ARROW 3/ Anticipazioni puntate 16 e 23 giugno 2015: Barry Allen aiuterà Oliver contro Ra’s Al Ghul

- La Redazione

Arrow 3, anticipazioni puntate 16 e 23 giugno 2015. Settimana prossima andrà in onda il finale di stagione: vedremo Oliver lottare contro Ra’s Al Ghul con l’aiuto di Barry Allen

arrow-2-cast
Arrow

E’ arrivato il momento, anche per quest’anno, di dire addio alla nostra amata serie tv. La prossima settimana, anche la terza stagione di Arrow volgerà al termine e chiuderà i battenti con un finale al cardio palma che ha lasciato i fans senza parole. Oliver riuscirà a vincere contro Ra’s Al Ghul? Cosa succederà adesso che la sua identità non è più segreta? Per quanto riguarda la prima domanda i fans saranno contenti di sapere che il nostro eroe incappucciato combatterà fino alla fine soprattutto grazie al sostegno del suo Arrow team e anche all’intervento di Barry Allen che, per l’occasione, aiuterà i suoi amici di Starling City. Per quanto riguarda il secondo quesito, invece, quello che vedrete non è sicuro che vi piacerà… Oliver sarà la nuova testa di Demone, morirà in battaglia o lascerà il suo posto di eroe? Lo scopriremo la prossima settimana, sempre su Italia Uno, sempre alle 22.00 con l’ultima puntata dal titolo “Il mio nome è Oliver Queen”.

Ammettiamolo: è stato uno dei più affascinanti cattivi di Arrow e ora – che mantiene ancora quei suoi atteggiamenti da strafottente ma che si è schierato con il Team di Oliver – è uno dei personaggi più accattivanti della serie tv. Stiamo parlando ovviamente di Malcolm Merlyn: sarà lui l’unico che fin dall’inizio, ancora prima che Oliver si unisca alla Lega, conoscerà quello che il vigilante di Starling Ciry ha intenzione di fare. Smantellarla dall’interno: per questo ha promesso fedeltà a Ra’s e ha recitato tanto bene da sconvolgere tutte le persone che gli volevano bene. In una scena che vedremo in onda stasera si vede Merlyn che raggiunge Nanda Parbat e discute con Oliver: con la minaccia del virus Omega sulla città, si rendono però conto di aver bisogno di una mano. E’ tempo che la verità arrivi alle orecchie di tutti: Oliver Queen non se n’è mai andato. Clicca qui per vedere il video della scena con la discussione tra Oliver e Malcolm.

Thea, ora che Oliver è lontano e soprattutto sembra aver giurato fedeltà alla Lega degli Assassini e dal momento che ha scoperto che Roy è vivo, ha deciso di andare a cercarlo. Non ci metterà molto a trovarlo e si presenterà a casa sua insieme alla sua vecchia tuta da Arsenal, chiedendogli se fino adesso non si è annoiato a condurre una vita normale. Il giovane non può tornare a Starling City, dal momento che lì tutti lo credono morto, ma è ben contento di poter vedere la ragazza che ha sempre amato. Non ci vuole molto prima che i due inizino a baciarsi appassionatamente: si tratta di un addio definitivo? Clicca qui per vedere la scena dell’incontro tra Roy e Thea.

Il Team Arrow verrà imprigionato a Nanda Parbat, e Ra’s non sarà affatto clemente con loro lasciandoli marcire all’interno di una cella, mentre disperatamente tentano di risvegliare l’Oliver che conoscevano a suon di urla, senza venire ascoltati dal nuovo Al Sah-him. Proprio mentre i suoi amici soffrono, e devono affrontare le conseguenze del virus Omega che gli è stato somministrato, Al Sah-him prende in sposa Nyssa, la figlia del Demone. La cerimonia ha inizio e Nyssa tenta di uccidere il suo futuro marito, ma Oliver la ferma in tempo e il rito viene concluso. Le anticipazioni, però, rivelano che tra il giovane Queen e Malcolm Merlyn c’è un accordo, anche se vediamo anche lui rinchiuso dietro le sbarre di Nanda Parbat: come riusciranno a sopravvivere al virus? Oliver, alla fine, tornerà in sé per aiutare i suoi amici, o aveva già un piano prestabilito? Appuntamento a stasera per scoprirlo, intanto clicca qui per vedere il video della scena del matrimonio tra Oliver e Nyssa.

Stasera, martedì 16 giugno 2015, su Italia 1 andrà in onda una nuova puntata di Arrow 3 (di cui trovate le anticipazioni qui sotto): ecco, invece, dove siamo arrivati la settimana scorsa. Oliver (Stephen Amell) entra finalmente nell’elite degli Assassini, ritrovandosi al fianco di Ra’s Al Ghul (Matt Nable), una vera e propria leggenda, che lo addestrerà nell’antica arte letale della spada. O per meglio dire addestrerà Al Sah-him, chi è lui in questa nuova dimensione. Per poter essere realmente Al Sah-him però dovrà rinunciare interamente al suo mondo precedente, al suo io che grida d ogni poro il nome di Oliver Queen. Per arrivare a questo livello, però, è necessario un profondo e continuo lavaggio del cervello, che si conclude con una prova finale a dir poco assurda. Nel tempio giunge infatti un intruso e Oliver viene chiamato a fronteggiarlo da solo. La realtà delle cose però è che quest’uomo non è altro che un prigioniero qualunque in cerca della via per la salvezza. Agli occhi di Oliver però la sua identità è quella di Jon Diggle (David Ramsey).

Ra’s Al Ghul gli ha però ordinato di farlo fuori, e così lui non ci pensa su due volte e lo giustizia come se fosse la cosa più naturale al mondo. Ovviamente il cambio d’identità non è altro che un’illusione dovuta a una potente droga cui Oliver è stato sottoposto. Ra’s si confina con Oliver, dicendogli che lui ha dovuto fronteggiare, e ancora deve, un acerrimo rivale come Damien Darhk, sfuggito alla giustizia della sua spada, il che gli ha consentito di creare un’organizzazione tutta sua. Detto questo, consiglia a Oliver di non avere rivali nel suo percorso, e per questo dovrà uccidere Nyssa. Questa è a Starling City, con Laurel (Katie Cassidy). La giovane viene addestrata al combattimento a mani nude e alla sopravvivenza. Trascorrono molto tempo insieme e per la prima volta probabilmente Nyssa inizia a godersi un po’ la vita. 

Ha trovato finalmente una vera amica, che le confida qualsiasi cosa, come ad esempio il fatto che Oliver abbia deciso di unirsi alla Lega degli Assassini. La notizia disturba decisamente il loro stato di quiete, dal momento che Nyssa sa bene ciò cosa comporterà. Dice a Laurel che inevitabilmente Oliver verrà a cercarla per ucciderla, eliminando così l’unica minaccia all’eredità del Demone. Soltanto lei infatti potrebbe pretenderne il diritto per nascita. A questo punto Nyssa decide di fronteggiare la sua morte a viso aperto e combattere per l’ultima volta. Laurel però non ci sta nel vederla soccombere così e decide di proteggerla, chiamando a sé sia Felicity (Emily Bett Rickards) che Diggle. I due non possono che accettare, ma l’idea di fronteggiare proprio Oliver è molto strada e difficile da mandare giù. Oliver e un gruppo di assassini arrivano in città. Oliver però decide di muoversi da solo, così da affrontare Nyssa alla pari e senza l’aiuto dei propri compagni. Si reca sul tetto dove ha perso la vita Sara. Sa benissimo che l’assassina lo attenderà lì.

Oliver pare avere la meglio in uno scontro alla pari, che però resta tale per poco, dato l’arrivo di Laurel e la sua squadra. Oliver deve battere in ritirata ma in seguito gli viene suggerito un piano per rifarsi. Rapisce Lyla, minacciando ovviamente Diggle, dicendogli di cedere Nyssa in cambio di sua moglie. Diggle non ci pensa un attimo. Afferra Nyssa ed è deciso a portarla dagli Assassini. Laurel prova a farlo ragionare. Gli mostra cosa sia divenuto Oliver, che ormai ha del tutto perso se stesso e dimenticato chi sia. Condannare a questo modo un’innocente significherebbe per lui, nonostante sia in ballo la vita di sua moglie, fare la stessa fine dell’amico. Viene dunque studiato un piano. Al punto dello scambio si presentano tutti. Nyssa viene consegnata, ma Lyla, al momento dello scambio, le passa delle armi, così che possa liberarsi e dar vita a un nuovo combattimento. I compagni di Oliver fronteggiano Nyssa, Lyla e Laurel, mentre Oliver ha un faccia a faccia con un furente Diggle, che ormai non si fa più scrupoli nell’affrontarlo.

Diggle viene ferito e morirebbe sotto i colpi di Oliver se non fosse per Thea (Willa Holland), che lo colpisce al braccio con una delle sue frecce. Oliver deve fuggire di nuovo, ma stavolta porta con sé Nyssa. Thea viene a sapere intanto da Felicity che Roy è ancora vivo e le suggerisce di andare da lui il prima possibile. Ra’s fa i suoi complimenti a Oliver, una volta tornato al tempio. Gli dice che in qualche modo lo ha battuto, riuscendo a sconfiggere il suo acerrimo nemico. A questo punto però gli ordina di uccidere una volta per tutte Nyssa, eliminando ogni pericolo per la sua futura conquista del potere. Ra’s però vuol soltanto vedere se Oliver sia in grado di farlo o meno, e quando sta per ammazzarla, il maestro lo ferma, dicendogli che lei potrà ancora essere utile alla causa, divenendo sua moglie. L’ultimo passo per Oliver è ora quella di eliminare ogni cittadino di Starling City, chiudendo col suo passato. E per farlo utilizzerà il virus Omega.

Mancano solamente due episodi per vedere concludere sul piccolo schermo di Italia 1 anche la terza stagione di Arrow: oggi, martedì 16 giugno 2015, verrà trasmessa la ventiduesima puntata, dal titolo “Questa è la tua spada”. Ecco qualche anticipazione: a Starling City Felicity, Diggle e Laurel continuano il loro lavoro da paladini della giustizia, mentre la minaccia del virus Omega avanza inesorabile. Ra’s però non sa che Oliver ha soltanto fino per tutto questo tempo, cospirando contro di lui insieme con Merlyn (Colin Donnell). Fa sapere alla squadra del pericolo che stanno correndo. I ragazzi capiscono dunque che Oliver non è mai cambiato e si preparano allo scontro finale, mentre Ra’s prova a convincere con le cattive Nyssa a dare alla luce un bambino.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori