IL TRONO DI SPADE 5/ Anticipazioni puntata 25 maggio 2015: il primo incontro tra Daenerys e il Folletto?

- La Redazione

Il Trono di Spade 5, Game of Thrones, anticipazioni puntata 25 maggio 2015: mentre Jon Snow si prepara a combattere, Sansa Stark tenta di parlare con lo sventurato Theon

Jon_Snow_trono_spade_Thrones
Il trono di spade

Sembra proprio che nel settimo episodio della quinta stagione de Il Trono di Spade (Game of Thrones), in onda stasera su Sky Atlantic sottotitolato, Tyrion Lannister e la Madre dei Draghi Daenerys si incontreranno: si tratta di due personaggi amatissimi, le cui vicende sono sempre state preponderanti e fondamentali all’interno delle stagioni della serie tv, è certo ai fans brilleranno gli occhi vederli – finalmente – discutere insieme. E non bisogna dimenticare che è stato proprio Jorah a condurre il Folletto al cospetto della sua padrona. Ma la settima puntata – intitolata “The Gift” – darà spazio anche a Sansa Stark, che proverà a riscattarsi dopo quanto le ha fatto passare Bolton, e infine ce ne saranno anche per la fredda e calcolatrice Cersei. L’appuntamento si prospetta dunque molto avvincente, anche senza contare che perfino la story line di Jon Snow – amato dal pubblico certamente tanto quanto (se non di più) Tyrion e Daenerys – continuerà per la sua strada.

Sky Atlantic trasmetterà stasera, in lingua originale, il settimo episodio de Il Trono di Spade 5. Nel video promo di questa puntata, intitolata “The gift“, vediamo Jon Snow perdere alleati al Castello Nero dopo aver deciso di regalare ai bruti guidati da Tormund le terre de Il Dono. Nel frattempo Stannis e Davos marciano verso Winterfell, l’ex roccaforte degli Stark ora in mano ai Bolton: “Marciamo verso la vittoria o marciamo verso la sconfitta, ma andremo avanti”. Nel breve videoclip vediamo anche Sansa ricordare a Theon che la sua famiglia ha ancora amici nel Nord e Lady Olenna Tyell incontrare l’Alto Passero nella speranza di salvare i suoi nipoti, Margaery e Loras, ora detenuti dal Credo. Clicca qui per vedere il promo del settimo episodio de Il Trono di Spade 5.

Il trono di spade toorna questa sera su Sky Atlantic per la sua nuova puntata, la sesta di questa stagione. Intanto, però, lontano dal set arriva l’annuncio dell’attrice Lena Headey relativo all’arrivo di un secondo bebè in famiglia. La bella Cersei Lannister, infatti, alla “veneranda” età di 41 anni darà alla luce una bambina di cui dice: “Mia figlia avrà la libertà di scelta. Sarà libera di ballare, di cantare, di sposare chi vuole, di rimanere single o di innamorarsi di un’altra donna. Ne sarà felice la nuova nata, ma la gravidanza le porterà problemi per la serie? Sembra di no visto che dovrebbe essere pronta per le prossime riprese. 

Stasera, lunedì 25 maggio 2015, torna in prima serata Sky Atlantic Il Trono di Spade (Game of Thonres), con la sua quinta stagione. A partire dalle 21.10 verrà infatti mandato in onda il sesto episodio (non inedito, ma in lingua italiana) dal titolo Unbowed, Unbent, Unbroken: a seguire, invece, verrà trasmesso il settimo, in lingua originale e intitolato The Gift. Ecco qualche anticipazione: Jon (Kit Harington) lascia infine Castle Black e si prepara alla grande battaglia, mentre Sansa, traumatizzata a dir poco dalle violenza inaudite della sua prima notte di nozze, prova a trovare un amico tra quelle mura. Si rivolge allora a Theon, che potrebbe avere proprio con lei la sua chance di redenzione. In attesa di un suo cenno c’è sempre Brienne (Gwendoline Christie), che avrà un ruolo importante, mentre si avvicina Stannis, pronto alla guerra con Roose Bolton. Infine Jamie prova a trarre il meglio dalla situazione di Dorne, riunendo la propria famiglia.

Arya (Maisie Williams) è ormai stanca delle proprie mansioni. Da tempo ripulisce i corpi nel tempio, ma ora, spinta dalla curiosità, vorrebbe scoprire che fine fanno tutti questi cadaveri. Tenta in maniera scaltra di seguirli, così da scoprire che misteri si celano in questo luogo, ma si ritrova a fare i conti con Waif, che le chiude la strada, dicendole chiaramente che non è ancora pronta per un passo del genere e che deve tornare a fare il gioco delle due verità e una bugia. Se nella sua mente c’è ancora il desiderio di vendicarsi, nonostante lei debba annullare la vecchia se stessa, ora si è resa conto che il prossimo obiettivo da raggiungere è quello di divenire un’ottima bugiarda, anzi eccellente. Così gioca nuovamente con Not-Jaqen, ma fallisce ancora una volta. Scopriamo però qualcosa sui suoi sentimenti, ovvero che prova una grande amarezza per la morte del Mastino, che in fondo era divenuto una sorta di amico per lei. Alla fine sbotta e dice di non aver più voglia di giocare, ma Jaqen le dice freddamente che nessuno lì interrompe mai il gioco.

Un uomo le si avvicina poco dopo chiedendole aiuto per la sua sorella malata. Arya gli dice d’essere stata guarita da piccola dall’acqua del tempio, e così ne offre un bel po’ alla donna, lasciando intuire che si tratta di una sorgente avvelenata. Nell’ombra un uomo dal volto coperto la osserva e, dopo aver visto il suo comportamento, la prende e conduce al di là della porta dei cadaveri, dicendole che è ormai pronta a gettarsi alle spalle il suo passato. Qui si ritrova in una stanza agghiacciante, ricolma delle facce dei cadaveri che ha ripulito, mostrando un lato tutto nuovo del tempio, quasi cannibalesco. Si torna da Tyrion (Peter Dinklage) e Jorah (Iain Glen), che sono su una spiaggia dopo il naufragio e iniziano a parlare di Daenerys (Emilia Clarke). Jorah le è sempre fedele e spiega il suo processo di rinascita nelle fiamme, dando vita ai tre draghi che ora la accompagnano. 

La reputa la possibile salvezza di Westeros, mentre Tyrion, che prova a convincerlo d’essere dalla parte della giovane, avendo ucciso Tywin, gli spiega quali siano i suoi dubbi, dal momento che essere la madre dei draghi non vuol dire necessariamente avere le doti per governare in maniera saggia. Lei infatti sta avendo sere difficoltà a Mereen, dimostrando ancora molta inesperienza. Finalmente però ha capito che non può fidarsi di nessuno e che chiunque prova a ottenere un proprio rendiconto. Di certo, se vorrà governare l’Occidente, dovrà essere nuovamente guidata, dal momento che è ignara anche dei basilari usi e costumi. Infine vengono fatti prigionieri, ma ancora una volta la loquacità di Tyrion gli salva la vita, convincendo i rapitori a portarli nelle fosse da combattimento di Mereen, essendo Jorah un gran guerriero. Petyr (Aidan Gillen) incontra Cersei (Lena Headey), la quale scopre dov’è Sansa (Sophie Turner), ovvero a Winterfell, dove sposerà a breve il figlio bastardo, ormai riconosciuto, di Lord Bolton, Ramsay (Iwan Rheon).

La regina non prende affatto bene questa notizia, ma Ditocorto la convince che la cosa migliore attualmente sia accendere la fiamma della battaglia tra Stannis e Roose, così da liberarsi almeno di uno dei due, se non di entrambi nello scontro. Cersei si lascia convincere, soprattutto perché la sua mente attualmente è rivolta soprattutto alla gestione dei Passeri. Il tutto evidenzia come la regina, una volta giunta in una posizione di potere, non faccia altro che vacillare, cercando intorno a sé facce amiche, che in realtà non esistono. Alla fine decide di affidarsi proprio ai Passeri per liberarsi dei Tyrell. Questi hanno imprigionato Loras (Finn Jones) per i suoi crimini, ovvero i gusti sessuali, e a nulla vale il tentativo di Olenna (Diana Rigg) di giungere a un accordo con la regina. Il Cavaliere viene processato e condannato a causa della testimonianza del ragazzo col quale è andato a letto per soldi, che viene reputato attendibile e condanna a sua volta Margaery (Natalie Dormer) per aver spergiurato negando l’omosessualità del fratello.

A Dorn Jaime (Nikolaj Coster-Waldau) e Bronn (Jerome Flynn) si sono travestiti da guardie e riescono a raggiungere Myrcella, che continua a portare avanti la propria relazione col principe Trystane. I due tentano di convincerla a scappare, poiché in pericolo, ma l’amore la rende cieca. Trystane si intromette e viene steso da Jaime, che però, insieme a Bronn, dovrà affrontare le serpi di Dorne giunte per rapire sua figlia. Nymeria rapisce la giovane e i due guerrieri si ritrovano a fronteggiare le serpi, con Aero che li fa prigionieri. Sansa è in una posizione difficile, con la gelosa Miranda che le racconta dei delitti di Ramsey. Lei tiene però duro e la forza a lasciarla sola, non cedendo alle poco velate minacce. Il matrimonio infine si svolge e Sansa viene stuprata da Ramsay la prima notte di nozze, con Theon costretto a guardare inorridito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori