ROBERTA CARRESE/ Chi è la finalista di The Voice of Italy 2015 per il Team Pelù. Il paese di Capriati al Volturno si mobilita per lei

- La Redazione

Stasera su Rai 2 va in onda la finale  del talent The Voice of Italy. Tra i finalisti c’è anche Roberta Carrese, giovane molisana che è entrata nel team di Piero Pelù

roberta_carrese
Roberta Carrese

La molisana Roberta Carrese è uno dei quattro talenti finalisti di The Voice of Italy 2015. Per la pupilla di Piero Pelù si sta mobilitando tutta Capriati al VOlturno, suo paese d’origina. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Gianni Prato, ha infatti deciso di allestire in piazza Roma un maxi schermo dal quale l’intera cittadinanza potrà seguire in diretta la finale di stasera. A fronte di tutto questo amore, Roberta ha deciso di rispondere attraverso Facebook: “Ritornerò molto presto a cantare per voi. Grazie”.

Tra i quattro finalisti del talent musicale di Rai Due, The Voice of Italy, giunto alla sua terza edizione, c’è Roberta Carrese. Nata 20 anni fa a Venafro provincia di Isernia come ultima genita di cinque fratelli, ha vissuto per molti anni in un paesino in provincia di Caserta per poi trasferirsi a Roma dove studia cinema, televisione e new media. La musica ha sempre fatto da colonna sonora della propria vita, ha imparato a suonare da autodidatta la chitarra, la batteria, lukulele e il piano e sa perfettamente quanto riesce a trasmettere con la propria musica.

La giovane concorrente ha saputo mettere in mostra tutte le proprie qualità artistiche sin dai primi momenti in cui ha calpestato il palco del programma. Il suo è stato un percorso appassionante e ricco di soddisfazioni, scoprendosi in grado di confrontarsi con diversi generi musicali mantenendo comunque alto il livello delle proprie esibizioni. Il suo arrivo nel programma è ovviamente avvenuto nel corso delle Blind Auditions con i coach rivolti verso il pubblico per concentrare la propria attenzione esclusivamente verso la capacità vocale del concorrente. In questo caso Roberta Carrese ha deciso di presentarsi con un famoso pezzo di una voce storica del panorama musicale italiano come quella di Patty Pravo. Nello specifico il pezzo è Pensiero Stupendo. Lesibizione della cantante molisana è stata sin dalle prime battute molto efficace tantè che i quattro coach hanno impiegato pochi secondi prima di decidere di girarsi e quindi di dare il proprio si allaccesso di Roberta Carrese nel programma. I quattro sì raccolti dalla cantante le hanno quindi permesso di avere diverse opzioni tra cui scegliere. Alla fine Roberta Carrese ha deciso di optare per il team di Piero Pelù convinta di poter ottenere quella crescita che le possa permettere di fare il salto di qualità e quindi far diventare la sua passione per la musica anche la propria professione.

Roberta Carrese ha così incominciato a lavorare allinterno del team arrivando al primo appuntamento con la Battle nel quale, dietro scelta dello stesso Piero Pelù, ha dovuto battagliare con un cliente piuttosto ostico come Simone Perrone sul pezzo Somebody that I Used to know, portata al successo da Gotye. Roberta Carrese è riuscita a superare lo scoglio e raggiungere la puntata dei Knockout, nella quale ha voluto cimentarsi con uno storico pezzo di Lou Reed, Perfect Day. Pezzo che è piaciuto moltissimo a Piero Pelù tantè che il rocker toscano ha deciso di mandarla avanti facendola arrivare alla fase dei live. Nel primo live la giovane concorrente di Venafro ha mostrato tutta la propria flessibilità cambiando completamente genere, passando a un pezzo molto strutturato come Amore che viene, amore che vai dellindimenticato Fabrizio De Andrè. Superato anche questo turno, Roberta Carrese ha deciso di cambiare nuovamente genere optando per la canzone decisamente più rock di Patti Smith, Because to night. Nel terzo live invece la scelta è caduta su Angie dei Rolling Stones, che fa emergere maggiormente il suo animo rock. In semifinale (il quarto live show), Roberta Carrese ha deciso di presentarsi alla sfida con Ira Green che alla vigilia veniva data per favorita, cantando il pezzo Sei bellissima di Loredana Bertè per poi lanciare il proprio inedito La mia conquista, scritto dalla stessa Roberta Carrese con la collaborazione di Piero Pelù. Questultimo ha dato un giudizio sfavorevole a Roberta Carrese con 60 punti assegnati ad Ira Green contro in suoi 40, ma il voto del pubblico ha fatto decisamente la differenza con Roberta Carrese che ne riceve ben 62 e quindi accede in finale con il punteggio complessivo di 102 a 98.

I punti di forza di Roberta Carrese sono senza dubbio il fatto di riuscire sempre e comunque a interpretare ogni pezzo che le viene proposto in maniera quanto mai originale e suggestiva. Non è un caso che con il passare delle settimane il gradimento del pubblico nei suoi confronti sia andato sempre aumentando fino a porla tra i concorrenti più amati di questa edizione del talent.

 Roberta Carrese ha saputo proporre una serie di esibizioni molto apprezzabili ma a detta del pubblico e di qualche critico musicale, in assoluto la migliore è stata l’interpretazione del pezzo di Fabrizio De Andrè, Amore che viene, amore che vai. Un pezzo decisamente non semplice da proporre in una veste differente da quella originale, ma la cantante molisana ci è senza dubbio riuscita.

 Inizialmente Roberta Carrese non veniva indicata nel lotto dei possibili finalisti di questa edizione del talent musicale, ma poi con grandi sacrifici e lavoro di assoluta qualità, ha palesato un percorso di crescita esponenziale. Una crescita che non è avvenuta soltanto da un punto di vista tecnico ma anche e soprattutto per quanto riguarda il sostegno del pubblico, caratteristica questa essenziale per vincere il programma e per avere successo nella propria carriera. Roberta Carrese può ambire, se non alla vittoria, almeno al podio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori