LA VITA IN DIRETTA/ Si parlerà del secondo Royal Baby di Londra? Riassunto ultima puntata (oggi, 4 maggio 2015)

- La Redazione

La vita in diretta torna in onda oggi, lunedì 4 maggio 2015, dopo ben tre giorni di stop: si parlerà del Royal Baby di Londra? Intanto, ecco il riassunto dell’ultima puntata

liorni-parodi-vita-in-diretta
Marco Liorni e Cristina Parodi
Pubblicità

Finalmente, dopo ben tre giorni di stop, su Rai 1 torna oggi La vita in diretta, con una nuova puntata a partire dalle 16.00 condotto come sempre da Marco Liorni e Cristina Parodi. I telespettatori che seguono la trasmissione anche sui social network si staranno certamente chiedendo se i due abilissimi presentatori affronteranno la nascita della Royal Baby, una splendida femminuccia nata lo scorso sabato, 2 maggio 2015. Il tweet pubblicato sulla pagina ufficiale (clicca qui per vederlo) fa in ogni caso presupporre una risposta affermativa. In attesa di saperne di più, ecco il riassunto dellultima puntata andata in onda, quella di giovedì 30 aprile 2015: indiscrezioni delle ultime ore sono arrivate sul caso di Guerrina Piscalia. Sembra emergere infatti la storia di un presunto ricatto. Esisterebbe un video che sembrerebbe essere stato utilizzato per ricattare qualcuno. A Londra è palpabile l’attesa per il Royal Baby che sembra sia una femmina e che si sta facendo attendere. Si chiamerà Elisabeth oppure Vittoria? Qualche segnale comunque oggi è arrivato perché forse Kate si sarebbe già avviata verso l’ospedale. Alla clinica St. Mary il personale è già in allarme e con Kate ci sarà anche la tata spagnola che la sta aiutando già con George. Gli occhi dei sudditi sono invece puntati su Twitter, perché dall’account ufficiale arriverà la notizia della nascita (che, a posteriori, sappiano essere avvenuta sabato 2 maggio!). A seguire abbiamo visto un servizio sui rischi del latte materno venduto online che sarebbe contaminato e abbondante di batteri che potrebbero nuocere al bambino.

Pubblicità

I rischi maggiori sono l’epatite, la salmonellosi, ma anche l’HIV. Meglio dunque rivolgersi al latte in polvere che è sicurissimo. Vittoria Puccini, attrice toscana dall’accento inconfondibile, ha saputo conservare negli anni la sua signorilità. Vittoria ha imparato dai suoi genitori il valore della riservatezza e ne ha fatto il suo stile di vita. Anche se a prima vista non si direbbe, Vittoria è una donna forte e sicura di se’. Paolo Brosio è stato ospite di Cristina Parodi ed è venuto a raccontare del suo incontro con Papa Francesco. Nel suo nuovo libro egli ha tracciato l’alfa e l’omega di Maria. Adesso Paolo è cambiato molto. Prima quando cadeva non sapeva dove aggrapparsi, mentre ora lo sa. Questo non significa che sia diventato perfetto, perché resta pur sempre un peccatore, come lui stesso si è definito. A seguire, con Lucilla Masucci, Marco Liorni è tornato a parlare di Guerrina Piscaglia e della storia del ricatto avvenuto in canonica. Lucilla ha spiegato che esiste una conversazione via Skype avvenuta tra Padre Silvano o Padre Graziano, gli unici che usavano quel pc, e un anonimo che non risponde. Il sacerdote che invia il messaggio minaccia di mostrare un video. Ma di quale video si tratta? L’avvocato Fanfani, il difensore di Padre Graziano, ha detto che in più di 200 pagine che sono nelle sue mani non si trova nessuna traccia di questa notizia, forse perché a scrivere sarebbe stato Padre Silvano e non Padre Graziano. Sul palco dell’inaugurazione dell’Expo si esibirà Andrea Bocelli e alla Vita in Diretta abbiamo potuto vedere le prove che sono state registrate la sera prima. Il cibo sarà al centro di questa esposizione, ma ci sarà ovviamente anche altro. Andrea Bocelli, intervistato, ha detto che spera che l’Italia possa fare bene e che riceva l’approvazione degli altri Stati. Ci si augura che quelli dell’Expo non rimangano sei mesi fini a se’ stessi ma che possa cambiare concretamente qualcosa e possa restare una maggiore attenzione ai problemi alimentari e della mancanza d’acqua nel mondo. Claudio Lippi, ospite in studio, crede che ciò non avverrà, ma spera di sbagliarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori