SQUADRA MOBILE / Anticipazioni puntata quarta 11 maggio 2015 e cronaca terza: La morte di Marcello sconvolge Ardenzi. I commenti dei fan

- La Redazione

Squadra Mobile, anticipazioni puntata 4 maggio 2015: mentre Sabatini tenta di far evadere un detenuto dal carcere, Marcello Oliviero scompare e la squadra si mette sulle sue tracce

Liotti-Bilello-Tirabassi-squadra-mobile-w439-h302
I protagonisti di Squadra Mobile
Pubblicità

La morte di Marcello Olivieri ha sconvolto sia la Squadra Mobile che i telespettatori. Il giovane personaggio interpretato da Marcello Feroci era stato una delle note liete della serie di Canale 5, con la sua ingenuità da ragazzo aveva nelle puntate precedenti lasciato il segno proprio perché mostratosi così fragile e delicato. Il ragazzo ha deciso di togliersi la vita di fronte a Sabatini e Ardenzi dopo che aveva ucciso allinterno della Questura Bradic. I commenti dei fans sulla pagina Facebook della serie sono tutti per lui. Viene salutato con una foto in primo piano titolata Ciao Marcello, ci mancherei. I commenti sono tutti a suo favore e nessuno si aspettava una sua così precoce dipartita. Molti vedevano in lui lunica opportunità per stanare Sabatini, che ormai tutti hanno capito essere corrotto. Cè anche chi ricorda Ricky Memphis, collega di Tirabassi in Distretto di Polizia con il ruolo di Mauro Belli. Come direbbe lui, sottolinea un utente, in romanaccio: Ardenzi svejate! (Ardenzi svegliati).

Pubblicità

Cosa accadrà nei prossimi episodi in onda tra una settimana su Canale 5? Assisteremo a ”Un ragazzo fragile” e ”Uno strano incidente” nei quali assisteremo al disagio emotivo provato dall’intera squadra mobile per la morte di Marcello Olivieri. Momento davvero difficile per Ardenzi che in qualche modo sente di essere stato responsabile di questa tragedia. Sabatini senza alcun rimorso invece di esporsi e raccontare quanto accaduto davvero mette nei guai il suo amico Roberto Ardenzi, prima suo amico. Isabella intanto soffre per il suo rapporto travagliato con Giulio dopo che nella puntata di stasera da questo ha preso uno schiaffo. Proseguirà però anche nel riuscire a salvare una donna dal disagio emotivo vissuto in famiglia al fianco di un marito violento.

Pubblicità

Quando Ardenzi arriva sul luogo dove Oliviero gli aveva detto di raggiungerlo trova il ragazzo che per prima cosa gli chiede se è solo. Ardenzi non sa ancora che Sabatini lo sta raggiungendo. Il ragazzo pare abbastanza scioccato e chiede ad Ardenzi se gli crede, questo sottolinea che sa della sua buona fede e non serviva scappare e poi lo invita ad avere fiducia. Oliviero ribadisce che Bradic aveva la pistola in mano, la Questura non sarebbe sicura. In quel momento stesso arriva Sabatini sul luogo e Oliviero si riscalda immediatamente, perchè sa che vuole incastrarlo. Ardenzi è abbastanza scioccato ed è così che Marcello gli sottrae la pistola puntandogliela addosso. Sabatini prende la pistola, mentre Ardenzi invita Oliviero ad abbassare la pistola. Sabatini gli dici che sta dalla sua parte mentre Oliviero gli punta la pistola addosso e gli dice di dire la verità su quanto accaduto con Bradic. Marcello Oliviero si sente accerchiato prende la pistola e si spara un colpo in testa: “Solo così capirete che sono innocente”. Ardenzi rimane senza parole, mentre Sabatini mantiene la calma e chiama la polizia anche perchè probabilmente sente di essersi levato un peso. 

La squadra mobile continua a indagare su un giro di prostituzione, una donna è stata uccisa ed era incinta. Vengono interrogati quelli che erano i suoi clienti abituali. Marcello intanto è scomparso nel nulla, nessuno sa’ cosa gli sia accaduto. Ardenzi gli manda un messaggio con scritto che deve fidarsi di lui. Il ragazzo è sconvolto. Ardenzi è ancora alle prese con un rapporto difficile con la figlia Mauretta, che non c’è mai perchè sempre con la testa sul lavoro. Uno dei clienti della escort confessa di aver pagato l’aborto, viene convocata la moglie che è a conoscenza di tutto. All’interno della scena del delitto è stato trovato un bicchiere con un sedativo, lo stesso che l’avvocato (il cliente) si era fatto prescrivere. La moglie dell’avvocato confessa che è stato il marito a uccidere l’escort che non voleva abortire. D’accordo con un medico la donna è stata sedata e portata in clinica, una volta tornata in casa la donna ha aggredito il marito che l’ha uccisa. Marcello chiama Ardenzi e gli chiede se gli crede. Oliviero lo invita a seguirlo al Museo della Civiltà all’Eur, ma gli sottolinea che deve recarsi sul luogo da solo. Sabatini si accorge di tutto spiando in lontananza la telefonata tra i due. Ardenzi avvisa la Zaccardo, Sabatini sottolinea a questa di non fidarsi e di volersi dirigere subito anche lui all’Eur anche se il collega ne è totalmente all’oscuro. 

Sabatini chiama il fratello di Bradic per avvisarlo che è stato ucciso, questo la prende molto male. Sabatini con la compagna vuole scappare, questa gli fa’ una scenata di gelosia per il suo rapporto con la Zaccardo. Ardenzi intanto convoca il suo collega, il padre di Marcello Oliviero. L’uomo è molto turbato della situazione legata al figlio, non è mai stato una testa calda e non può aver commesso un errore. Ardenzi sembra credere alla versione di Oliviero con Bradic armato, mentre la Zaccardo che ha una relazione segreta con Sabatini non può pensarlo. Sandro Vitale intanto sta cercando di indagare su una moto di larga cilindrata con la quale è stato rubato un rolex, l’uomo che lavora a casa del padrone della moto è rumeno e nel momento del furto la vittima ha sentito parlare in rumeno. Il signore rumeno però capisce ora perchè il proprietario chiedeva spesso di tradurre alcune frasi nella sua lingua. 

Confronto faccia a faccia tra Oliviero e Sabatini che rimangono da soli, l’uomo continua a sottolineare che non c’era nessuna pistola cercando di far impazzire Marcello. Gli dice che ha visto il luccichio delle manette e non una pistola, in quel momento il giovane ragazzo sembra dallo sguardo intuire che c’è qualcosa che non quadra. Difficile pensare che qualcuno possa credergli di fronte a un collega ben più anziano. Mentre nella Questura c’è grande disagio Oliviero, capita la grave situazione, decide di scappare. Dove si starà dirigendo? Ardenzi rimane senza parole quando non lo trova più nel suo ufficio. Viene lanciato a tutte le volanti una comunicazione per cercare Oliviero in giro per le strade della città. Sandro Vitale mentre va a prendere il figlio a una partita di calcio assiste a uno scippo in diretta, a un uomo è stato rubato il rolex. Intanto vengono smascherati due ragazzi che si sono intrifulati nell’appartamento di una signora anziana con una scusa.

Dal Prefetto arrivano solo complimenti e la Zaccardo rivolge le sue attenzioni ad Ardenzi. Isabella poi si rivolge anch’essa alla Zaccardo per la situazione che vede un padre a cui è stato tolto l’affido per via di un giudice trovato in flagrante con la moglie prima della sentenza. Si decide quindi di convocare il giudice per capire le ultime evoluzioni. Sabatini è sempre più invischiato nella situazione che porta al tentativo di far fuggire Bradic. Marcello si sfoga col padre delle continue attenzioni di Ardenzi, che lo tiene d’occhio in continuazione. Il padre però ha fiducia di lui e vuole spronarlo, il ragazzo non si sente all’altezza della situazione mentre arriva Sabatini che cerca le impronte e continua la sua sceneggiata attaccando davanti a lui Bradic anche se in realtà sta aspettando il momento migliore per farlo scappare. Matteo si presenta in Questura aggredendo il padre della fidanzata con un pugno, Ardenzi però lo calma e lo porta fuori. Di fronte ad Ardenzi Matteo confessa che si è innamorato della ragazza e che si sente in colpa per aver portato la ragazza a parlarne con la sua famiglia che ovviamente non l’ha presa bene. Bradic è impaziente, vuole uscire e Sabatini cerca di tranquillizzarlo. La donna che sembra aver avuto un flirt con un giudice per togliere suo figlio all’ex marito si presenta in Questura, ma sembra voler sfruttare tutte le armi che ha in tavola per girare la situazione in suo favore. Ardenzi prova a far parlare la figlia di Amina, non vuole mandarla in ospedale finchè non saprà tutta la verità sul marito. La donna è impaurita però alla fine confessa che è stato il marito a decidere la situazione, l’uomo aveva promesso Amina a un suo cugino. La ragazza è di sua proprieta, ma la ragazza voleva stare con Matteo di cui è innamorata. Ardenzi le rivela che ora dovrà arrestare il marito e denunciare lei per favoreggiamento. Mentre Bradic sta per sparare puntando la pistola che gl iha dato Sabatini a Oliviero questo tira fuori la sua e lo uccide con un colpo al cuore. Arriva tutta la Questura e Ardenzi chiede a Marcello di abbassare l’arma. Sabatini però intanto sembra voler mettere in mezzo il ragazzo, smentendo che Bradic avesse una pistola in mano nel momento in cui questi ha sparato. Tutti credono a un attimo di confusione del giovane poliziotto, nessuno pensa a un giro losco dietro al passato di Sabatini che sottolinea come nel momento del colpo stava interrgando Bradic disarmato. Non sta dicendo la verità. Sabatini poi confessa ad Ardenzi di non sapere cosa sia successo a Oliviero, secondo lui preso da un raptus di follia portato a compiere un gesto apparentemente immotivato.

Durante un sopralluogo in un campo rom Roberto Ardenzi sorprende dei ragazzi a lanciare pietre verso una ragazza pachistana, si tratta a tutti gli effetti di una lapidazione pubblica. Ardenzi la soccorre trovando poi la madre in lacrime. Tra Isabella e Giulio scoppia una pesante lite che porta l’uomo a lanciare uno schiaffo alla compagna, lasciando questa interdetta. Racconterà tutto alla sorella di Giulio lasciando senza parole anche lei. Isabella di fronte alle sue ragazze racconta dello schiaffo arrivato dal suo compagno Giulio, confrontandosi con donne che hanno subito anche loro cose simili in passato. Di fronte ai genitori della bimba ferita in maniera importante Ardenzi vuole sapere chi è stato. Sandro Vitale invece è infuriato con il padre, vuole sapere perchè non si è preoccupato della situazione e si accorge subito che delle scarpe sporche che portano a un coinvolgimento di questo nella lapidazione. Rimasta sola con Ardenzi la donna ha un attimo di esitazione, ma sembra facile capire che lei sta coprendo il marito. Arriva così la telefonata di Matteo sul cellulare della ragazza che la madre svela essere il suo fidanzato. Sabatini lavora sulle impronte di Milan Bradic, la sua convinzione è che il ragazzo sia innocente. Vuole farlo uscire dalla questura senza che i suoi colleghi lo sappiano, gli consegna poi una pistola da nascondere. Sabatini è inevitabilmente coinvolto con situazioni poco chiare. Ardenzi aspetta novità dalla scientifica proprio per le impronte e si arrabbia con Marcello Oliviero che deve assolutamente preparargli una relazione. Isabella intanto non sembra lucida di fronte a un uomo che difende suo figlio dalla moglie.

E’ iniziata la serata di Canale 5 con ”Squadra Mobile” con due episodi dal titolo ”Dramma in questura” e ”Dov’è Marcello?”. Spin-off di Distretto di Polizia si lega a questo successo tramite il filo conduttore Roberto Ardenzi, personaggio interpretato da Giorgio Tirabassi che era già presente nell’altra serie. Snodo fondamentale della serata è quello che ruota attorno alla figura di Marcello Oliviero, questi sparirà dopo alcuni situazioni intricate mettendo a disagio la questura e proprio il buon Roberto Ardenzi. Episodi quindi da seguire dall’inizio alla fine.

Elena Di Cioccio e Pippo Crotti si sono divertiti sul set di Squadra Mobile, la fiction targata Taodue che torna stasera – lunedì 4 maggio 2015 – con la terza puntata in onda su Canale 5. I due, che interpretano rispettivamente i personaggi di Roberta Cruciani e di Giacomo Polena, avrebbero dovuto girare una scena seria, in cui luomo tanta di flirtare con la ex compagna dopo tutto quello che è successo tra di loro. Il risultato, però, non è stato proprio dei più eccellenti, come dimostra anche la breve clip pubblicata sulla pagina Facebook ufficiale della serie. Lattrice, nonché ex iena di Italia 1, fatica a terminare anche solo lannuncio di quel che si apprestano a fare e alla fine il tentativo si conclude con molte risate da parte di entrambi. Sicuramente, a lavoro finito, saranno impeccabili, ma in questo modo hanno dimostrato anche la loro simpatia: clicca qui per vedere il video pubblicato su Facebook

Roberto Ardenzi e Claudio Sabatini si preparano a tornare sul piccolo schermo di Canale 5 con la terza puntata di Squadra Mobile, la serie targata Taodue che nasce come spin-off di Distretto di Polizia. Sul sito Mediaset è stato pubblicato il video promo del nuovo appuntamento, che assume dei toni sempre più ricchi di adrenalina. A partire dal piano dello stesso Sabatini, corrotto, che tenterà di far evadere un detenuto dal carcere per portare avanti i suoi giri. Forse qualcosa potrebbe andare storto perché lo si vede discutere a proposito di una possibile fuga. Nel frattempo, Ardenzi cerca di salvare una giovane donna che rischia la vita, portandola in ospedale addirittura prima dellarrivo dellambulanza. Che cosa è successo, e su che cosa stava indagando lispettore della Capitale? Il video si chiude infine con il rumore di uno sparo e le facce sconcertate dello stesso Roberto, e anche di Isabella Clicca qui per vedere le immagini di presentazione disponibili sul sito Mediaset

In attesa della terza puntata di Squadra Mobile in onda stasera, lunedì 4 maggio 2015 – dove non mancheranno i colpi di scena, a partire dalla sparizione di Oliviero – su Mediaset è disponibile un breve video in cui è riassunto quello che è successo nella puntata di settimana scorsa. Sabatini ha continuato a sfruttare la sua relazione con la Zaccardo per favorire i suoi traffici, ma Ardenzi con una frecciatina gli ha fatto capire che ha intuito il suo rapporto segreto. Nel frattempo, Isabella deve gestire un fidanzato decisamente complicato e Giacomo sta affrontando labbandono della moglie e anche la relazione con suo figlio adolescente. Oliviero – nonostante la sua giovane età – sembra essere lunico che sospetta di Claudio Sabatini. In effetti loperazione al campo rom ha fatto finire in prigione alcuni criminali che erano in contatto con il poliziotto, e ora il fratello di uno di loro esige che Sabatini lo faccia evadere in qualche modo ci riuscirà? Clicca qui per vedere il video riassunto della seconda puntata di Squadra Mobile disponibile su Mediaset.

La squadra di Roberto Ardenzi (Giorgio Tirabassi) torna stasera, lunedì 4 maggio 2015, sul piccolo schermo di Canale 5 con la terza puntata di Squadra Mobile: verranno trasmessi altri due episodi, intitolati rispettivamente Dramma in questura e Dovè Marcello?. Saranno ancora una volte moltissime le novità in merito: a partire da Claudio Sabatini (Daniele Liotti), che, allinsaputa dei colleghi, cercherà in ogni modo di far evadere un detenuto dal carcere. Il poliziotto starà quasi sicuramente cercando di coprire ancora una volta le sue tracce (magari ridando la libertà al fratello delluomo che lo minaccia?) e favorire i suoi loschi affari, qualcuno sospettarà qualcosa?

Nel frattempo, tra Isabella (Valeria Bilello) e Giulio le cose non andranno affatto a gonfie vele, e sembra proprio che uno dei due reagirà addirittura con uno schiaffo: cosa sarà successo? Infine, Marcello Oliviero (Marco Feroci) sarà uno dei protagonisti principali, e tutta la squadra si metterà sulle sue tracce nel secondo episodio, dal momento che luomo sembrerà essere scomparso nel nulla. Il suo comportamento negli episodi di settimana scorsa e i suoi sospetti saranno in qualche modo la causa della sua sparizione? Non solo: Valeria (Serena Rossi) e Riccardo (Marco Rossetti) indagheranno su una baby-gang, e il loro rapporto diventerà sempre meno professionale e più personale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori