Harry Potter e l’Ordine della Fenice / Su Italia 1 il quinto capitolo della saga fantasy con Daniel Radcliffe. Il video trailer

- La Redazione

Stasera, sabato 13 giugno 2015, Italia Uno trasmetterà Harry Potter e l’Ordine della Fenice, film del 2007 diretto da David Yates ed interpretato da Daniel Radcliffe. Vediamo la trama

Foto-Mediaset
Mediaset
Pubblicità

Italia Uno ospita dalle 21:10 il quinto capitolo della saga creata da J.K. Rowling:”Harry Potter e l’Ordine della Fenice”. Ad Hogwarts, il preside Albus Silente viene sostituito dalla filo-ministeriale Dolores Umbrige, una strega che renderà la vita difficile ad Harry, Ron ed Hermione. Il terzetto decide però di fondare l’ES, Esercito di Silente, un’organizzazione di studenti decisa ad affiancare l’Ordine della Fenice nella lotta a Lord Voldemort. Ecco il trailer del film: clicca qui

Questa sera su Italia Uno viene trasmesso il film fantasy avventura Harry Potter e Lordine della Fenice, diretto dal regista David Yates e con Daniel Radcliffe, Rupert Grint, Emma Watson e Imelda Staunton. In una delle scene più adrenaliniche, Potter (Daniel Radcliffe) si trova insieme ad un gruppo di ragazzi che lo stanno prendendo in giro allinterno di un campo di giochi. Allimprovviso il cielo si oscura con lo stesso Potter che scappa insieme ad un altro ragazzo, rifugiandosi in un sottopassaggio autostradale. Qui i due vengono attaccati da due strani esseri che provano ad assorbire la loro energia vitale. Potter facendo leva sui propri potere, riesce però ad avere la meglio. Clicca qui per vedere il video della scena

Stasera, sabato 13 giugno 2015, Italia Uno trasmetterà Harry Potter e l’Ordine della Fenice, film del 2007 diretto da David Yates ed interpretato da Daniel Radcliffe, Emma Watson, Rupert Grint, Gary Oldman e Ralph Fiennes. La pellicola, che è tratta dal quinto libro della saga dedicata al maghetto Harry Potter e ideata da J. K. Rowling, ha una durata di 137 minuti. Vediamo la trama. Nel corso delle vacanze estive che sta trascorrendo presso la casa degli zii, Harry (Daniel Radcliffe) e suo cugino Dudley (Harry Melling) subiscono l’assalto di due dissennatori, che il maghetto mette in fuga avvalendosi dell’incantesimo denominato Patronus.

Pubblicità

Sventato il pericolo, Harry legge una Strillettera del Ministero della Magia che gli comunica che dovrà presentarsi ad un’udienza disciplinare; il ragazzo esce indenne dall’incontro, anche perché supportato dall’appoggio di Albus Silente (Michael Gambon). Dopo essersi trasferito da Sirius Black (Gary Oldman), il maghetto viene a sapere che la dimora del padrino viene usata come sede delle riunioni effettuate dall’Ordine della Fenice, organizzazione presieduta da Albus Silente e nata allo scopo di sconfiggere Voldemort (Ralph Fiennes). Tornando ad Hogwarts, Harry si rende conto che le cose nella scuola di magia si mettono sempre peggio, non soltanto perché il Ministero della Magia nega categoricamente un eventuale ritorno di Voldemort, ma anche perché l’arrivo di Dolores Umbridge (Imelda Staunton), sottosegretaria anziana al Ministero prestata all’insegnamento di Difesa Contro le Arti Oscure, è un chiaro segnale del fatto il Ministero vuole esercitare un controllo sempre più serrato sull’istituto. Decisamente contrario alle modalità di comportamento utilizzate dalla Umbridge, Harry raduna a sé i suoi compagni per dare vita al cosiddetto Esercito di Silente e comunica loro che potranno esercitarsi con le arti magiche nella Stanza delle Necessità, all’interno della quale potranno reperire tutto ciò di cui necessitano.

Pubblicità

Una notte, Harry ha un incubo in cui vede il serpente Nagini avventarsi violentemente su Arthr Weasley (Mark Williams) e causargli una ferita molto grave: il sogno, che si rivelerà essere premonitore, testimonia che la mente di Harry, inconsciamente, è in grado di connettersi a quella del Signore Oscuro, e la scoperta induce il maghetto a rivolgersi al professor Piton (Alan Rickman) per divenire esperto nell’arte dell’Occlumanzia in maniera tale da impedire a Voldemort di entrare nella sua mente. Dolores Umbridge, intanto, fa catturare Cho (Katie Cheung), la ragazza con cui Harry ha appena intrapreso una relazione, e alcuni altri membri dell’Esercito di Silente, ma Albus compare di fronte al Ministero della Magia per affermare che è stato lui a creare l’organizzazione: quando però i Ministri danno l’ordine di arrestarlo, lui si dilegua ricorrendo ad un incantesimo. La Umbridge si autonomina preside della scuola di magia di Hogwarts ed Harry viene a conoscenza del fatto che è stata proprio Cho a rivelare il suo piano all’inquisitrice, così decide di lasciarla. Poi il maghetto ha una nuova visione che lo induce a recarsi all’Ufficio Ministeri, dove lui, Hermione, Ron, Neville (Matthew Lewis), Luna (Evanna Lynch) e Ginny (Bonnie Wright) trovano tante sfere di vetro: in ognuna di esse c’è una profezia, e tra queste si trova anche quella in grado di svelare perché Harry stava per essere assassinato da Voldemort quando era solo un neonato.

Harry s’impossessa dunque della sfera, ma è costretto a vedersela con Bellatrix Lestrange (Helena Bonham-Carter) e Lucius Malfoy (Jason Isaacs), il quale riesce ad impossessarsi della sfera ma poi la fa cadere a terra quando, in aiuto di Harry e dei suoi compagni, giungono anche Sirius e altri membri dell’Ordine della Fenice. Bellatrix riesce ad uccidere Sirius ed Harry non fa in tempo a riprendersi dallo shock che Voldemort fa la sua apparizione sulla scena: l’Oscuro Signore ingaggia una lotta serrata contro Silente, che gli impedisce di impossessarsi del corpo di Harry e poi lo mette in fuga. Tutti sono così obbligati a non negare più che Voldemort sia ancora in grado di agire, tanto che la Umbridge viene cacciata da Hogwarts ed è costretta a subire una sospensione, mentre tutti gli studenti salutano con grande felicità il ritorno di Albus Silente a capo della scuola di magia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori