QUANDO CERA BERLINGUER / Su Rai 3 il film di Walter Veltroni su Enrico Berlinguer. Diretta streaming

- La Redazione

Rai 3 questa sera propone il film “Quando c’era Berlinguer”. Vediamo la trama di questa pellicola diretta da Walter Veltroni che vede anche le testimonianze di Napolitano e Jovanotti

veltroni_discussione
Walter Veltroni

Va in onda a partire dalle 21:10 su Rai Tre il film “Quando c’era Berlinguer”. La pellicola, frutto del lavoro di Walter Veltroni, assume i tratti del documentario, per fare luce su una delle figure più importanti per la storia della sinistra italiana: Enrico Berlinguer. Il film, uscito nelle sale nel marzo del 2014, vede la testimonianza tra le altre dell’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e del cantante Jovanotti. Clicca qui per seguire la diretta streaming del film: “Quando c’era Berlinguer”

Su Rai Tre alle 21:10 viene trasmesso il film “Quando c’era Berlinguer”. La storia del segretario del Partito Comunista Enrico Berlinguer, dalle origini sarde alla morte in quel di Padova. Le testimonianze di chi l’ha conosciuto, di chi ne ha condiviso le battaglie, di chi lo ha contrastato e il commento dei giovani, il parere della generazione che non ha fatto in tempo a conoscerlo. Ecco il trailer del film, clicca qui

Nel film “Quando c’era Berlinguer” di Walter Veltroni, a condividere un ricordo dell’ex segretario del Partito Comunista Italiano vi è anche Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti. Secondo quanto raccontato dal cantante nel docu-film in onda stasera su Rai Tre alle 21:10, con la morte di Berlinguer “finisce la parola comunista, perché in Italia la parola comunista è Berlinguer.” Jovanotti aggiunge:”Non ho mai avuto paura della parola comunista in Italia, perché la associo a quella faccia, a quella correttezza, a quelle parole, a quell’onestà”. Nell’immaginario di Jovanotti dunque “la parola comunista rimane una parola bella, che muore in qualche modo con chi l’ha inventata”. La testimonianza dell’artista romano si aggiunge a quella di altri personaggi influenti che hanno voluto raccontare il proprio punto di vista su Enrico Berlinguer. Clicca qui per vedere la scena tratta da “Quando c’era Berlinguer”.

Stasera, giovedì 11 maggio 2015, va in onda su Rai Tre il film “Quando c’era Berlinguer,”, diretto da Walter Veltroni. Si tratta di un documentario e quindi vi appaiono alcuni personaggi noti, come Jovanotti passando per Arnaldo Forlani e Pietro Ingrao fino ad arrivare a Eugenio Scalfari e Mikhail Gorbachev.

Ci troviamo nellItalia dei primi anni Settanta, nel periodo di massima ascesa allinterno del Partico Comunista Italiano di Enrico Berlinguer. Questi riesce ad ottenere la nomina di segretario nazionale: è il 1972, ma la storia di Enrico Berlinguer ha inizio molto prima, più precisamente il 22 maggio 1922 nella città di Sassari. Berlinguer cresce in un ambiente molto evoluto da un punto di vista culturale: suo padre era un intellettuale laico schierato politicamente contro il fascismo tanto da diventare un deputato del Partito Socialista Italiano. Enrico Berlinguer, grazie a questo ambiente spiccatamente idealizzato, incomincia a muovere i primi passi allinterno del partito comunista e grazie al padre fa un primo significativo incontro con quello che allepoca era lindiscusso leader della Sinistra italiana: Palmiro Togliatti. Questi ebbe immediatamente una buona impressione del giovanissimo Enrico Berlinguer, che alcuni anni dopo gli succedette alla guida del partito.

Nella prima parte della pellicola sono presenti una serie interviste realizzati a dei ragazzi dei nostri giorni, ai quali viene chiesto di fornire una propria descrizione delle figura di Enrico Berlinguer, in particolare di evidenziare cosa abbia rappresentato per le vecchie generazioni e cosa rappresenti oggi per quelle nuove. Il tutto viene raccontato con una serie di documenti con cui vengono ripercorse alcune delle tappe fondamentali della vita privata e politica di Enrico Berlinguer, anche utilizzando gli occhi di un giovanissimo Walter Veltroni che in quel periodo stava muovendo i primi passi nel mondo della politica. Inoltre, grazie ai filmati dellepoca è possibile avere una visione molto fedele di quello che era lo spaccato di vita italiana nel corso degli anni Settanta e i primi anni Ottanta. Un viaggio nella storia di un uomo che con le proprie idee ha decisamente modernizzato un partito, dovendosi peraltro confrontare con un periodo per nulla semplice in Italia come quello degli “anni di piombo”.

Tantissimi i personaggi politici di spicco che hanno caratterizzato la storia della sinistra italiana come nel caso di Giorgio Napolitano oppure la figlia Bianca Berlinguer. Proprio grazie al racconto della figlia Bianca e dell’amico Giorgio Napolitano si riesce a costruire non solo l’immagine del leader politico ma anche quello dell’uomo Enrico Berlinguer e del padre di famiglia. Naturalmente il film si chiude con la tragica morte di Enrico Berlinguer avvenuta nel 1984 a Padova mentre stava tenendo un comizio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori