MURDER IN THE FIRST/ Anticipazioni puntata 21 maggio 2015: Erich Blunt si sottopone al poligrafo

- La Redazione

Murder in the First, anticipazioni puntata 21 maggio 2015: Erich Blunt si sottopone al poligrafo per riavere Daniels come legale. Infine, si presente alla porta di Terry per un appuntamento

Murder_in_the__First_r439
Murder in the First
Pubblicità

Erich Blunt (Tom Felton) viene portato in tribunale dove si discute la possibilità di pagare una cauzione in attesa della Cassazione. L’avvocato di Blunt presenta un’istanza alla Corte, ma il legale dell’accusa mette al corrente il giudice del fatto che la vittima fosse incinta e che, pertanto, l’imputato potrebbe essere condannato all’ergastolo o, addirittura, alla pena di morte. Il giudice fissa la cauzione a diecimila dollari e Blunt può essere rilasciato in attesa del giudizio definitivo. Intanto, Hildy Mulligan (Kathleen Robertson) viene interrogata per stabilire se abbia agito correttamente nell’intervento volto a soccorre D-Hop e, contemporaneamente, viene interrogata anche la controparte dall’ispettore David Molk (Raphael Sbarge). Nel frattempo, gli avvocati di Blunt discutono con l’uomo sulla possibilità di far ricadere la colpa dell’omicidio di Cindy sul marito o su un altro sospettato al fine di ottenere l’assoluzione per Erich.

Pubblicità

Terry English (Taye Diggs), nell’attesa di sapere cosa ne sarà di Hildy, interroga Jeremy Leonard, il quale sostiene di essere stato minacciato di morte da Blunt. Jeremy ha fatto causa a Blunt perché sostiene che egli abbia rubato i suoi algoritmi e, tramite questi, sia riuscito a diventare miliardario. Una spia della polizia, Milan, ha appuntamento con Blunt ma questi manda al suo posto Jimmy Salter. L’uomo capisce che c’è sotto qualcosa e manda via Milan. A questo punto, Terry incontra Jimmy e quest’ultimo gli suggerisce di lasciar perdere Blunt se ancora la polizia non è riuscita ad incastrarlo. Più tardi, Salter ammonisce Erich per il suo comportamento menefreghista e lo mette in guardia contro il dipartimento di polizia, dicendogli che gli agenti gli staranno addosso finché non farà una mossa sbagliata. 

Pubblicità

Stasera, giovedì 21 maggio 2015, su Premium Crime va in onda il quinto episodio di Murder in the First, intitolato Menzogne e verità. Le anticipazioni rivelano che Salter riuscirà a procurare alcuni nastri di sorveglianza che sono in grado di smontare completamente lalibi di Mark, ma la sua versione dei fatti sarà in breve riconfermata da un altro testimone, un certo Smooth. Intanto, Erich Blunt riesce a ottenere di nuovo la fiducia e soprattutto il supporto legare di Daniels: tutto questo dopo aver implorato e dopo essersi sottoposto addirittura al poligrafo, con una prova che riesce a convincere luomo. Infine, Mulligan e Terry discutono del loro bacio, e in seguito Hilda torna a casa: sulla soglia trova proprio Blunt, che è deciso – una volta finito tutto questo – ad uscire con lei.

A casa, Hildy approfitta della pausa dal lavoro per dedicarsi alla figlia Louise (Mimi Kirkland). Mentre le due preparano un dolce per la scuola, Louise manifesta la sua preoccupazione nei confronti della mamma e le dice che da grande non vorrà fare la poliziotta. Nel frattempo, Terry va a parlare con D-Hop, il quale gli dice che l’avvocato l’ha avvisato di non proferire parola se non in sua presenza. Terry cerca di convincere il ragazzino a dire la verità, per il bene suo, di sua madre e di Hildy. Intanto, Erich decide di andare al party nel deserto insieme a Ivana, party a cui ha preso parte anche Jeremy Leonard. Hildy riceve la telefonata della madre di D-Hop, Teresa, che chiede di incontrarla. La donna riferisce a Hildy che un suo amico (Terry) ha parlato con il ragazzino e l’ha convinto a cambiare la sua versione dei fatti. Diego vuole testimoniare che suo padre la stava aggredendo con un coltello e per questo Hildy è soddisfatta.

La madre del ragazzino, invece, si dichiara delusa, dice alla donna di trovare Diego e di convincerlo a tornare alla vecchia versione per fare causa alla città. Hildy si rifiuta e si arrabbia con Teresa dicendole di aver salvato la vita a lei e a suo figlio. Di ritorno dal deserto, Erich viene aggredito dal suo avvocato per aver fatto sesso orale con Cindy poco prima dell’omicidio. Il medico legale, infatti, trovando il DNA di Blunt nella bocca della vittima ha deciso di testimoniare contro di lui. Blunt e il suo avvocato si recano in tribunale per comunicare al giudice la rinuncia di Erich all’udienza preliminare. D’altra parte, l’accusa chiede la revoca della cauzione dell’imputato per aver violato le condizioni della Corte lasciando la Città recandosi al festival del deserto in Nevada. Quando il giudice chiede le prove di tali dichiarazioni, l’avvocato dell’accusa mostra delle foto che ritraggono Blunt e Ivana al festival scattate da Jeremy Leonard. L’avvocato di Erich tenta di convincere il giudice che si tratti di foto falsificate ma la Corte ritiene la prova valida e annulla la richiesta di cauzione. Il giudice sentenzia che Blunt dovrà rimanere sotto custodia e invita gli agenti a prelevarlo dall’aula. Intanto, Hildy si presenta nuovamente per l’interrogatorio.

La commissione la informa di aver concluso l’indagine interna e di essere giunta ad un punto, confermandole la possibilità di tornare a lavorare sul campo. Inoltre, il tenente Jim Koto (Ian Anthony Dale) riferisce a Hildy che Teresa e D-Hop hanno rinunciato alla causa civile e che la donna ha insistito per deporre a favore dell’agente Mulligan, sostenendo che la poliziotta abbia agito per legittima difesa. Hildy, profondamente commossa per quanto avvenuto, chiede a Koto quando potrà tornare al lavoro e il tenente le risponde che può farlo da subito. Nel frattempo, l’avvocato di Blunt va a trovarlo in carcere e lo accusa di averlo messo in ridicolo di fronte a tutta la nazione. Per questo motivo il legale informa Erich di ritirarsi dal caso con effetto immediato. Erich cerca di convincere l’uomo a ripensarci, raddoppiando l’offerta di pagamento, ma questi rifiuta, sostenendo di avere abbastanza soldi per conto suo. La sera, Hildy festeggia il suo ritorno al lavoro con Terry e Louise, preparando una cena per tutti e tre. Quando Louise va a finire gli ultimi compiti, Hildy dice a Terry che la bambina non vuole che lei torni al lavoro per via della sparatoria, che l’ha traumatizzata. Dopo aver parlato del più e del meno, Terry e Hildy si baciano ma subito dopo lui va via con una scusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori