BONES 9/ Anticipazioni puntata 29 aprile 2015: Booth e Bones iniziano a progettare le nozze

- La Redazione

Bones 9, anticipazioni puntata 29 aprile 2015: Booth e Bones cominciano a organizzare il loro matrimonio, mentre si indaga sull’omicidio di un uomo con un cancro allo stadio terminale

bones-7
Bones
Pubblicità

Dopo la messa in onda della settima stagione di Castle, anche oggi – mercoledì 29 aprile 2015 – Fox propone due nuovi episodio della nona stagione di Bones: verranno trasmesse la quinta e la sesta puntata, intitolate rispettivamente La lista dei desideri e Forse oggi sposi. Ecco qualche anticipazione: in 9×05 Booth e la Bones incominciano a progettare il loro matrimonio, ma allo stesso tempo si devono occupare dellinspiegabile assassinio di un uomo allo stadio terminale di un cancro, che stava realizzando i suoi ultimi desideri terreni. Intanto, Sweets torna al lavoro, ma non è per nulla entusiasta della nuova tecnologia che Booth gli mostra. Infine, il Dr, Wells continua ad infastidire Cam con la sua estrema mancanza di tatto. In 9×06, invece, le nozze si avvicinano e dopo che viene scoperto un nuovo cadavere, la squadra tenta di tenere Brennan lontana dalle indagini in modo che possa concentrarsi sul suo matrimonio.

Pubblicità

Lance Sweets (John Francis Delay) ha deciso di diventare un volontario per supportare persone bisognose e viene destinato ad unassociazione che lavora nellambito di una quartiere tra i più disagiati e diffamati dellintera città. Infatti, al suo interno avvengono quotidianamente sparatorie tra bande rivali, scontri tra pusher che vogliono massimizzare i propri profitti nellambito dello spaccio di cocaina e tantissimo altro ancora. In questo quartiere viene incendiata unauto al cui interno viene ritrovato un corpo completamente carbonizzato. Della cosa si occupa la polizia con la scientifica che riesce a risalire allidentità delluomo ucciso che è il componente di una delle bande presenti nel quartiere. Si pensa immediatamente ad un regolamento di bande rivali. Il caso viene affidato allFBI ed in particolare allagente Seeley Joseph Booth (David Boreanaz). Booth si immediatamente ad indagare nella vita privata della vittima, animato anche dallinteresse di riuscire a convincere il proprio vecchio amico Sweets nel ritornare sulla sua decisione e quindi rientrare nellorganigramma dellFBI. Infatti, anche se Booth non lo ammetterà mai, avverte in maniera particolare la mancanza del suo vecchio collega. 

Pubblicità

Le indagini incominciano a prendere una piega che rende sempre maggiori gli intrecci tra Booth e Sweets. Infatti, il figlio dell’uomo ucciso, frequenta il centro di sostegno di cui si occupa l’associazione per la quale Sweets è diventato volontario. Dalle indagini emerge che ad uccidere l’uomo sia stato proprio il bambino animato dalla volontà di difendere se stesso e la madre in quanto spesso e volentieri vittime della sua violenza. Il bambino verrà preso in affido da una nuova famiglia nell’intento di riuscire a dargli quella tranquillità di cui non si è potuto giovare fino a questo momento. Messo da parte questo caso, Sweets si rende disponibile per collaborare con il resto della squadra per la cattura del serial killer Pelant. Per riuscire a prendere il criminale, lo stesso Sweets si dice d’accordo con Booth e Bones (Emily Deschanel), nell’orchestrare una trappola per farlo uscire allo scoperto. Nello specifico vogliono inscenare un omicidio messo in atto da un altro serial killer in maniera tale che Penant si possa sentire oscurato da un punto di vista mediatico e soprattutto d’interesse da parte dell’FBI.

Gli agenti vogliono prendere il corpo di un uomo appena morto, ed inscenare un omicidio nel quale il presunto serial killer volesse richiamare una vicenda mitologica degli Dei dell’Antica Grecia. Il corpo deve essere sistemato in una maniera particolare e di questo si occupa un agente. Tuttavia, Penant riesce ancora una volta a dimostrarsi un passo avanti all’FBI ed infatti, non solo non cade nella loro trappola ma fa rinvenire sulla scena del crimine al posto del corpo dell’uomo quello dell’agente dell’FBI che nel frattempo lo stesso Penant aveva ucciso. Sembra essere tutto andato male nel piano per prendere Penant il quale però commette una pesante leggerezza ed ossia si fa trascinare dalla passione e dell’amore che nutre nei confronti della stessa Bones. Questo consente a Booth e gli altri di mettere sottochiave il pericoloso serial killer ed inoltre permette allo stesso Booth di dire tutta la verità alla Bones sul perché non aveva accettato la sua proposta di matrimonio: era sotto la minaccia di Pelant che avrebbe potuto uccidere delle persone innocenti non solo se avrebbe detto di sì alla sua proposta ma anche se avesse chiarito il motivo del rifiuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori