TUTTODANTE 2015/ Anticipazioni puntata 19 giugno: Benigni racconta dei Consiglieri Fraudolenti, con Guido da Montefeltro. Il progetto Dante per sempre

- La Redazione

TuttoDante 2015, anticipazioni puntata 19 giugno 2015: Roberto Benigni riprenderà dal girone dei Consiglieri Fraudolenti. Oggi assisteremo al racconto del dannato Guido da Montefeltro

Benigni_LeggioR439
Roberto Benigni (Infophoto)
Pubblicità

Questa sera, venerdì 19 giugno 2015, va in onda su Rai Cinque una nuova puntata dello straordinario spettacolo TuttoDante che vede come grande protagonista Roberto Benigni. Un affascinante viaggio con il prezioso racconto del comico toscano tra i canti che il Sommo Poeta fiorentino diede alla luce nella grande opera della Divina Commedia. Peraltro, è di questi giorni la notizia del lancio del progetto Dante per sempre promosso dallassociazione Digita Vaticana e dalla Biblioteca Apostolica Vaticana. Si tratta di un progetto teso a valorizzare in forma digitale i manoscritti di Dante Alighieri. Non resta che rinnovare lappuntamento per lo spettacolo in onda nella prima serata di Rai Cinque.

Anche questa settimana si rinnova lappuntamento con Roberto Benigni, che con la sua maestria e semplicità spiega i canti della Divina Commedia di Dante Alighieri al pubblico del piccolo schermo di Rai 5: TuttoDante 2015 prenderà il via alle 21.15, e lattore e comico toscano partirà proprio dal girone dei Consiglieri Fraudolenti, ovvero da dove era rimasto settimana scorsa. Dopo aver raccontato dellincontro di Dante e Virgilio con la fiamma biforcuta contenente Ulisse e Diomede, è la volta di un nuovo personaggio, Guido da Montefeltro. Ascolteremo dunque le parole del dannato, che accetta di parlare con Dante sapendo di non rischiare infamia, dal momento che il suo interlocutore si trova in un luogo dal quale è impossibile andarsene. Guido da Montefeltro racconta la storia della sua vita, lesperienza di soldato e limportanza che il suo nome aveva acquisito negli intrighi e nei raggiri politici. Ammette poi la scelta di diventare francescano, intrapresa come unespiazione dei proprio peccati, ma fallita a causa delle tentazioni provenienti proprio dal Pontefice, Papa Bonifacio VIII.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori