VINCITORE ITALIA’S GOT TALENT 2015/ Pagelle, top e flop: Simone Al Ani vince la finale da non debuttante! Nina Zilli ringrazia

- La Redazione

Italia’s Got Talent, serata finale: Simone Al Ani ha vinto l’edizione 2015 grazie a numeri di magia. Dietro di lui arrivano secondi gli Straduri Killa, mentre terzi sono Shark and Groove.

Italia_Got_Talent_Sky_2015_r439
Programmazione Sky

La finale di Italia’s Got Talent 2015 è andata in onda ieri ma già si può lavorare alla prossima edizione, quali saranno i giudici? Il toto nomi è già aperto ma, intanto, Nina Zilli, la cantante dalle mille capigliature, ha deciso di prendere la parola sui social e soprattutto su Facebook visto che i 140 caratteri su twitter non le sono bastati. In particolare, Nina scrive: “wow, che surfata, che viaggio, che avventura.
Ho avuto la fortuna di trovare 3 fantastici compagni di banco(ne) e proprio come a scuola ci siamo fatti gli scherzi, aiutati, supportati e sopportati, fino a volerci, come dice Frankie ‘veramende tanto bène’.
Grazie a Lusiana, Claudio, Frank, alla mitica Vane Incontrada che ci ha dovuto tenere a bada, e a tutta la ‘squadra fortissimi’ di sky per questa edizione pazza di ?#?IGT?. Grazie a voi per averci seguito con così tanto affetto. [..] Un abbraccio di gruppo che va dai miei colleghi giudici agli attrezzisti, passando per la produzione esecutiva, i mega vertici aziendali, gli autori tutti, Andrea, Nils, Betta, Eugenio, il mio adorato Lucio Wilson e, ovviamente, dulcis in fundo, grazie a voi. Stay soul. Z“.

Ieri sera, la prima edizione di Italias Got Talent di Sky, si è conclusa con la vittoria di Simone Al Ani che ha conquistato il pubblico sin dalla prima puntata con la magia della sua esibizione. Simone Al Ani, però, non è propriamente un debuttante. Il suo numero, infatti, The Magic of Simone… Optical Illusions è molto conosciuto soprattutto dal popolo del web e dagli amanti degli artisti di strada. Nel 2014, lesibizione di Simone Al Ani è stato ripreso dal gruppo Ainara Aparici Films&Documentaries ed è stato poi pubblicato su You Tube. Clicca qui per vederlo.

Questa prima edizione di Italia’s got talent firmata Sky si è conclusa ieri con la vittoria del “mago” Simon Al Ani. E’ stato lui a tenerci incollati alla sedie in questa puntata e in quella scorsa anche se le sue manipolazioni, la bravura dei ballerini arrivati in finale e i monologhi dei comici non è bastata a far raggiungere al talent alcuni record a cui solo Masterchef Italia è arrivato. Fatto sta ch Sky non può lamentarsi, l’edizione è stata un successo e la finale di ieri ha raccolto buoni ascolti segnando oltre un punto percentuale in più rispetto alla scorsa puntata e portando a casa 837.000 spettatori con il 3.44% di share.

Che talent e che finale è se non c’è una polemica da parte di Striscia la Notizia e figli? A quanto pare sta diventando una vera e propria routine e dopo la polemica legata al vincitore di Masterchef, ecco quella per Italia’s got talent. No, tranquilli, il tg satirico non è già pronto, o almeno lo speriamo, con una nuova soap su Simon Al Ani, il vincitore del talent targato Sky, ma ad alzare un polverone ci ha pensato una delle sue inviate, ovvero Stefania Petyx. Proprio lei, rivolgendosi a tutti i talent questo dobbiamo dirlo, si è riservata su twitter per “denunciare” il televoto e il pubblico a casa che si lascia abbindolare da alcune cose scrivendo: “è brutto da dire ma nei talent il talento serve a poco, con il voto popolare bambini e disabili hanno il podio assicurato“. Per fortuna non ha vinto una di queste categorie….

Naturalmente, dopo la proclamazione del vincitore, non mancano eventuali contestazioni e acclamazioni da parte del popolo del web. Ieri, 14 maggio 2015, il concorrente Simon Al Ani ha vinto un cospicuo premio è un viaggio direttissimo sul palcoscenico di Las Vegas e – se alcuni confermano che la vittoria sia stata meritata – altri avrebbero preferito vedere sul podio di Italias Got Talent 2015 qualcun altro. Da quello che si legge sulla pagina Facebook ufficiale del talent show, il fatto che Cisky è Toni Bonji non siano nemmeno approdati sui tre gradini del podio non è stato affatto facile da digerire per alcuni dei telespettatori…

Simone Al Ani ha conquistato tutti co la sua magia e il movimento incredibile delle mani che lascia davvero poco spazio alle interpretazioni perchì ci troviamo davvero di fronte a un’artista vero. Proprio per questo ha vinto Italia’s Got Talent 2015, perchè tra tutti è quello che è stato più artista. Ha capito che con il semplice movimento delle mani poteva creare magia e non nel modo convenzionale. Difficile darne una definizione precisa, complesso elaborare su di lui un giudizio preciso. Il consiglio è quello di guardarlo e lasciarsi trasportare dalla sua magia, che è vera perchè creata. Davvero complimenti.

Ecco le pagelle della serata: Simone Al Ani 10: Vince con merito questa esibizione con i suoi numeri di magia con le sfere. Lascia tutti senza fiato e davvero è difficile capire dove sia il trucco nella sospensione e nella velocità con cui si muove. Ha talento e inoltre è molto umile, può fare strada; Straduri Killa 8: Al di là della loro esibizione che può anche presentare delle imperfezioni tecniche, stupiscono perchè sono pressochè dei bambini. Inoltre la cosa che ha stupito di più tutti che di fronte alla sconfitta a un passo dai 100mila euro e dal viaggio a Las Vegas siano andati ad abbracciare il vincitore Simone Al Ani, sportività difficile da vedere in ragazzi di questa età; Shark and Groove 10: questi due simpatici ragazzi hanno fatto capire che a volte i limiti possono diventare dei punti di forza. Si battono come leoni con il loro rap al di là degli handicap fisici che fanno parte della loro personalità e di fronte ai quali fanno loro stessi ironia. Il cuore di questi due ragazzi, oltre al talento indiscusso, ha fatto davvero breccia nel cuore di tutti; Caterina Giordano 6.5: ha talento la ragazza, soprattutto perchè a diciotto anni si scrive già i suoi pezzi oltre a cantarli con grande qualità. Dovrà crescere nella presenza scenica, ma di sicuro può fare strada; Cisky 4: al di là dell’esibizione lascia un po’ interdetti la sua personalità. Non lascia trasparire un’emozione e quando la Littizzetto gli fa una battuta, sembra anche offendersi. A dire il vero il suo numero è stato anche di spessore in alcuni tratti, ma l’emozioni vere le hanno date altri; Gaggi Yatarov 7: questo ragazzo ha delle braccia di acciaio, però oltre alla forza ha anche molta coordinazione e grande equilibrio. Ricordate quel film che diceva: “La potenza è nulla senza il controllo”? Detto fatto; Martina Giammarini 9: questa splendida ragazza è un talento vero. Va al di là della sua mancanza di udito e diventa una ballerina che sa’ comunicare amore per quello che fa’. La sua determinazione è davvero encomiabile; Nerd Force Crew 7: hanno portato qualcosa di diverso sul palco di Italia’s Got Talent 2015, mostrando a tutti come a volte si può anche essere originali per sfruttare il proprio talento; Skuba Libre 6: finito nei flop per sbaglio perchè di talento ne ha molto. Certo che di fronte a dodici artisti era difficile menzionare qualcuno. Scelta nata dal fatto che probabilmente sul palco ha portato poche novità col suo rap; Toni Bonji 8: Claudio Bisio l’ha notato subito perchè far ridere in cento secondi non è di certo facile. La sua esibizione lascia davvero il sorriso sulle labbra;  Vanity Crew 5.5: non che sia sbagliato provare a esprimersi come meglio si pensa, ci mancherebbe. Ma la domanda che sorge spontanea dopo la loro esibizione è il perchè. Non convinco nonostante ballare sui tacchi non sia certo facile; I Camillas 6: sembrano usciti dagli anni ’90, figli di quell’Enzo Salvi che col Diesel voleva per forza spostare una macchina. Sono bravi davvero, ma forse troppo lontani dai giorni nostri. 

Sarebbe troppo facile premiare con i top e i flop chi ha vinto, perchè è chiaro e logico che Simone Al Ani ha lasciato tutti a bocca aperta con la sua esibizione e che merita di diritto il posto tra i migliori. Tra i top vanno messo di diritto Shark and Groove due giovani ragazzi calabresi che al di là dei loro handicap hanno trovato il coraggio, la volontà e l’amore per imporsi ad alti livelli e qualificarsi come terzi. Il loro rap non lo dimenticheremo facilmente. Claudio Bisio ha notato subito il talento di Toni Bonji, perchè di certo non è facile far ridere tutti in cento secondi. Questo simpatico comico c’è riuscito, con dei tempi davvero incredibili nella recitazione e una battuta dietro l’altra tanto che Frank Matano ha sottolineato di perdersi sempre le battute perchè mentre rideva per una ce n’era subito un’altra. Applausi per la splendida Martina Giammarini, ragazza che nonostante l’handicap dovuto alla mancanza di udito si esibisce con eleganza e grande tecnica nel ballo la sua passione. Nei flop ci finisce Cisky più che per la sua esibizione per un atteggiamento scontroso e due parole spiccicate in tutta l’edizione del talent. Quando poi la Littizzetto gli fa una battuta, sembra anche rimanerci male. Vanity Crew in un primo momento verrebbe da dire perchè. Poi comunque il numero regala anche emozioni, solo che le forzature sono dietro l’angolo. Skuba Libre è sicuramente un ottimo rapper, Matano dice addirittura il suo preferito, ma non sembra aver portato nulla di nuovo sul palco di Italia’s Got Talento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori