà di fare? Se non saranno prese misure nei suoi confronti, egli diventerà un uomo libero. La speranza invece è che rimanga a disposizione delle autorità in modo tale che possa fornire elementi utili in merito alla scomparsa di Guerrina. A Ca’ Raffaello si respira comunque aria di tensione all’interno della parrocchia e lo dicono anche le intercettazioni, come quella in cui si parla addirittura di sangue in una macchina, il sangue di un uccello che Padre Graziano aveva investito. Giuseppe Pizzo è andato a parlare con una persona che quel giorno della scomparsa vide Guerrina. Si tratta della signora Adriana, che è stata l’ultima ad aver visto la donna. Quel pomeriggio Adriana era affacciata alla finestra, erano le 14.00 circa e Guerrina si stava dirigendo verso la canonica. Misteriosi sono gli sms inviati dopo la scomparsa dal cellulare di Guerrina, come quello mandato a sua suocera in cui diceva di stare bene e che sarebbe tornata presto a riprendere Lorenzo, suo figlio. Allora Guerrina è scappata volontariamente oppure qualcuno lo vuole far credere? Poi c’è il famoso Padre Francesco di cui Padre Graziano ha parlato a Padre Faustino e con cui Guerrina, secondo lui, sarebbe scappata. La signora Isabella, la nonna di Trifone, ha incontrato l’inviato di Chi l’ha visto? per raccontare cose importanti su Trifone. Quattro mesi prima della sua morte, egli aveva portato ad Adelfia, suo paese di origine, la sua fidanzata e i due avevano dormito insieme a lei nel suo appartamento. Una mattina a Teresa è squillato il telefono e lei ha cominciato a sussurrare. La ragazza ha parlato per almeno un quarto d’ora e quando Trifone è uscito dalla doccia gli ha detto che era il suo ex. Trifone allora si era arrabbiato, dicendo che quella persona ora che sapeva che loro stavano insieme la tormentava continuamente. Questo ex, come lo descriveva Teresa, era ricco e prendeva psicofarmaci. La signora Isabella pensa dunque che quell’uomo possa aver assoldato un killer e chiede che sia fatta giustizia per suo nipote, anche perché su di lui e su Teresa sono state dette un sacco di inesattezze. Ad esempio non c’era nessun giro di denaro sul conto di Trifone, che spesso era in rosso perché il ragazzo guadagnava poco e andava a fare serate solo per arrotondare e poter pagare le bollette. Era infatti sua madre a prestargli spesso i soldi era stata lei a comprargli la macchina con la quale si muoveva insieme a Teresa, che lui chiamava Terry. Chi ha ucciso Mara Calisti? Qualcuno le ha trafitto un’aorta e 22 anni dopo quella notte ancora non è stato trovato il colpevole. Nell’appartamento c’erano solo Mara e suo padre e per questo si è subito sospettato di lui, ma nel 2001 il signor Mario è stato definitivamente scagionato. Egli ora è morto senza sapere cosa sia accaduto davvero a sua figlia. Evidentemente quella notte entrò in casa qualcun’altro. Era un persona conosciuta da Mara oppure no? Ci si chiede ancora, infine, chi possa essere stato ad uccidere Padre Lanco, un sacerdote dell’Ordine dei Ricostruttori, che ha trovato la morte a Zagarolo. Il suo è stato un omicidio brutale, con diversi tagli alla testa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori