Monica Guerritore / Chi è l’attrice ospite dell’ultima puntata di Servizio Pubblico (18 giugno 2015)

- La Redazione

Monica Guerritore sarà ospite questa sera, giovedì 18 giugno 2015, del programma Servizio Pubblico condotto da Michele Santoro su La7. Ecco la scheda dell’attrice

monica_guerritore
non uccidere
Pubblicità

Anche Monica Guerritore parteciperà all’ultima puntata stagionale di Servizio Pubblico, condotta come al solito su La7 da Michele Santoro. Nata a Roma nel gennaio del 1958, Monica Guerritore ha iniziato a recitare a soli tredici anni, in un film di Vittorio De Sica, “Una breve vacanza”. Nel 1974, alle dipendenze di Giorgio Strehler, ha quindi preso parte a “Il giardino dei ciliegi”, iniziando una carriera teatrale di grande rilievo. Una carriera alla quale ha presto affiancato quella cinematografica e televisiva. Nel 1976 ha recitato accanto a Marcello Mastroianni in “Signore e signori, buonanotte”, una pellicola diretta da alcuni dei migliori registi italiani, tra cui Luigi Magni, Mario Monicelli, Luigi Comencini ed Ettore Scola. L’anno successivo l’ha invece vista protagonista del primo sceneggiato a colori prodotto dalla Rai, “Manon Lescaut”. La grande popolarità è arrivata però alla metà degli anni ottanta, quando ha interpretato alcune pellicole erotiche, a partire da “Fotografando Patrizia”, un film del 1984 diretto da Salvatore Samperi in cui veniva affrontato il tema dell’incesto. Ha quindi recitato al fianco di Laura Antonelli in un film di Mauro Bolognini, “La Venexiana” (1986) e in due pellicole dirette da Gabriele Lavia, suo compagno anche nella vita, “Scandalosa Gilda” (1985) e “Sensi” (1986). Nel 1987 ha quindi perso parte a “Strana la vita”, alle dipendenze di Giuseppe Bertolucci, mentre cinque anni dopo ha partecipato al cast di “Mutande pazze”, per la regia di Roberto D’Agostino. Nel 1996 ha poi ricoperto il ruolo di Gnà Pina in “La lupa”, sempre diretta da Lavia. Nel corso degli anni ha notevolmente rarefatto le sue apparizioni, puntando più sulla qualità. Tra i ruoli di maggior rilievo da lei ricoperti, vanno ricordati quelli di Mara in “Un giorno perfetto”, diretto da Ferzan Ozpetek nel 2008 e di Clara in “La peggior settimana della mia vita”, nel 2011, alle dipendenze di Alessandro Genovesi. E’ comunque a livello teatrale che Monica Guerritore ha continuato a ottenere grandi successi, anche nella veste di regista e drammaturga. Nel 2011 è stata insignita del premio Moriconi, un riconoscimento di carattere internazionale che ne ha messo in rilievo le grandi doti di interprete e la estrema passionalità che ne distingue la recitazione. Per quanto riguarda la sua vita privata, ha avuto una relazione con Giancarlo Giannini e poi con Giancarlo Leone. Si è quindi sposata con Gabriele Lavia, da cui ha avuto due figlie (Lucia e Maria) prima della definitiva separazione. A partire dal 2001 fa coppia con Roberto Zaccaria, professore di Diritto Costituzionale ed ex presidente della RAI. I due hanno poi deciso di ufficializzare la loro relazione sposandosi nel 2010. In un recente tweet ha voluto commentare l’attuale situazione politica affermando che il livello di inquinamento della stessa ha ormai raggiunto livelli tali da esigere una nuova etica. In un’intervista ha invece affrontato il tema della chirurgia estetica, affermando che essa compromette la femminilità quando viene adottata solo per problemi di carattere estetico. Un’intervista in cui ha anche ricordato la sua personale esperienza, un tumore al seno poi superato senza problemi, che l’ha però costretta a prendere decisioni fondamentali per il suo futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori