ATLANTIS/ Anticipazioni e diretta streaming puntata 24 maggio 2015: Giasone scopre che Arianna sposerà Eptariano

- La Redazione

Atlantis, anticipazioni puntata 24 maggio 2015: Giasone scopre che Arianna è in procinto di sposare Eptariano, e non ci sta. Decide di partecipare al torneo prima delle nozze dei due

Atlantis_Rai4_r439
Atlantis 2, in onda su Rai 4

Va in onda questa sera su Rai 4 un nuovo appuntamento con Atlantis. La puntata di oggi, intitolata “The rules of engagement”, è la settima della prima stagione. In questo episodio vedremo Minos annunciare il fidanzamento tra Heptarian e Ariadne. Per festeggiare l’evento verrà organizzata una gara di combattimento senza regole. Come premio per il vincitore verrà messa in palio una consistente somma di denaro e Jason deciderà di partecipare. Vi ricordiamo che oltre a poter vedere Atlantis su Rai 4, il telefilm sarà trasmesso anche in diretta streaming su Rai Tv: cliccate qui per vederla.

Stasera, domenica 24 maggio 2015, Rai 4 torna a trasmettere Atlantis, la serie tv che vede Jack Donnelly nei panni di Jason (o Giasone): verrà mandato in onda il settimo episodio, dal titolo The rules of Engagement. Le anticipazioni rivelano che Giasone scopre che Arianna è promessa in sposa al brutale Eptariano: il suo cuore naturalmente è spezzato, ma vuole tentare il tutto per tutto e sfruttare anche lultima occasione che potrebbe avere per conquistarla e mostrare il suo valore. Decide così di partecipare al torneo che precede le nozze e di affrontare direttamente, in uno scontro, il futuro sposo. Naturalmente al suo fianco ci saranno sia Ercole che Pitagora, che capiscono che cè in gioco ben più che una questione di cuore.

La puntata inizia con Ercole (Mark Addy), che di lì a poco dovrà confrontarsi in un match di lotta in cui il suo avversario sarà qualcuno noto con l’appellativo di “Distruttore”. Ercole non appare per nulla preoccupato dal soprannome dell’avversario, affermando che non ha praticamente mai perso. Ed effettivamente, nelle prime battute del match Ercole sembra avere la meglio, ma alla fine la vittoria va al suo avversario. Come se non bastasse deve sopportare la vista di Medusa (Jemima Rooper) tra le braccia di colui che lo ha appena battuto. A questo punto chiede di essere portato via e di fare ritorno a casa. Qui Pitagora (Robert Emms) e Giasone (Jack Donnelly) cercano di spingerlo a non smettere di poter pensare di conquistare Medusa con la sua forza e lui stizzito replica che “a lotta è per lui qualcosa che scorre nelle vene e di non combattere semplicemente per impressionarla. Poco dopo, a sera inoltrata, i due amici parlano tra loro. Non si avvedono che lui li sta ascoltando e mentre parlano arrivano a domandarsi cosa mai potrebbe “dare lui a lei pur avendo molte qualità”.

Arriva la mattina e Giasone viene a scoprire che c’è qualcuno che sta tramando contro di lui. Il pericolo viene da una donna sconosciuta… Nel frattempo Ercole decide di rivolgersi ad Afrodite. Si reca quindi al tempio a lei dedicato, ma una volta lasciatolo, un suo conoscente gli dice che difficilmente i suoi auspici si concretizzeranno. Tuttavia gli paventa un’altra strada per conquistare Medusa: la magia. Ercole inizialmente rifiuta di prendere in considerazione tale ipotesi, in particolare quando il discorso cade sulle streghe della Colchide. L’amico tuttavia gli fa presente che una di loro chiede lo stesso prezzo per qualsiasi sortilegio venga lei chiesto. Il prezzo è il bene più prezioso del richiedente. Nel frattempo Pitagora ha imbandito una tavola notevolissima per il pranzo e a un Giasone perplesso svela di averlo fatto per Ercole, perchè la sera precedente ha ascoltato la loro conversazione. Giasone si avvede che la sua spada e la sacca non sono in casa. 

Ercole ha quindi deciso di seguire il consiglio dell’amico mercante e di recarsi dalla strega… La scena si sposta quindi proprio su Ercole: dopo aver superato la foresta riesce ad arrivare al cospetto della strega, il cui nome è Circe (Lucy Cohu). Ercole chiede il suo intervento per poter finalmente realizzare il sogno d’amore con Medusa. La strega tuttavia lo gela, affermando che sono le Parche a definire il destino degli umani. Ercole però non si da per vinto e le dice che ha portato quello che per lui è il bene più importante. Questo non è altro che l’ultimo legame con la sua figura paterna, ovvero un dente strappato dalla bocca del terribile Cerbero. Circe, che crede siano stati gli dei a volere l’incontro tra lei ed Ercole, decide di aiutarlo e gli consegna la chiave per far proprio il cuore di Medusa: il canto delle sirene. Dovrà però essere la prima persona ad ascoltarlo quando lui scoperchierà il vaso in cui è contenuto. Ercole a questo punto rincasa e mangia con gli amici, i quali si scusano per quanto detto la sera prima.

Lui però li spiazza, affermando che potrebbe anche essere in parte vero quanto da loro detto. La scena si sposta quindi all’incontro tra lui e Medusa e l’incantesimo sembra funzionare, visto che la sera i due escono e arrivano a scambiarsi un bacio. La mattina successiva Medusa prepara la colazione per tutti e Ercole si avvede di alcuni segni sui palmi delle sue mani: lei però lo rassicura affermando che altro non sono che segni dovuti a distrazioni in cucina. Quindi i due escono e Medusa ha un mancamento. Riportatala precipitosamente a casa chiede l’aiuto di Pitagora, il quale è in difficoltà non avendo mai avuto a che fare con niente di simile ai segni che la ragazza ha addosso. Passa la notte e il giorno dopo il matematico e scienziato capisce che l’amata dell’amico è vittima di un atto di stregoneria: l’unico modo per guarirla è un incantesimo. Ercole cerca di rassicurare Medusa. Quest’ultima però si rende conto di essere in fin di vita e vuole quindi esprimergli la contentezza per i momenti vissuti con lui. Ercole alla fine crolla e svela di essere lui il responsabile di quanto sta accadendo. Quindi, contro il volere di Pitagora e Giasone torna dalla strega, la quale lo rapisce con la speranza che verrà presto cercato. Ciò puntualmente avviene e a vegliare Medusa viene chiamata Corinna (Hannah Arterton).

Pitagora e Giasone mentre sono alla ricerca dell’amico si rendono conto di avere la compagnia di un maiale: ma mentre il primo appare infastidito, il secondo ritiene che l’animale stia cercando di fargli capire qualcosa che al momento gli sfugge. Sul finire della prima giornata di ricerche Giasone svela all’amico matematico la profezia della donna misteriosa che avrebbe complottato contro di lui e capisce che potrebbe essere proprio Circe. Il giorno dopo da alcuni comportamenti del maiale i due capiscono che altri non è che…Ercole! Giasone decide di andare dalla strega. Lei gli racconta tutta la sua travagliata esistenza e di come si è trasformata a causa di una persona che ora vuole sia Giasone ad eliminare. Questa persona è la sorella di Circe, ma lui respinge tale richiesta. Alla fine però, per aiutare i suoi amici, cambia idea e quindi prende accordi con lei. Alla fine quindi Ercole torna ad avere le sembianze di sempre e Medusa non solo si riprende, ma si arrabbia molto con Ercole. La puntata finisce con Giasone che confida all’oracolo tutto quello che è accaduto e con quest’ultimo che saputo dell’accordo con Circe lo reguardisce, affermando che non ha percezione di quel che ha fatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori