#Team Pelù / Best moments della squadra di Coach Piero Pelù. Il selfie di gruppo del team Diablo, foto (Finale The Voice of Italy 2015)

- La Redazione

Piero Pelù ha una squadra composta da Davide, Silvia, Marco, Luca, Denise, Valerio, Marco, Ira, Martina, Mariangela, Tommaso, Roberta e Alessandra

piero_pelu_ok-R439
Foto: InfoPhoto

Questa sera Roberta Carrese, “la perla nera”, rappresenterà il team Pelù nella finalissima di The Voice of Italy 2015. Il rocker toscano però non dimentica nessuno dei talenti da lui scelti nelle scorse puntate e solo una settimana fa ha deciso di pubblicare su Facebook un bellissimo selfie di gruppo: “TEAM DIABLO ieri e oggi: Marco de Vincentis, Roberta Carrese, Ira Green, Giacomo Voli, Daria Biancardi più tutti quelli\e che non ci stavano nella foto = persone meravigliose, voci speciali, artisti con tante cose da dire che vanno sostenuti oggi col televoto in questo finale di The Voice 2015 e dopo acquistando le loro canzoni originali su I-tunes e nei cd seguendoli poi live nei concerti. Musica buona per le nostre anime e le nostre orecchie! I’ babbo”. Clicca qui per vedere la foto.

Pelù, terminate le Blind Audition, si è presentato alla prima Battle con una squadra composta da: Davide, Silvia, Marco, Luca, Denise, Valerio, Marco, Ira, Martina, Mariangela, Tommaso, Roberta e Alessandra. Per la squadra del rocker toscano si sfidano sul palco Davide e Alessandra, che cantano Ain’t no sunshine. Alla fine Pelù opta per Alessandra, ma spera che qualcuno prenda Davide in squadra, perchè lo merita. La seconda sfida vede contrapporsi Valerio e Marco, che cantano La torre di Babele, e alla fine Pelù opta per Marco. Alla fine il giudice ruba Clì del team dei Facchinetti. Nella nuova sfida ecco Luca contro Mariané, con il ragazzo che riesce a passare. La ragazza però viene rubata da Noemi. 

Nella seconda puntata si scontrano Pierluca e Silvia. Lei è spaventata dalla spavalderia di lui, ed entrambi cantano Happy. La loro prova manda in confusione il giudice, che chiede a entrambi un brano blues a cappella, per poi scegliere Silvia. Si scontrano poi Ira e Marco, cantando un brano storico del rock, Back in Black. Alla fine a salvarsi è Ira, che Pelù definisce una bestiaccia, per poi catechizzarla perché si commuove, e nel metal non esistono lacrime. Denise e Martina per l’ultima sfida del gruppo di Piero, cantando Labyrinth. Ancora una volta il giudice è in dubbio, anche perché l’esibizione non è stata perfetta, e chiede un brano a cappella, per poi far passare Martina. Infine ruba Fabio ai Facchinetti, dopo l’ennesimo brano a cappella. Infine, nella lotta tra Tommaso e Francesco, vince il primo, per il quale Pelù si prodiga in complimenti. 

Ha inizio la prima puntata del Knockout, con Luca che sfida Alessandra, cantando rispettivamente Purple Rain e La Bambola. I due credono d’essere già arrivati e si sfidano prima di tutto a parole. Lui la vede costruita, mentre lei non all’altezza di alcune canzoni, come La Bambola appunto. Alla fine l’innovazione di Alessandra ha la meglio. Tocca poi all’anima rock del gruppo di Piero, Ira, che canta Paranoyd, contro Se Telefonando cantata da Silvia. Per Pelù non c’è mai stata sfida, o almeno così sembra, e la scelta di Ira pare quasi scontata, esaltando la sua voce graffiante e potente. L’ultima sfida vede infine scontrarsi Martina e Marco, che cantano Il cielo è sempre più blu ed Enjoy the silence. Martina pare imitare la Ferreri e l’effetto è pessimo, con Pelù che infine opta per Marco, dicendo d’averlo fatto per il bene del suo team, così da avere più chance di vittoria una volta arrivato al live. 

Il secondo Knockout di Pelù ha inizio con la sfida tra Fabio e Tommaso, con Pelù che definisce il primo in grado di raggiungere note basse incredibili, mentre il econdo è caratterizzato da una voce graffiata spettacolare. Il pubblico pare apprezzare maggiormente Tommaso e, forse spinto dall’idea di un televoto favorevole al momento giusto, Piero lo premia e gli dice che ora dovrà mangiarseli tutti. Con Perfect day e Una zebra a pois si sfidano Roberta e Clì, con il giudice che le definisce quanto più diverse possibile, premiando infine Roberta. 

Arriva il momento del primo live, che si apre con i giudici che cantano brani dei colleghi, con Pelù che si cimenta in una canzone del tutto lontana dal suo stile, Chi cambierà la musica dei Pooh. Il suo gruppo si esibisce interamente e alla fine il pubblico premia Ira, Roberta e Marco, con Pelù che infine deve operare la sua scelta tra Alessandra e Tommaso, con quest’ultimo che ha la peggio, dal momento che la giovane ha saputo dimostrare maggior personalità. Nel secondo live il gruppo di Pelù inizia la sua sfilza di esibizioni con Roberta, che canta Because the night, che lentamente fa esplodere la sua voce potente. Tocca poi ad Alessandra, che si diverte nel cantare e ballare Lady marmelade, tramutata in versione rock. Pelù la definisce un’artista a tutto tondo. Per la prima volta nel suo percorso in questo talent Ira canta un brano in italiano, optando per I maschi. La cosa che sorprende è che non pare risentire della differenza del testo, adattandosi e facendo il brano suo, come detto da Pelù. Marco opta per i Queen con Another one bites the dust. Alla fine i due a rischio eliminazione sono Marco e Alessandra, con Pelù che segue il televoto delle altre puntate e manda fuori la ragazza. Nella terza puntata Ira ci prende gusto con l’italiano e canta Vita spericolata, seguita da Angie di Roberta. Tocca poi a Marco, che si esibisce con polvere, e Piero lo chiama uomo di spettacolo. Alla fine il televoto porta allo scontro Marco e Ira, con Piero che si affida alle sue regole personali, dicendo d’aver già salvato il ragazzo una volta, mandando avanti la Green. Nell’ultima puntata è lotta tra Ira e Roberta, con due cover e inediti. Pelù salva Ira, ma il televoto inverte la scelta, rispettando i fischi del pubblico in studio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori