SUPERQUARK/ Anticipazioni e diretta streaming puntata 11 giugno 2015: la storia e i misteri del Big Bang

- La Redazione

Superquark, anticipazioni puntata 11 giugno 2015: Piero Angela ci porterà alla scoperta delle origini dell’universo, partendo dal Big Bang, spiegando la sua storia e i suoi misteri

infophoto_piero_angela_R439
Piero Angela (Infophoto)

Dalle 21:20 va in onda su Rai Uno lo “Speciale Superquark”, intitolato “13 miliardi di anni: in viaggio nell’Universo”. Piero Angelo conduce i telespettatori per mano spiegando con semplicità, ma non per questo senza dovizia di particolari, la storia del nostro Universo, analizzando insieme al Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica Giovanni Bignami, tutte le tematiche più interessanti, e quelle ancora oggi oscure, riguardanti la nostra galassia. Clicca qui per seguire la diretta streaming di “Speciale Superquark-13 miliardi di anni: in viaggio nell’Universo”.

Torna con una nuova edizione Superquark, il programma di approfondimento e divulgazione scientifica condotto da Piero Angela su Rai 1: stasera, giovedì 11 maggio 2015, andrà in onda il primo appuntamento dal titolo “13 miliardi di anni: un viaggio nell’universo“. Una serata che si addentrerà innanzitutto alla scoperta di quel l’enorme esplosione che ha dato origine a tutto, il Big Bang. In quel momento, nel giro di un tempo brevissimo, sono stati creati la gravità, il tempo e lo spazio, ma non solo. Hanno avuto origine anche materia e antimateria, con quest’ultima che resta ancora uno dei più grandi interrogativi degli scienziati.

Sembra infatti che, inizialmente, nello scontro con la materia si sia annichilita e abbia dato origine ad energia, ma non sono in pochi a credere che parte dell’abbondante quantità iniziale possa aver dato origine ad antistelle e anti pianeti. Con Piero Angela ci sarà il Professor Bignami, Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, che aiuterà a comprendere come si sono formati pianeti e corpi celesti in seguito all’enorme esplosione, cosa siano i buchi neri e come si sia riorganizzata la materia in quei tempi lontanissimi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori