LA GRANDE BELLEZZA/ Su Canale 5 il film di Paolo Sorrentino vincitore di un Oscar. Trailer

- La Redazione

Stasera, giovedì 21 maggio 2015, alle ore 21.10, su Canale 5 va in onda il film drammatico “La grande bellezza”. La pellicola ha ottenuto diversi riconoscimenti. Vediamo insieme la trama

Foto-Mediaset
Mediaset
Pubblicità

Va in onda su Canale 5, alle 21:10, il film “La Grande Bellezza”, il film diretto da Paolo Sorrentino, vincitore nel 2013 di molti riconoscimenti, quali il Premio Oscar come miglior film straniero, il Golden Globe, nella stessa categoria, e ben 9 David di Donatello. La messa in onda della pellicola, di cui Toni Servillo è il protagonista principale, sarà l’occasione per confrontarsi con lo stile visionario del regista Paolo Sorrentino, in questi giorni apprezzatissimo al Festival di Cannes con “Youth-La Giovinezza”. Di seguito il trailer del film in onda stasera su Canale 5:

Mentre nelle sale cinematografiche debutta “Youth”, il nuovo film del premio Oscar Paolo Sorrentino, Canale 5 propone questa sera in prima serata “La grande bellezza“, la pellicola che è valsa al regista napoletano la statuetta per il miglior film straniero. In una delle scene del film vediamo il confronto tra Jep e Stefania: mentre si chiacchiera sul divano, la donna inizia un discorso “moralizzatore” tipico di quella sinistra radical chic dei salotti della Roma Bene. Il protagonista ovviamente non si tira indietro e, con classe, demolisce la “donna con le palle” e le sue certezze: “Tutte queste vanterie, tutta questa ostentazione, questi giudizi sprezzanti nascondono una certa tua fragilità e anche una certa serie di menzogne. Certo anche noi abbiamo le nostre ma proprio per questo finiamo per parlare di pettegolezzi per non misurarci con le nostre meschinità”. Clicca qui per vedere la scena tratta da “La grande bellezza”.

Pubblicità

Stasera, giovedì 21 maggio 2015, Canale 5 trasmette la pellicola “La grande bellezza“, diretta da Paolo Sorrentino: vediamo la trama. Un famoso giornalista e critico teatrale, Jep Gambardella (Toni Servillo), è un uomo dalla personalità intrigante e fascinosa, vive a Roma ed ama partecipare agli eventi più esclusivi e festaioli della sua città che risente della storia e dello splendore del passato a causa di un presente caotico e senza prospettive. Jep Gambardella è anche autore di un libro, Lapparato umano, realizzato durante la propria giovinezza. Nonostante il successo dellopera, luomo ha deciso di non scrivere per via del fatto che ha un blocco creativo. In lui allora comincia ad affiorare lidea di diventare un mondano a tutti gli effetti e di prendere parte alle varie feste con la nomea di essere il re dei mondani. Inoltre insieme ad alcuni suoi amici: Lello (Carlo Buccirosso) un ricco grossista, Romano (Carlo Verdone) scrittore teatrale, Viola (Pamela Villoresi) donna borghese con tanti problemi familiari, Stefania (Galatea Ranzi) scrittrice e Dadina (Giovanna Vignola) direttrice del giornale in cui lavora Jep partecipa ai tanti salotti che ogni sera vengono organizzati dalla Roma bene.

Pubblicità

Una mattina, di ritorno da una di queste feste incontra lattuale marito di quella che era stata per lui il primo amore, Elisa. Questo gli comunica che la donna è morta e che ha trovato un suo diario segreto e dopo averlo letto ha scoperto amaramente che la moglie non aveva mai smesso di amare Jep. Gli racconta della sua frustrazione nellaver scoperto che in fondo Elisa non lavesse mai amato profondamente e che avevano condiviso trentacinque anni di vita insieme come semplici compagni. Luomo però anche se ora appare tormentato e amareggiato riuscirà a trovare la sua dolce e allo stesso tempo amara vendetta nelle premure della propria domestica. Jep rimane molto provato da questa storia così dopo aver compiuto la bella soglia di sessantacinque anni incomincerà a fare un bilancio della propria vita esaminando ciò che era nel passato e ciò che è diventato oggi.

Queste continue analisi introspettive lo spingono e lo riportano nuovamente verso la scrittura, cosa che confida immediatamente al suo amico Romano. Jep però continua a frequentare le feste mondane e aberranti dellalta borghesia, fa una serie di incontri con donne poco raccomandabili, fa la conoscenza anche di un cardinale più interessato alla cucina che alla chiesa, tutto questo ambiente che quotidianamente vive lo spingerà a rendersi conto di quanto sia stata vana la propria vita, vorrebbe ritornare ad essere quello scrittore giovane e pulito di anni fa ma la realtà lo costringe a ricredersi.

La sua vita prosegue quando una serie di eventi nefasti sconvolgono la propria routine: Ramona muore, il suo amico Romano va via dalla città perché deluso da Roma e dalla sua frivola bellezza, Stefania che era stata umiliata da Jep decide di lasciare la vita mondana di Roma, mentre Viola va in Africa come missionaria in seguito alla morte del proprio figlio. Jep a questo punto si ritrova senza il suo amato ed odiato circolo. Continua ad accorgersi che le feste che frequenta sono sciatte e senza anima, così dopo aver bevuto un po di più confessa che non ha più scritto libri a causa della nullità della propria città e della propria vita. Quando oramai sembra aver rinunciato allidea di scrivere nuovamente, fa un incontro con una missionaria del terzo mondo sullIsola del Giglio dove Jep si era recato per fare un reportage del naufragio della Costa Concordia. E in questo momento esatto che luomo risente dentro di se quellamore e quelle emozioni provate per Elisa, sentimenti che gli ridanno la voglia e lispirazione di scrivere ancora.

La Grande Bellezza è un film girato e prodotto in Italia sotto la regia di Paolo Sorrentino che ha curato anche soggetto e sceneggiatura insieme a Umberto Contarello. Il film ha durata di 2 ore e 22 minuti e nel cast presenta anche Sabrina Ferilli, Iai Forte, Franco Graziosi e Giorgio Pasotti. Il film ha ottenuto diversi riconoscimenti tra cui il Premio Oscar come miglior film straniero, il Golden Globe, la nomination alla Palma d’oro al Festival di Cannes, 9 premi David di Donatello con 8 nomination, 5 Nastri d’argento e tantissimi altri ancora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori