FINO ALLULTIMO INGANNO/ Stasera su Rai 2 il film con Abbie Cobb. Trailer

- La Redazione

Stasera, sabato 6 giugno 2015, in prima serata su Rai 2 va in onda il film thriller “Fino all’ultimo inganno”, con l’attrice Abbie Cobb nei panni della protagonista. Vediamo la trama

logorai_R439
Il film in onda su Rai 2

Rai Due trasmette a partire dalle 21:05 il film “Fino all’ultimo inganno”. La storia vede protagonista Cassie, diciassettenne impiegata in banca come cassiera, presa in ostaggio nel corso di una rapina. A compiere la rapina non sono però normali criminali, bensì coetanee di Cassie, intenzionate ad utilizzare il bottino per pagare il riscatto del padre di una delle ragazze, sequestrato da alcuni malviventi. Cassie finirà per aiutare le sue sequestratrici, ma i colpi di scena saranno dietro l’angolo. Ecco il trailer del film in lingua originale.

In una delle scende di “Fino all’ultimo inganno” il film trasmesso questa sera da Rai Due, vediamo Cassie, sua madre ed Abbie incontrare la gang che ha rapito il padre di quest’ultima per consegnare il riscatto e far liberare l’uomo. Lo scambio avviene in una strada isolata e tutto sembra andare per il meglio fino a quando i tre malviventi si accorgono della presenza di una poliziotta nascosta nelle vicinanze. I tre puntano le armi contro di lei ma l’agente li costringe e a metterle giù e fa mettere le famiglie al sicuro. Quando però i criminali si accorgono che non ci sono altri agenti, provano a reagire: clicca qui per vedere il video della scena.

Stasera, sabato 6 giugno 2015, su Rai 2 va in onda il film “Fino all’ultimo inganno“. Vediamo la trama: Cassie (Abbie Cobb) è una diciassettenne che quando non studia lavora come cassiera in una tranquilla banca di San Diego, diretta dalla madre Joyce (Maeve Quinlan). Il corso delle loro vite assume una piega inaspettatamente drammatica quando la banca viene assaltata da tre rapinatrici mascherate, che realizzano un clamoroso colpo da un milione di dollari. Cassie, infatti, riconosce due delle rapinatrici, sono le sue compagne di liceo Abbie (Cassi Thomson) e Grace (Davida Williams); ma per questo motivo la ragazza viene sequestrata e portata via, per impedire che possa testimoniare contro le amiche.

L’Fbi guidata dall’agente Mendoza (Rosa Blasi) inizia a indagare sul colpo e a braccare le rapinatrici ma, al tempo stesso, non crede al sequestro ed è anzi convinta che Cassie abbia fatto loro da basista; così, anziché cercarla per salvarla, la inserisce nella lista dei ricercati. Joyce, decisa ad ogni costo a ritrovare la figlia e a provarne l’innocenza, inizia così a svolgere una sua indagine parallela. Intanto la ragazza, dopo il risentimento iniziale verso le amiche colpevoli di aver tradito la sua fiducia, scopre le vere ragioni che hanno ispirato il colpo: il padre di Abbie è stato sequestrato da una banda di gangster messicani, che minacciano di ucciderlo se non verrà pagato loro un riscatto da 500.000 dollari. Cassie rivede così il suo punto di vista, e decide dunque di aiutare Abbie; ma le cose si complicano ulteriormente perché Marie (Augie Duke) la terza componente della banda, ispirata dal fidanzato, il malvivente Nick (James Ferris), sta facendo il doppio gioco e aspira a tenersi invece per se tutto il bottino.

In un rocambolesco susseguirsi di colpi di scena, la consegna dei soldi del riscatto sta per compiersi al confine con il Messico. Il tutto culminerà in un rischioso faccia a faccia in cui le ragazze, braccate dall’Fbi di Mendoza ma anche dalle indagini private di Joyce, si troveranno costrette a dover fronteggiare i feroci sequestratori armati fino ai denti, mettono a repentaglio le loro stesse vite pur di salvare quella del padre di Abbie. La pellicola ha una durata di 82 minuti e le musiche originali sono state composte da Michael Burns e Steve Gurevitch. Ispirato a dei fatti di cronaca realmente accaduti il film, nella sua versione in lingua originale, presenta un titolo ancor più eloquente di quello scelto per la versione in lingua italiana: Teenage Bank Heist – rapinatrici adolescenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori